Confessa il ladro di foto senza veli

In un caso legato alla riparazione di un PC un ex impiegato di Best Buy negli USA confessa: ho copiato le immagini della cliente, nuda, su una penna USB. Le immagini hanno poi preso il volo...

Roma - È un caso molto imbarazzante per la grande catena statunitense Best Buy: una sua cliente ha denunciato la cosiddetta "geek squad", la squadra di manutenzione di uno dei suoi negozi, perché avrebbe fatto uso di alcune foto individuate sul suo computer dato loro in assistenza. Foto private, privatissime, circolate dove non avrebbero dovuto. Ora l'autore di questo "furto", implicato in un procedimento legale che ha seguito i fatti, lo ha ammesso dinanzi alla corte.

Rimbalza infatti in rete la notizia della confessione di William E. Giffels. Ha spiegato di aver visto le foto della donna sul PC e di averle copiate su una penna USB.

Non ha però saputo spiegare come sia accaduto che quelle foto dalla penna siano poi finite nei CD di restore e assistenza della squad e da lì siano state copiate sui PC di diversi clienti.
Giffels si è dichiarato colpevole ammettendo che la sua azione è stata "stupida" e "superficiale" e ha messo Best Buy, e la donna, in una posizione imbarazzante.

La donna, peraltro, chiede 50mila dollari di danni per quanto accaduto. Va anche detto che non è proprio la prima volta che accadono fatti del genere, sebbene talvolta il voyeurismo di certi tecnici consenta di scovare attività illecite.
48 Commenti alla Notizia Confessa il ladro di foto senza veli
Ordina
  • Mi piace il tuo pensiero, "mi scoccio di loggare" (ovviamente sono sarcastico..)
    Sono perfettamente d'accordo con te - ed è innegabile dato che ci sono sentenze della Corte di Cassazione a supporto - che "duplicare" un file NON è rubare, mancandone i presupposti oggettivi. Ma per tutto il resto proprio NO..
    Secondo la tua filosofia .. tu mi porti le chiavi di casa tua da duplicare e io me ne faccio una copia per me (non ho rubato, giusto? Sono in regola..). Poi con le chiavi (che mi hai portato tu, ricordi?) entro in casa tua e bivacco (portandomi la spesa altrimenti mi accuseresti di averti rubato il cibo), uso il tuo bagno (non tiro l'acqua, per non rubartela), condivido il letto con te (e chiunque vi sia d'altro - se non sottraggo niente non rubo = condivido - ed è legale, giusto?).. magari scatto qualche foto qua e la e contento le vado a pubblicare su internet.. non m'importa se tu sei d'accordo o meno, io non te lo chiedo..

    Tralasciando questo OT
    1) Se io ti porto un pc perché non funziona più, sono ben conscio di dover pagare la tua tariffa e sono LIBERO di non portartelo e di provvedere da me. E' ovvio che se fossi in grado di farlo lo farei da me..
    Allo stesso modo perché nessuno si compera la stoffa (magari a pochi euro) e se la cuce da solo invece di comperare nei negozi i vestiti già fatti? (e pagarli carissimi?) O si fa il pane in casa comprando la farina?
    So dove vendono stoffa e farina (al pari di siti gratuiti) ma non so né fare il pane né cucire i vestiti.. tu?

    2) Visto che il pc non funziona più e nessuno che conosci può riparatelo, cosa dovresti fare? Buttarlo per evitare che altri scorrazzino per i tuoi files e si facciano copie a tua insaputa? Per "verificare l'integrità" dei dati non è necessario visionarli sai.. altrimenti scandisk e chkdsk manderebbero a schermo ogni singolo file.. E' necessario solo per una mente curiosa e copiarli per una mente malata (che magari, nella sua solitudine, non ha altri modi di poter solleticare la fantasia).

    e per finire.. dopo averli copiati li masterizzi su una retail per i clienti, che magari vendi.. beh.. COLPEVOLE e LICENZIATO in tronco!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 maggio 2008 14.05
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 maggio 2008 14.28
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: xcape
    > e per finire.. dopo averli copiati li masterizzi
    > su una retail per i clienti, che magari vendi..
    > beh.. COLPEVOLE e LICENZIATO in
    > tronco!

    Caro xcape, ovviamente l'utente a cui ti riferisci è semplicemente il classico stupido troll necessario in tutti i thread di punto informatico.
    Chiunque sappia cos'è e come funziona un pc sa che per "trovare" i file occorre cercarli, aprirle copiarli etc etc.
    Non perderei troppo del nostro prezioso tempo con un trollone del genere.
    non+autenticato
  • ma che cazzo! ho letto non so quanti commenti idioti o ignoranti!

    se un tecnico ti prende un file dal pc e se lo porta via compie un furto bello e buono!

    mettete che la foto è stata stampata e messa nel cassetto del comodino della camera da letto

    pensate che la donna delle pulizie, che ha TUTTO IL DIRITTO DI APRIRE ARMADI ECCECC(nel limite di quanto concordato), abbia anche il diritto di portarsi via i vostri gioielli, il vostro portafogli, la vostra foto?
    non+autenticato
  • - Scritto da: gino
    > ma che cazzo! ho letto non so quanti commenti
    > idioti o
    > ignoranti!
    >
    > se un tecnico ti prende un file dal pc e se lo
    > porta via compie un furto bello e
    > buono!
    >
    > mettete che la foto è stata stampata e messa nel
    > cassetto del comodino della camera da
    > letto
    >
    > pensate che la donna delle pulizie, che ha TUTTO
    > IL DIRITTO DI APRIRE ARMADI ECCECC(nel limite di
    > quanto concordato), abbia anche il diritto di
    > portarsi via i vostri gioielli, il vostro
    > portafogli, la vostra
    > foto?

    Come commento "ignorante" ( derivante dall'ignoranza -> non conoscenza ), vedo il tuo.
    L'atto di copiare i file su pennetta, non è una sottrazione di un file da una fonte per portarla su un'altra.
    Quindi non si tratta di furto.
    Detto questo, tutte le accuse cadono nel vuoto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mi scoccio di loggare

    > L'atto di copiare i file su pennetta, non è una
    > sottrazione di un file da una fonte per portarla
    > su
    > un'altra.
    > Quindi non si tratta di furto.
    > Detto questo, tutte le accuse cadono nel vuoto.

    Spiegami un po' che differenza c'e' con questo altro episodio.
    Il tecnico del PC, invece delle foto, trova un file
    "codici per accedere alla banca.txt"
    lo copia sulla sua chiavetta.
    Non e' furto.
    Fa uso di quei dati che ha trovato, esattamente come fa uso della foto che ha trovato.
    Le foto si guardano, i codici si introducono nei campi di user e password del portale della banca.

    Tutto regolare, dal tuo punto di vista, vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Mi scoccio di loggare
    > Spiegami un po' che differenza c'e' con questo
    > altro
    > episodio.
    > Il tecnico del PC, invece delle foto, trova un
    > file
    >
    > "codici per accedere alla banca.txt"
    > lo copia sulla sua chiavetta.
    > Non e' furto.
    > Fa uso di quei dati che ha trovato, esattamente
    > come fa uso della foto che ha
    > trovato.
    > Le foto si guardano, i codici si introducono nei
    > campi di user e password del portale della
    > banca.
    >
    > Tutto regolare, dal tuo punto di vista, vero?

    Al massimo puo' incorrere in "violazione della privacy".
    Se poi usa i codici per "sottrarre" denaro dal conto della vittima, allora si puo' parlare di "furto" ( non di file, ma dei soldi che versa dal conto della vittima a qualcun altro ).

    Se invece quei codici li usa solo per "ficcanasare" nei conti della vittima ( senza quindi effettuare operazioni di bonifici e quindi di sottrazione di soldi ), si puo' parlare solo di violazione della privacy e non penso che in USA ci siano leggi a riguardo ( credo, non ne sono sicuro ).

    Fino a quando non vi ficcherete in testa che "copiare non è rubare", sarete sempre dalla parte del torto, perche' NULLA VIENE SOTTRATTO.
    Purtroppo questo è il risultato di anni di lotte delle major contro il p2p che hanno paragonato ingiustamente l'atto di COPIARE con l'atto di RUBARE. Ma sono 2 cose BEN DISTINTE.
    non+autenticato
  • di marketing-op...

    mo' cerco in giro...
  • Se io mando a riparare un pc e all'interno i tecnici ci ritrovano materiale che non avrei voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia, mica di chi quelle foto le ha visionate.

    Stessa cosa se quelle foto le lascio in un parco o in un centro commerciale...mica vado a denunciare il comune o il centro commerciale per aver "condiviso" le mie foto con gli utenti del luogo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mi scoccio di loggare
    > Se io mando a riparare un pc e all'interno i
    > tecnici ci ritrovano materiale che non avrei
    > voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,
    > mica di chi quelle foto le ha
    > visionate.
    >
    > Stessa cosa se quelle foto le lascio in un parco
    > o in un centro commerciale...mica vado a
    > denunciare il comune o il centro commerciale per
    > aver "condiviso" le mie foto con gli utenti del
    > luogo...

    E' chiaro che tu il concetto di "privacy" nemmeno sai dove sta di casa, eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo Santoanast aso
    > - Scritto da: Mi scoccio di loggare
    > E' chiaro che tu il concetto di "privacy" nemmeno
    > sai dove sta di casa,
    > eh?

    Io? Se tu mi fornisci delle foto, quelle foto non sono piu' "personali", ma "pubbliche" o almeno sono anche mie.

    O se trovi dei soldi a terra non li raccogli perche' non sono tuoi?
    non+autenticato
  • Se chiami l'idraulico per farti una riparzione e questi trova le tue foto porno nel cassetto della cucina, come la metti ? Se porti l'auto dal meccanico per un guasto, questi trova il vibratore che hai nascosto nel cassettino lo fotografa ed espone in bacheca una foto tua, della tua macchina e del vibratore, lo troveresti corretto ?

    Esiste una cosa chiamata deontologia professionale, un tecnico che deve ripararti il PC non e' autorizzato a ficcare il naso in quello che non lo riguarda ed ancora meno a divulgarlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: amedeo
    > Se chiami l'idraulico per farti una riparzione e
    > questi trova le tue foto porno nel cassetto della
    > cucina, come la metti ?

    Ficcanasava in luoghi non consentiti.
    Se trovava un profilattico che intasava il tubo di scarico, l'avrebbe raccontato agli amici di sicuro.

    > Se porti l'auto dal
    > meccanico per un guasto, questi trova il
    > vibratore che hai nascosto nel cassettino lo
    > fotografa ed espone in bacheca una foto tua,
    > della tua macchina e del vibratore, lo troveresti
    > corretto
    > ?

    Lo avrebbe detto agli amici.

    > Esiste una cosa chiamata deontologia
    > professionale, un tecnico che deve ripararti il
    > PC non e' autorizzato a ficcare il naso in quello
    > che non lo riguarda ed ancora meno a
    > divulgarlo.

    Infatti lui dichiara di non averlo divulgato, ma che qualcuno inconsapevolmente ha copiato il contenuto della pennetta sul cd da ridistribuire ai clienti.

    Insomma... lui ha acquisito quelle foto perche' stava svolgendo il suo lavoro. E quelle foto non sono ne piu' o ne meno alle conoscenze in cui incappano i vari tecnici mentre svolgono il loro lavoro. E le esperienze dei tecnici vengono spesso rivelate agli amici che poi fanno il passaparola.
    Ora ci troviamo dinanzi ad un nuovo media ( internet ) e tutto è ingigantito, ma queste cose sono NORMALISSIME.
    non+autenticato
  • - Scritto da: amedeo
    >> Se chiami l'idraulico per farti una riparzione e
    >> questi trova le tue foto porno nel cassetto della
    >> cucina, come la metti ?

    >Ficcanasava in luoghi non consentiti.

    Non dal momento che abbia dovuto estrarre i cassetti per poter accedere al vano dove lavorare (almeno secondo il tuo modo di pensare...)
    non+autenticato
  • cose normali?

    ci vorrebbero troppe pagine per spiegarti quanto tu lontano sia dal buonsenso della vita...

    il tecnico deve riparare il pc, non sbirciare tra i dati personali del cliente

    Il fatto poi che quei dati (foto o altro) siano finiti nei cd da distribuire... questo è molto grave.
    non+autenticato
  • - Scritto da: andrea
    > cose normali?
    >
    > ci vorrebbero troppe pagine per spiegarti quanto
    > tu lontano sia dal buonsenso della
    > vita...

    Vorresti usare la parola "etico" ma hai già letto le mie risposte a riguardo...dì la verità...Sorride


    > il tecnico deve riparare il pc, non sbirciare tra
    > i dati personali del
    > cliente

    guarda caso, i virus possono annidarsi anche tra i dati personali del cliente...

    > Il fatto poi che quei dati (foto o altro) siano
    > finiti nei cd da distribuire... questo è molto
    > grave.

    Su questo non ci piove...[ot]anche che il mio reddito sia visibile ad un giapponese[/ot]
    non+autenticato
  • Da questo scambio di battute, una sola cosa si capisce, che i tuoi conoscenti dovrebbero stare attenti a quello che dicono in tua presenza. =)
    non+autenticato
  • - Scritto da: cxar
    > Da questo scambio di battute, una sola cosa si
    > capisce, che i tuoi conoscenti dovrebbero stare
    > attenti a quello che dicono in tua presenza.
    > =)

    E' vero!Sorride
    Cosi come è vero che devo star attento a quel che dico in loro presenzaSorride
    non+autenticato
  • > Io? Se tu mi fornisci delle foto, quelle foto non
    > sono piu' "personali", ma "pubbliche" o almeno
    > sono anche
    > mie.
    >


    tu hai molto casino per la testa
    non+autenticato