Poche le italiane online

Lo sostiene una nuova ricerca, secondo cui la presenza femminile online è ancora deficitaria

Roma - Sono tante, tantissime le donne italiane che si collegano ad Internet ma in realtà sono poche quelle che sfruttano a fondo la rete, o comunque non sono in numero paragonabile agli uomini. Lo ha detto una nuova ricerca realizzata da un insieme di realtà (Esperya.com, Feltrinelli.it, Donneuropee-Federcasalinghe), uno studio realizzato associando i dati delle rilevazioni ISTAT a quelli dei propri database.

Da questa singolare meta-analisi vengono tratti alcuni numeri, secondo cui meno del 35 per cento degli utenti italiani che usano regolarmente la rete è di sesso femminile. Un dato contenuto, dunque, ma in aumento rispetto agli anni scorsi: nel 2006 il dato era fermo al 29 per cento, e nel 2007 al 31,7.

Per le attività di e-commerce e le altre attività commerciali online la demografica degli utenti è vitale, può determinare il successo o meno di una impresa. Ed è per questo che la ricerca mette l'accento sul fatto che l'85 per cento delle donne che si collegano lo fa soprattutto per gestire la posta elettronica (72,6 per cento), per informarsi (58,9 per cento) e poi, a scendere, per apprendimento, ricerca di viaggi o lettura dei giornali. Poche quelle che comprano online.
Come già per gli uomini, anche tra le donne le più accanite frequentatrici della rete sono giovani, sotto i 35 anni.
2 Commenti alla Notizia Poche le italiane online
Ordina