Fujitsu dà un po' di sprint all'e-paper

Un display e-paper capace di ridurre sensibilmente i tempi di refresh dell'immagine. Un vantaggio sfruttabile solo nelle applicazioni di modulistica e documentazione elettronica

Tokyo - Fujitsu ha sviluppato un prototipo di schermo e-paper che mitiga uno più grandi difetti di questa tecnologia: gli elevati tempi di aggiornamento (refresh) dell'immagine.

I display e-paper utilizzati dai dispositivi attualmente in commercio, come il Kindle di Amazon e il Reader di Sony, possono impiegare oltre un secondo - contro i pochi millisecondi degli schermi LCD - per aggiornare l'immagine a video: questo ne limita enormemente i campi di applicazione, relegandoli a nicchie di mercato come quella degli ebook reader.

Per far fronte a questo problema ed estendere i vantaggi dell'e-paper - quale l'elevata leggibilità e l'estrema riduzione dei consumi - ad una più ampia gamma di dispositivi, Fujitsu ha messo a punto una tecnica in grado di aggiornare solo le parti dello schermo che necessitano di essere modificate.
Purtroppo l'efficacia di questa soluzione rimane confinata ad un ambito molto specifico: quello dei moduli elettronici e dei documenti interattivi, in cui l'utente è generalmente chiamato a riempire campi di testo o spuntare delle check box. In questo caso la tecnica di Fujitsu è in grado di aggiornare solo le righe o le colonne dello schermo dove l'utente, attraverso il touchscreen, ha inserito caratteri o altri simboli: tale caratteristica, secondo l'azienda, è in grado di ridurre i tempi di refresh ad una frazione di quelli tradizionali.

Purtroppo il "trucco" ideato da Fujitsu non porterebbe alcun beneficio nelle applicazioni grafiche o video, dove generalmente viene aggiornato l'intero schermo ed a velocità attualmente impensabili per l'e-paper.

Il prototipo di e-paper realizzato dal produttore giapponese ha una diagonale di 12 pollici (all'incirca la stessa dimensione di un foglio A4) e una risoluzione di 768 x 1024 pixel. Questa nuova generazione di display è stata pensata per l'utilizzo in dispositivi simili agli ebook reader ma indirizzati al mercato business, come uffici, magazzini, dogane ed esercizi commerciali.

Lo scorso anno, in Giappone, Fujitsu ha introdotto un tablet aziendale con display e-paper che include connettività di rete wireless.
8 Commenti alla Notizia Fujitsu dà un po' di sprint all'e-paper
Ordina
  • > Purtroppo il "trucco" ideato da Fujitsu non porterebbe alcun beneficio nelle applicazioni grafiche o video, dove generalmente viene aggiornato l'intero schermo ed a velocità attualmente impensabili per l'e-paper.

    non e' proprio vero, tutti i moderni video codec hanno un tipo di codifica "inter-frame" vale a dire che memorizzano solo le differenze tra un fotogramma all'altro. Utilizzando un rendering adatto queste informazioni possono essere utilizzate per modificare solo le aree che necessitano cambiamenti.
    Discorso diverso per i keyframe che di tanto in tanto refreshano tutta l'immagine per garantire che una perdita di dati impedisca la visione. Per questi magari il problema sussiste...
    non+autenticato
  • Sì, il problema è che le immagini di un video, pur con la compressione interframe, si susseguono troppo velocemente per un e-paper: i cambiamenti sono sempre troppi se si tiene conto di quanti ne avvengono in un solo secondo (a 25-30 fps). La tecnologia di Fujitsu è stata pensata per immagini sostanzialmente statiche, di cui cambi solo una piccola porzione (non più di qualche riga o colonna). E il refresh di tali porzioni avviene con tempi intorno alle centinaia di millisecondi.

    > non e' proprio vero, tutti i moderni video codec
    > hanno un tipo di codifica "inter-frame" vale a
    > dire che memorizzano solo le differenze tra un
    > fotogramma all'altro. Utilizzando un rendering
    > adatto queste informazioni possono essere
    > utilizzate per modificare solo le aree che
    > necessitano cambiamenti.
    >
    > Discorso diverso per i keyframe che di tanto in
    > tanto refreshano tutta l'immagine per garantire
    > che una perdita di dati impedisca la visione. Per
    > questi magari il problema
    > sussiste...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 maggio 2008 10.12
    -----------------------------------------------------------
  • potrei prenderci sopra gli appunti mi ci troverei bene, e questa tecnologia aiuterebbe molto il refresh veloce delle parti scritte... solo che il prezzo è improponibile attualmenteTriste
  • E' mai possibile che per questi Ebook sparino cifre superiori ai 300 euro?
    Se come tutti si affannano a ripetere questi disply sono economici da produrre, perche' i dispositivi che li integrano costano quanto un EEpc?
  • perchè poi la batteria dura infinitamente di piùA bocca aperta
  • Gli aggiornamenti dello schermo dell'iLiad, quando si compilano i vari campi o si selezionano i tasti, non funzionano già in codesto modo?
    non+autenticato
  • Ho usato l'ILIAD di sfuggita e non ti so dire, mi sembra che la prima versione demo non lo facesse ma sicuramente ora funzionerà.

    Per quanto riguarda invece il SONY, sono sicuro ( perché li ho usati ) che il PRS500 non fa il refresh video parziale, mentre il 505 nuovo, oltre ad essere circa due volte più veloce, su alcune operazioni lo fa tipo l'aggiornamento dei numeri durante la ricerca della pagina ( anche se con risultati non perfetti).

    Probabilmente il discorso di Fujiutsu e il senso dell'articolo è che i LORO schermi funzionano naturalmente così, cioè rinfrescando il singolo pixel mentre per gli attuali lettori è un escamotage.


    - Scritto da: Josafat
    > Gli aggiornamenti dello schermo dell'iLiad,
    > quando si compilano i vari campi o si selezionano
    > i tasti, non funzionano già in codesto
    > modo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Josafat
    > Gli aggiornamenti dello schermo dell'iLiad,
    > quando si compilano i vari campi o si selezionano
    > i tasti, non funzionano già in codesto
    > modo?

    Sì, ma qui siamo americani e guai a citare prodotti europei (iLiad e Cybook) o asiatici (Boken o Hamlin) negli articoli sulla carta elettronica. Bisogna nominare solo ed esclusivamente prodotti americani o giapponesi.

    Non sia mai che qualcuno si possa accorgere che quelli europei sono migliori e quelli asiatici costano meno....

    Occhiolino
    non+autenticato