Ecommerce duty free in Dubai

Il paese del Golfo ha appena varato una legge che fa dell'area una zona esentasse per il commercio elettronico, per i nuovi media e per gli scambi di tecnologia

Dubai - L'emiro Sheik Maktoum bin Rashid al-Maktoum ha deciso: il suo paese sarà una zona esentasse per le attività di commercio elettronico, per i nuovi media e per lo scambio di tecnologia.

Questo è quanto prevede una legge appena varata nell'emirato, una legge che crea una nuova autorità sul commercio libero presieduta dal principe Mohammad che avrà anche il compito di varare regolamenti attuativi e norme per lo sviluppo dell'intero "paradiso fiscale".

Il Dubai non è nuovo alle cronache mondiali per quanto riguarda internet. Lo scorso ottobre, infatti, il paese aveva annunciato che avrebbe realizzato una "Dubai Internet City" per ospitare aziende anche straniere e business della "nuova economia" in un'area già considerata "esentasse". Con la nuova legge l'emiro spera di indurre le aziende nordamericane ed europee ad investire di più, potendo anche possedere al cento per cento le attività che saranno attivate nella zona e che non dovranno subire il fardello di dazi doganali di sorta.