Luca Annunziata

ESA rilancia il viaggio spaziale

L'agenzia europea cerca nuovi esploratori galattici. Per portare a termine i progetti della ISS. E poi magari per un viaggetto sulla Luna o su Marte. A Punto Informatico lo racconta Umberto Guidoni

Roma - AAA, astronauti cercansi. ESA, l'organizzazione inter-governativa europea che si occupa di progettazione, sviluppo e gestione delle missioni spaziali per conto delle nazioni rappresentate, ha bandito per la prima volta dopo 10 anni un concorso per il reclutamento di una nuova squadra di astronauti. Da destinare al completamento delle operazioni e delle sperimentazioni a bordo della stazione spaziale internazionale (ISS) e, forse, anche a qualcosa di più.

L'on. Umberto Guidoni"C'è un problema di carta d'identità, gli attuali astronauti ESA iniziano ad invecchiare" spiega a Punto Informatico l'onorevole Umberto Guidoni, già impegnato in due missioni a bordo dello Space Shuttle e oggi euro-parlamentare: "Inoltre - prosegue - siamo in una fase in cui bisogna ripensare e rilanciare la strategia per i prossimi anni: siamo quasi alla fine del programma ISS, abbiamo ancora 10 anni di lavoro davanti e tanti esperimenti da portare a termine, e dobbiamo anche cominciare a pensare alle prossime tappe".

Diverse le novità di questa tornata: "La selezione di quest'anno sarà svolta direttamente a livello europeo, mentre in passato la prima fase avveniva a livello nazionale - racconta Guidoni - Tutti potranno prendere parte alle selezioni, visto che in una prima fase sarà richiesto soltanto un certificato medico di classe 3 (lo stesso richiesto per i piloti che intendono conseguire un brevetto civile), che sarà lo strumento utile per effettuare una prima scrematura delle domande"
Una volta che queste ultime saranno state analizzate, si passerà ad una seconda fase più approfondita. Coloro che saranno selezionati dovranno affrontare prove mediche più specifiche, sottoporsi ad una serie di prove psicoattitudinali: "Quanti supereranno la prima fase saranno invitati a partecipare alle sessioni successive, che verranno sovvenzionate da ESA". L'intero processo dovrebbe durare circa un anno, e già nel 2009 sarà dunque possibile conoscere i nomi dei 4 o 5 fortunati che inizieranno il programma di addestramento: "Ma probabilmente ci sarà spazio anche per qualche idoneo" suggerisce Guidoni, che lascia intendere che l'impegno spaziale europeo potrebbe crescere.

Sul piatto non c'è solo la stazione spaziale: c'è anche il programma Aurora, che dovrebbe portare sulla Luna e su Marte le sonde automatiche ESA, ma in prospettiva ci potrebbe essere uno passo ancora più ambizioso: "Il programma potrebbe anche comprendere l'esplorazione umana di Marte - prospetta - e anche se l'Europa difficilmente potrà fare tutto questo senza una adeguata collaborazione internazionale, noi continueremo comunque ad andare avanti su questa strada".

"I compiti e le attività diventano sempre più complessi, e c'è bisogno di personale scientifico specializzato, con un buon background scientifico": se poi ESA e la UE decidessero di puntare decisamente all'esplorazione umana, allora "serviranno piloti, soprattutto se si deciderà di avere una piattaforma di lancio completamente indipendente".
8 Commenti alla Notizia ESA rilancia il viaggio spaziale
Ordina
  • stamattina ritornando da new york ho letto su popular mechanics che in usa e' possibile pagare 25 milioni di dollari e poter inviare sulla luna qualsiasi tipo di materiale.
    25 milioni per una azienda di grandezza decente non e' tantissimo e credo potrebbe essere interessante inviare sonde e tecnologie sulla luna, pensiamo ad esempio dei sistemi di ripetizione di comunicazione sulla faccia visibile della luna.
    sarebbe interessante se uno avesse dei soldi da spenderci
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 maggio 2008 12.42
    -----------------------------------------------------------
  • Mannaggia a me che ho superato i limiti d'età. Avrei sempre voluto farlo l'astronauta.
    non+autenticato
  • Non disperare, per il turismo spaziale bisogna aspettare un po' (ora costa veramente troppo), ma alla fine i requisiti saranno assai minori (buona salute e poche altre cose). Tieni presente che non ci sono solo le agenzie spaziali, ma anche i privati.

    Su, coraggio!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eugenio Odorifero
    > Non disperare, per il turismo spaziale bisogna
    > aspettare un po' (ora costa veramente troppo), ma
    > alla fine i requisiti saranno assai minori (buona
    > salute e poche altre cose). Tieni presente che
    > non ci sono solo le agenzie spaziali, ma anche i
    > privati.
    >
    > Su, coraggio!

    Un volo di 30 minuti in un MIG-21 (aereo di 20 anni fa) costa 20.000€, non oso immaginare quanto potrebbe costare un volo in shuttle fra altrettanti anni, forse 2 zeri in più?
    non+autenticato
  • Se non vado errato un volo suborbitale oggi costa uno zero in più. Correggetemi, in caso.

    - Scritto da: OMG
    > - Scritto da: Eugenio Odorifero
    > > Non disperare, per il turismo spaziale bisogna
    > > aspettare un po' (ora costa veramente troppo),
    > ma
    > > alla fine i requisiti saranno assai minori
    > (buona
    > > salute e poche altre cose). Tieni presente che
    > > non ci sono solo le agenzie spaziali, ma anche i
    > > privati.
    > >
    > > Su, coraggio!
    >
    > Un volo di 30 minuti in un MIG-21 (aereo di 20
    > anni fa) costa 20.000€, non oso immaginare quanto
    > potrebbe costare un volo in shuttle fra
    > altrettanti anni, forse 2 zeri in
    > più?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eugenio Odorifero
    > Se non vado errato un volo suborbitale oggi costa
    > uno zero in più. Correggetemi, in
    > caso.

    20.000€ nella Madre Russia
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eugenio Odorifero
    > Non disperare, per il turismo spaziale bisogna
    > aspettare un po' (ora costa veramente troppo), ma
    > alla fine i requisiti saranno assai minori (buona
    > salute e poche altre cose). Tieni presente che
    > non ci sono solo le agenzie spaziali, ma anche i
    > privati.
    >
    > Su, coraggio!

    E! Ma chi mi darà i soldi? Grazie della solidarietà comunque
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bando
    > Mannaggia a me che ho superato i limiti d'età.
    > Avrei sempre voluto farlo
    > l'astronauta.


    visto che la selezione è a livello europeo spero e mi auguro che le cose cambieranno. dall'ultima volta.
    La scorsa selezione nazionale, curata dall'ASI italiana, è stata fatta alla solita nostra italica maniera: a partire dalla pubblicazione del bando sulla gazzetta ufficiale debitamente slittata, dai primi annunci dell'imminente selezione, per mesi; ovvero fino a quando l'interesse e l'attenzione dei possibili candidati si è smorzata. A quel punto una finestra temporale, di presentazione delle domande, accuratamente "strizzata" ha fatto sì di avere pochi candidati competitivi con chi invece aveva gli agganci (politici) giusti...poi dopo cosa sia successo non lo so, ho smesso di seguire la vicenda perchè ormai ero fuori... amen!A bocca storta
    non+autenticato