Terremoto, arrestato videogamer

Succede in Cina, dove parole di cattivo gusto diffuse in un video online proprio non sono andate giù alle autorità

Roma - L'osservanza del lutto nazionale cinese per la tragedia che ha colpito il paese nei giorni scorsi in seguito al disastroso terremoto che ha mietuto migliaia di vite non è piaciuta ad una videogiocatrice di 21 anni, che passerà qualche giorno dietro le sbarre.

la videogiocatriceRaccontano le cronache che Gao Qianhui abbia prodotto e fatto girare un video in cui se la prende con la sospensione di tutte le attività del suo videogioco online preferito, un ambiente elettronico interattivo che coinvolge milioni di giovani.

Nel video, riproposto qui sotto, Gao si espone come se parlasse alle vittime del terremoto dicendo: "Quanti di voi sono morti? Solo alcuni. E, diciamocelo, in Cina vivono così tante persone".. Il video è costellato di frasi destinate a causare controversie ("voi dello Sichuan siete in una posizione terribile in Cina, dicono che l'India si stia muovendo per schiacciare quella regione, non credete di meritarvelo?"). Frasi che hanno attirato le ire di innumerevoli commentatori.
Frasi che, riprese da blog e forum, hanno inviperito le autorità: la polizia di Shenyang ha quindi arrestato la giovane, sebbene rimanga tuttora poco chiaro quale legge avrebbe infranto. Secondo molti voleva solo attirare l'attenzione. Un risultato che ha di certo ottenuto.

23 Commenti alla Notizia Terremoto, arrestato videogamer
Ordina