Eee Box si rivelerÓ a giugno

Nuove indiscrezioni sostengono che la versione desktop dell'Eee PC sarÓ presentata da Asus all'inizio di giugno. In attesa dell'evento, fonti vicine all'azienda hanno rivelato qualche dettaglio in pi¨

Roma - In attesa della presentazione ufficiale, in Rete sono circolati nuovi dettagli ufficiosi sull'Eee Box, il presunto nome con cui Asus lancerà la preannunciata versione desktop dell'Eee PC.

Noto in precedenza come E-DT, l'Eee Box avrà il compito di traghettare sul mercato desktop i concetti alla base dell'Eee PC, quali il prezzo particolarmente aggressivo, un design sobrio ed elegante "alla Apple" e un sistema operativo Linux con interfaccia semplificata. Le ultime indiscrezioni, provenienti da TrustedReviews, affermano che Eee Box disporrà di 2 GB di memoria RAM e di un hard disk da 160 GB. I sistemi operativi preinstallati nel sistema saranno gli stessi che oggi possono essere acquistati con l'Eee PC: Xandros Linux e Windows XP Home.

Stando alle fonti, l'annuncio ufficiale dell'Eee Box dovrebbe avvenire il prossimo 3 giugno, mentre il lancio nel Regno Unito (e presumibilmente anche negli altri principali mercati europei) è previsto per il terzo trimestre dell'anno.
Per il momento non è ancora chiaro quale sarà la CPU adottata dal mini PC di Asus: se l'azienda privilegerà il risparmio energetico, potrebbe utilizzare l'Atom di Intel, mentre se privilegerà le performance, potrebbe optare per un Celeron o un Core Solo.

Nessuna nuova informazione neppure sul prezzo, che secondo le indiscrezioni originarie dovrebbe essere compreso tra i 200 e i 300 dollari (monitor escluso).

Con Eee Box, Asus spera di ripetere sul mercato desktop il successo riscosso con Eee PC in quello notebook. Se vi riuscisse, sarebbe un colpaccio niente male: basti pensare che, in due soli trimestri, l'azienda taiwanese ha scalato ben due posizioni nella classifica dei maggiori produttori di computer laptop. Ora si ritrova sesta, tra Fujitsu ed Apple dietro e Lenovo davanti. Questo "salto" le è stato possibile grazie ai 700mila Eee PC venduti fino ad oggi, che si vanno ad aggiungere al quasi milione e mezzo di notebook venduti dall'azienda nel primo trimestre.

Va però considerato che l'Eee PC ha praticamente dato vita ad una nuova categoria di subnotebook, e che dunque, fino ad oggi, non si è dovuto confrontare con avversari diretti. La situazione è però destinata a cambiare molto in fretta: entro la fine dell'anno i rivali dell'Eee PC saranno probabilmente diverse decine, e porteranno il marchio di tutti i più grandi produttori di notebook. Resta dunque da vedere in che modo Asus saprà affrontare la concorrenza e le eventuali sfide che le sue avversarie sapranno lanciarle.

In ogni caso, il mercato dei PC ultra-low cost (UMPC, mini PC, subnotebook, MID ecc.) sembra destinato a crescere assai velocemente: IDC stima che per la fine del 2008 le unità vendute raggiungeranno gli 8 milioni.

Non sorprende il fatto che, secondo quanto riportato da un retail manager di Asus Australia, il produttore taiwanese stia vagliando la possibilità di estendere il marchio Eee ad una più vasta tipologia di device, inclusi UMPC dotati di touch screen. All'inizio dell'anno Asus aveva preannunciato anche una linea di set-top box Linux-based chiamata E-TV.
117 Commenti alla Notizia Eee Box si rivelerÓ a giugno
Ordina
  • Mi dispiace contraddirti   ma ti posso garantire che nessun rinveditore di informatica di mi conoscenza abbia boicottato l'eeepc    e te lo dico con certezza in quanto faccio parte degli asus point ,, Il problema grosso è stata la disponibilità del prodotto , dovuto ad un boom di richieste che è stato sottovalutato Così per lo meno si è giustificata Asus   con noi   Credimi ho fatto salti mortali per avere qualche Eeepc in più ma ho concluso poco     mediamente siamo riusci ad averne   non più di 20 pz al mese   di fronte   a centinaia di richieste ...
    la situazione   sembra presentarsi uguale per il modello con lo schermo da 9"
    A riguardo   del Eee Box    staremo a vedere   ...
    al momento non sò valutare le sue potenzialità
    non+autenticato
  • 200 dollari, che diventano facilmente 200 euro con iva e spese di importazione.

    un computer normale, andando al risparmio, te lo fai con 150 euro, ed è pure più espandibile.

    2gb di ram sono inutili per uso web e sono uno spreco su di un sistema a singolo processore. Servirebbero giusto per vista, che fortunatamente non è previsto.

    imho nn se lo fila nessuno.
  • - Scritto da: Guido Angeli
    > 200 dollari, che diventano facilmente 200 euro
    > con iva e spese di importazione.
    >
    > un computer normale, andando al risparmio, te lo
    > fai con 150 euro, ed è pure più
    > espandibile.

    ...e in più ti regalano anche un videoregistratore

    > 2gb di ram sono inutili per uso web e sono uno
    > spreco su di un sistema a singolo processore.
    > Servirebbero giusto per vista, che fortunatamente
    > non è previsto.
    >
    > imho nn se lo fila nessuno.

    dipende da quanto costerà, cmq sicuramente non avrà il successo del suo predecessore (se così vogliamo chiamare l'eeePC)
    non+autenticato
  • ...come Thin Client!! Rotola dal ridere

    Sul desktop che ho ora ci faccio un bel server vmware, sul quale mi installo tutte le macchine di cui ho bisogno; così quando non ho esigenze particolari uso Eee Box, diversamente avvio una macchina virtuale. A bocca aperta
    non+autenticato
  • ...che possa ripetere il successo del modello portatile.

    L'eeePC fa del prezzo la sua arma vincente introducendo dei limiti accettabili per un PC tascabile (anzi, per certi aspetti anche vantaggiosi). Su un desktop certi compromessi potrebbero non essere altrettanto accettati: un desktop costa già meno di suo, quindi il risparmio è molto relativo (a meno che non costi davver solo 200 dollari) e i limiti rispetto ad un "vero" desktop sono più evidenti... ci sono diverse alternative altrettanto economiche (anche se meno belle esteticamente) o altrettanto belle (anche se più costose) tutte mediamente più potenti...
    non+autenticato
  • Continuo a chiedermi perché non si riesca a mettere un Core 2 Duo su un desktop piccolo e comodo e farlo pagare giusto come il portatile che lo monta meno il monitor, tastiera e batteria.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Continuo a chiedermi perché non si riesca a
    > mettere un Core 2 Duo su un desktop piccolo e
    > comodo

    intendi come il Mac mini?

    > e farlo pagare giusto come il portatile
    > che lo monta meno il monitor, tastiera e
    > batteria.

    eheee... ma il portatile mica monta una Core2Duo...
    il portatile è fatto al risparmio e, ribadisco, ci può stare nel momento in cui dai la precedenza a portabilità e prezzo (in relazione agli altri portatili). Ma sul fisso cosa vuoi risparmiare? non puoi mettere in gioco il discorso portabilità, e le esigenze di chi usa un fisso si discostano un pochino da chi vuole un ultraportatile... altrimenti ti compri un eeePC e gli attacchi un monitor esterno.
    La mia idea l'ho già espressa: imho non potrà ripetere il successo del predecessore... o verrà uno schifo a livello di prestazioni/dotazioni (e a quel punto, spendendo poco di più, trovo molto meglio) o costerà troppo (e a quel punto, mi prendo un Mac mini). Se invece riuscirà a stare sotto i 200 Euro proponendo qualcosa di buono, allora tanto di cappello.
    non+autenticato
  • esatto, potrà essere un successo solo se darà un rapporto prezzo/prestazioni migliore del mac mini, quindi o sarà simile nelle prestazioni o dovrà costare decisamente meno. Anche perchè lo stesso mac mini non mi pare che abbia avuto un successo così clamoroso...
  • Mac Mini??? Sucesso? Il flop del Mac-Mini è dovuto principalmente al prezzo, se alla fine ti fai due conti devi aggiungerci monitor e tastiera e si raggiunge il prezzo dell'i-imac, molto più potente.
    non+autenticato
  • ho scritto qualcosa di diverso? intendevo dire appunto che se avrà lo stesso rapporto prezzo/prestazioni del mac mini al 99% fallirà, visto che non avrebbe cmq l' appeal della piccola mela
  • Si ma la mia dimostranza voleva essere per la possibilità di avere processori da portatili in computer desktop piccoli, economici, silenziosi.

    Oggi un portatile sta sui 450-500 euro con Core Duo o Core 2 Duo della famiglia 5xxx.
    Con un ventolino appena percettibile e alimentatore da 90watt esterno come i portatili, lo tieni acceso quanto vuoi, consuma poco e non te ne accorgi perché è silenzioso...

    Io in passato per avere una CPU da laptop su desktop mi sono dovuto industriare con il Turion per socket 754 su motherboard MicroATX, dissipatore passivo e ventola dell'alimentatore che canalizzava l'aria della cpu fuori, per ridurre il rumore.

    Ora che c'è tanta disponibilità di hardware a basso assorbimento perché non anche su desktop?
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Si ma la mia dimostranza voleva essere per la
    > possibilità di avere processori da portatili in
    > computer desktop piccoli, economici,
    > silenziosi.

    Si, ma a quel punto ti prendi il portatile e ci fai doppio uso

    > Oggi un portatile sta sui 450-500 euro con Core
    > Duo o Core 2 Duo della famiglia
    > 5xxx.

    Mah... secondo me sta anche a meno, visto che per qel prezzo di predi un Mac mini

    > Con un ventolino appena percettibile e
    > alimentatore da 90watt esterno come i portatili,
    > lo tieni acceso quanto vuoi, consuma poco e non
    > te ne accorgi perché è silenzioso...

    troppo poco potente

    > Io in passato per avere una CPU da laptop su
    > desktop mi sono dovuto industriare con il Turion
    > per socket 754 su motherboard MicroATX,
    > dissipatore passivo e ventola dell'alimentatore
    > che canalizzava l'aria della cpu fuori, per
    > ridurre il rumore.
    >
    > Ora che c'è tanta disponibilità di hardware a
    > basso assorbimento perché non anche su
    > desktop?

    le soluzioni, volendo, ci sono già, vedi (per l'appunto) il Mac mini, anche senza andare su processori scrausi
    non+autenticato
  • ho provato l'eepc da 7" di un amico:
    1) monitor piccolo, altoparlanti stereo inutili, alcune lettere saltano spesso. IMHO
    2) funziona
    3) xandros... oltre a i programmi selezionabili c'è dell'altro? si può personalizzare con altri sw?

    i miei dubbi sono su xandros in particolare, se sto eebox sarà valido come prestazioni/prezzo, xandros potrà essere sfruttato come sostituto di windows? se lo usassi per attaccarlo alla tv, programmi come vlc su xandros "girerebbero"?
    di linux non so nulla, e neppure mi interessa, da come ho potuto vedere, non ci si "accorge" che xandros è linux, il terminale non l'ho visto e c'è pure il task manager...
    in definitiva, windows ha molti difetti ma ha molte possibilità di utilizzo, xandros o qualcosa del genere, esiste?
    o mi tocca optare per il classico lettore divx che vede 2/5 dei codec?
    grazie per le risposte serie.
  • - Scritto da: lellykelly

    > 3) xandros... oltre a i programmi selezionabili
    > c'è dell'altro? si può personalizzare con altri
    > sw?

    Sì, ci puoi installare un sacco di software abilitando i repository completi, ed eventualmente anche quelli di Debian, ma i programmi li vedi nel menu solo in modalità desktop classico, e non nell'interfaccia Easy, tranne pochi casi in cui viene fornito il file di config per l'Easy.

    In pratica ci puoi avere tutto il software esistente per Linux.

    > i miei dubbi sono su xandros in particolare, se
    > sto eebox sarà valido come prestazioni/prezzo,
    > xandros potrà essere sfruttato come sostituto di
    > windows?

    Come sempre, dipende da cosa ci devi fare. Per il 90% degli usi sarà uguale o migliore. Ci sono campi in cui Linux è ancora un po' indietro rispetto a Windows (e viceversa, anche se spesso questo vale per gli ambienti server).

    > se lo usassi per attaccarlo alla tv,
    > programmi come vlc su xandros
    > "girerebbero"?

    VLC è nato su Linux, quindi sì.
    Ma ci sono anche altri player (io preferisco Totem, per esempio).

    > o mi tocca optare per il classico lettore divx
    > che vede 2/5 dei
    > codec?

    Volendo puoi installare il pacchetto w32codecs che non è altro che una raccolta di tutti i codec di Windows, utilizzabili da quasi tutti i player multimediali.
    Ci sono anche software per mediacenter. Il più "avanti nello sviluppo" è MythTV (che è un DVR completo ed estendibile tramite plugin), ma io preferisco Elisa Media Center, che fa solo il player e poco altro, ma lo fa bene.

    Bye.
    Shu
    1232
  • esistono varie versioni di ubuntu tarate sull' eeePC, fai una ricerca su ubuntu eeepc per farti un' idea.
    Non le ho mai provate ma immagino che su quelle ci possa installare quello che ti pare, ram, storage e processore permettendo, con la facilità tipica di Ubuntu.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)