SSD, Intel è pronta al grande passo

Entro la fine dell'estate, in concomitanza con il lancio di Centrino 2, il chipmaker introdurrà la sua prima linea di dischi a stato solido con interfaccia SATA. Pensati per rimpiazzare i tradizionali hard disk per notebook

Santa Clara (USA) - Intel sembra finalmente pronta ad entrare con tutto il proprio peso nel settore degli SSD con interfaccia SATA, dispositivi di storage progettati per rimpiazzare i tradizionali hard disk magnetici. Secondo DigiTimes, l'importante debutto avverrà nel terzo trimestre dell'anno, in concomitanza con il lancio di Centrino 2 (Montevina), nuova versione della piattaforma mobile di Intel.

SSD, Intel è pronta al grande passoI dischi flash prodotti fino a questo momento da Intel sono progettati per essere integrati sulla scheda madre del dispositivo ospite: ciò li rende una soluzione alternativa e per certi versi complementare agli SSD tradizionali, che possono invece essere collegati allo stesso connettore PATA o SATA degli hard disk magnetici.

La futura linea di dischi flash di Intel dovrebbe portare il nome di High Performance SSD, e rivolgersi ai notebook di fascia media e alta. Questi dispositivi avranno un formato di 1,8 o 2,5 pollici, una capacità fino a 80 GB e un'interfaccia SATA: il loro supporto sarà nativamente integrato nel chipset alla base di Montevina.
Entro la fine dell'anno Intel dovrebbe lanciare anche un modello di SSD con capacità di 160 GB, seguito nel 2009 da uno con capacità di 250 GB.

L'ingresso di Intel nel settore degli SSD stand alone è destinato a incrementare rapidamente il numero di notebook basati su dischi flash, preparando l'ingresso di queste giovani memorie di massa anche nel segmento consumer.

(fonte immagine)
10 Commenti alla Notizia SSD, Intel è pronta al grande passo
Ordina