Luca Annunziata

Mini-sensori per foto-cellulari

Un produttore statunitense promette chip minuscoli con risoluzioni maiuscole. Sul mercato entro il prossimo anno. Ma solo per i telefoni pi¨ chic

Roma - La corsa al megapixel selvaggio sui cellulari non si ferma. ╚ di ieri la notizia di un produttore asiatico che conta di lanciare in breve un cellulare con fotocamera da 8 megapixel, ma ecco che sulla scena irrompe un peso massimo come OmniVision. L'azienda statunitense, già leader nella produzione mondiale di sensori CMOS dedicati alla telefonia, promette una piccola rivoluzione entro il 2009: sul mercato arriveranno dispositivi super-compatti. Addio ai camera-phone pachiderma?

Il segreto è tutto nella backside illumination (BSI): il produttore spiega in una nota che l'adozione di questa tecnologia consente di realizzare sensori con pixel molto più piccoli, e dunque nel complesso più compatti, ma capaci al contempo di garantire buone prestazioni sul piano fotografico. Grazie al capovolgimento del sensore, che raccoglie la luce da quella che normalmente è la faccia posteriore, è possibile spingersi fino ad una contrazione delle dimensioni di un singolo pixel di appena 1,1 micron. E ci sarà spazio anche per andare oltre.

╚ la stessa OmniVision ad ammettere che la BSI non è una novità assoluta: l'idea è in circolazione da anni, ma si tratterebbe della prima volta che questa tecnologia viene impiegata in un processo industriale. I vantaggi sono innumerevoli: oltre alla qualità dell'immagine che cresce notevolmente, cresce anche la sensibilità senza danneggiare la qualità complessiva con eccessivo rumore di fondo, ed è possibile utilizzare lenti più compatte per la messa a fuoco.
Il risultato saranno dispositivi più snelli, sottili come i più leggeri cellulari in circolazione ma con prestazioni del comparto fotografico superiori anche alle più avanzate soluzioni attualmente in commercio e persino a certe fotocamere.

I primi esemplari del nuovo sensore, denominato OmniBSI, saranno disponibili a partire dal prossimo mese. I primi modelli a montarne uno, tuttavia, dovrebbero arrivare sul mercato non prima del 2009, e solo nella fascia alta dell'offerta: "Il mercato degli apparecchi mobili è brutale quando si parla di prezzo" spiega Anupama Pokharna, ricercatrice di iSuppli, e il costo del nuovo sensore "due o tre volte superiore" a quello degli attuali chip da 3 dollari e 3 megapixel potrebbe limitarne la diffusione nei prodotti più economici.

Luca Annunziata
8 Commenti alla Notizia Mini-sensori per foto-cellulari
Ordina
  • Calma, di cellulari con una dotazione importante di Mpx ormai in giro ce ne sono, eppure i risultati di questa iniezione di potenza non è che siano brillanti, sono spesso lenti, tra lo scatto del pulsante e lo scatto effettivo passa un istante "percepibile", altro ben noto problema legato al "noise" è l'aumento dei Mpx a parità di sensori minuscoli.

    Insomma avere un apparecchio che fa in maniera sufficiente 10 cose diverse, oltre a telefonare è sicuramente pratico e comodo, ma non mi illudo.

    Queste roboati affermazioni sul progresso della Ars Technica, mi fanno un po sorridere, ricordate che c'era chi diceva quasi dieci anni fa che la carta era finità e arrivava il libro elettronico...
    non+autenticato
  • La foto la fa la lente e sui cellulari un ottica non ce la vedo proprio! LOL

    Arriveranno anche a 20mpx perchè il popolo di Lucignolo vuole questo oltre la 500 o mini maraglia.

    E il marketing sfrutta l'ignoranza della gente che a suon di finanziarie si fa inculare.
    non+autenticato
  • ...voglio un cellulare. Se questo mi permette di scattare anche delle foto, benissimo, è un'utilità in più, ma se cominciamo a parlare di una macchinetta fotografica con "adirittura" la possibilità di mandare un sms e di fare delle chiamate brevi... dovremmo mettere tag come "fotografia" e non "telefonia".

    PS: Mi piace la coerenza, un telefono deve rimanere un telefono, al massimo si aggiungono accessori... ma telefonini bisessuali che hanno crisi di identità non mi piacciono
    non+autenticato
  • beh, non sono totalmente daccordo. Tutti gli apparecchi vergono verso la mobilità, verso la piccolezza, e verso la flessibilità.
    Il cellulare daltronde non è altro che un mini computer al giorno d'oggi. Piuttosto di avere 10 oggetti che fanno 10 cose diverse, meglio averne 1 magari un pò più grande che fa tutte e 10 le cose.
    E rimane comunque il fatto che se vuoi soltanto chiamare, c'è sempre il cellulare che è in grado di fare solo quello.
    non+autenticato
  • Certo ... meglio un oggetto che fa 10 cose male che 2 oggetti che ne fanno 3 bene!
    non+autenticato
  • a che serve navigare su internet con il cellulare?si telefona anche senza.a cosa serve il gps nel cellulare?si telefona anche senza. a cosa serve il bluetooh nel cellulare?si telefona anche senza.
    a cosa servono dunque i colori nel dipslay?si telefona anche senza.a che servono gli sms? si telefona anche senza.A cosa serve avere la data nel cellulare?si telefona anche senza.A cosa serve un calendario/organaizer nel cellulare?si telefona anche senza.
    devo continuare?
    credo che sempre e comunque una macchina dedicata sarà superiore, ma forse cambia il target per cui si fanno foto.devi andare in un posto x e decidi di far su una foto ma non hai laa macchina con te.un cell in un qualche modo (qualità ovviamente non eccelsa) ti permette di scattarla.
    non+autenticato
  • Si ma la plebe non ragiona come te ... la plebe è convinta che 5mpx su un cellulare fanno le Foto meglio di una compatta da 3mpx.
    E questa ignoranza è il motore dell'economia.
    non+autenticato
  • In alcune condizioni (sottilineo alcune) le foto del mio N95 sono uguali a quelle della mia Nikon Coolpix 3100. Ovviamente con buona illuminazione e luce uniforme se possibile... Se la luce scarseggia o è non uniforme il sensore satura facilmente oppure distorce.
    Il cellulare è comodo per fare le foto quando non hai la fotocamera dietro... Fare i turisti con un cellulare lo trovo ridicolo ad es, ma ne vedo sempre di più....
    non+autenticato