ADSL, Altroconsumo esplora le tariffe

Sotto la lente dell'associazione le tariffe di otto paesi europei. I risultati sono in bianco e nero. Qualcosa si muove, ma non Ŕ ancora abbastanza

Roma - L'ADSL accelera e frena. Accelera in velocità e frena sui prezzi, che sono in discesa rispetto a un anno fa. Due tendenze apparentemente favorevoli, ma che in Italia non bastano all'utenza che naviga in un mercato poco concorrenziale e costoso per chi sfrutta poco Internet. ╚ questo il quadro dipinto dall'inchiesta di Altroconsumo sulle ADSL praticate dagli operatori di otto paesi europei.

L'indagine ha toccato le offerte di connettività a febbraio 2008 di Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia e Gran Bretagna. La poca competitività del mercato del Belpaese - osserva l'associazione - è sottolineata dalla differenza di prezzo (meno del 3%) tra la miglior tariffa dell''ex-monopolista Telecom Italia e quella dei competitor: "Sintomo che la vera concorrenza, da noi, stenta a decollare" chiarisce Altroconsumo.

I navigatori meno assidui, coloro che sfruttano la rete in modo sporadico e non continuativo (10 ore al mese) sono i più penalizzati: "Il provider italiano più conveniente - spiega Altroconsumo - è Tele2, ma costa il 120% in più della migliore tariffa europea (quella di Talk Talk da 7,70 euro). Ben cinque Paesi ci precedono con offerte più allettanti. Per chi naviga 150 ore al mese (profilo alto), l''Italia invece ha la terza tariffa più economica in Europa (sempre quella di Tele2 da 16,90 euro al mese) per quanto riguarda velocità standard. Per velocità più elevate, però, quasi tutti i paesi europei dell''inchiesta (tranne Spagna e Portogallo) hanno tariffe più convenienti delle nostre".
Anche per quanto riguarda le cosiddette "offerte combinate", che offrono servizi di telefonia affiancati da connettività Internet, le sorprese positive sono poche: "Il contratto più conveniente è il tedesco 2 play 6 Mb dell''ISP Unitymedia, con un costo mensile di 25 euro. Ma anche l''Italia può vantare una tariffa piuttosto vantaggiosa: con soli 4,80 euro in più c''è l''offerta del provider Wooow.it che con il suo contratto Liberatutti Formula Zero permette con 29,80 euro mensili di navigare a 7 Mb in download e 384 Kbps in upload e avere telefonate illimitate verso i telefoni fissi".

"I contratti dei principali provider italiani (Tiscali e Wind Libero) - prosegue l'associazione - si collocano nella fascia di prezzo che va dai 39 ai 40 euro. Costano quindi più del 150% del contratto tedesco". A questo indirizzo è possibile consultare un grafico comparativo di questa tipologia di offerte.

Altroconsumo, però, si vuole spingere oltre alla mera comparazione proponendo un programma di calcolo interattivo con cui l'utente può ottenere una classifica di tutte le offerte di connettività più convenienti in base al profilo di utilizzo dichiarato. E per chi vuole avere una panoramica completa sulle offerte praticate sul mercato italiano, l'associazione mette a disposizione degli utenti una banca dati di tariffe Internet con circa 350 piani tariffari (tra ADSL, ISDN, Fibra ecc) di provider operanti in Italia.
6 Commenti alla Notizia ADSL, Altroconsumo esplora le tariffe
Ordina