Alfonso Maruccia

Taser, 50mila volt sparati al cuore

Non dovrebbe farlo, il produttore dice che non lo fa, però un esperimento sembra indicare che una scarica ben assestata di Taser sia in grado di influenzare i battiti del cuore

Roma - Monta la polemica sui reali effetti dei Taser, le armi cosiddette "non-letali" già dichiarate dall'ONU strumento di tortura inumano e coinvolte in spesso inesplicabili decessi. I taser, se non uccidono, di certo investono il cuore con la loro scarica elettrica micidiale.

Questo almeno è quello che è stato recentemente registrato in Connecticut, dove un paziente dell'Hartford Hospital con battito irregolare ha ripreso il normale ritmo di funzionamento del suo muscolo cardiaco dopo aver subito il "trattamento taser" da parte della security della struttura.

L'uomo, 28 anni, era stato portato nel nosocomio in seguito alle conseguenze di una malriuscita fuga davanti alla polizia che lo braccava, nell'aprile scorso. Nel tentativo di sfuggire alle forze dell'ordine il ragazzo era finito dentro a un lago, sperimentando una temperatura dell'acqua ancora molto rigida. A quanto pare nel precipitoso tentativo di sottrarsi agli agenti il presunto criminale è finito in ospedale con il cuore in aritmia cardiaca a causa di una fibrillazione atriale.
"Era divenuto molto minaccioso e aveva cominciato a urlarmi in faccia, ed è stato allora che ho lasciato la stanza e ho chiamato la sicurezza" ha dichiarato il cardiologo Kyle Richards, che ha trattato il paziente in stato di shock. Gli agenti intervenuti in cardiologia hanno prontamente fatto uso dei taser in loro dotazione, scaricando sul corpo dell'uomo i 50mila volt di ordinanza della pistola.

La scarica è servita a calmare il paziente, e un successivo ECG eseguito da Richards ha mostrato il ripristino delle normali funzionalità del muscolo cardiaco. "Questo è il primo rapporto di un paziente che riceve uno shock di questo tipo e ne ottiene un effetto positivo" ha dichiarato il medico, evidenziando come in sostanza il taser abbia apparentemente funzionato da elettroshock benefico per il cuore dell'individuo.

Richards cita a tale riguardo alcuni studi secondo i quali l'utilizzo delle pistole sui maiali ha provato la loro capacità di influenzare il funzionamento del cuore. Cio' nonostante il medico sostiene di non avere sufficienti evidenze per stabilire, al di là di ogni ragionevole dubbio, una effettiva correlazione tra i taser e il cambiamento di stato nell'organo del paziente.

"Le persone possono passare spontaneamente dalla fibrillazione atriale a un ritmo normale senza alcun intervento" dice il cardiologo, anche se in ultima istanza dichiara di credere comunque al fatto che, evidenze o meno, il taser abbia schockato il cuore dell'uomo fino a fargli cambiare ritmo di marcia.

Alfonso Maruccia
22 Commenti alla Notizia Taser, 50mila volt sparati al cuore
Ordina
  • ...di PI contro taser...è uscito pure un video dove gli stessi poliziotti si sparano addosso con lo strumento per provare di persona le conseguenze. Credo che sia molto più incivile assistere come in questi giorni a manifestanti che lanciano pietre e molotov contro poliziotti divenuti ormai carne da macello e impossibilitati a reagire con armi di difesa non mortali.
    non+autenticato
  • Il fatto e' che se i taser venissero usati AL POSTO delle armi letali, quindi limitatamente a quelle situazioni in cui normalmente si sarebbe usata la pistola, non ci sarebbero problemi, nessuno.

    Ma stando alle cronache i taser vengono usati come storditori per animali, zio cantante...
    non+autenticato
  • > Credo che sia molto più incivile
    > assistere come in questi giorni a manifestanti
    > che lanciano pietre e molotov contro poliziotti
    > divenuti ormai carne da macello e impossibilitati
    > a reagire con armi di difesa non
    > mortali.

    Ah ah ah ah ah ah!
    Questa è la più bella della giornata.
    Non vale nemmeno la pena di rispondere citando la quantità di gente manganellata a morte o sparata "per sbaglio"...
    non+autenticato
  • e si chiamava elettroshock! Hanno inventato l'acqua calda?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cassio
    > e si chiamava elettroshock! Hanno inventato
    > l'acqua
    > calda?

    Cosa c'entra l'elettroshock con il cuore?
    non+autenticato
  • ..un defibrillatore . Da oggi tutte le unità coronariche si doteranno di un Taser .A bocca aperta
    non+autenticato
  • Il defibrillatore può essere utile solo in due condizioni:
    1. fibrillazione ventricolare;
    2. tachicardia ventricolare senza polso

    In tutti gli altri casi di aritmie la defibrillazione precoce non riporta ad un normale ritmo cardiaco il muscolo.

    Il teaser in questione secondo me non c'entra nulla.
  • Per la verità quello che dici non è completo. La Fibrillazione Atriale, aritmia cardiaca benigna, può essere arrestata proprio attraverso una scarica elettrica di intensità appena inferiore a quella usata per la defibrillazione delle aritmie maligne di cui parlavi. Questo intervento, effettuato attraverso l'uso di un defibrillatore, prende il nome di cardioversione elettrica e viene effettuato di routine in tutte le unità coronariche ed i pronto soccorso del mondo...
    non+autenticato
  • Vero, cardioversione elettrica, joule inferiori od uguali alla defibrillazione, ma in modalità Synchro, ovvero la scarica avviene in un preciso momento del QRS in modo tale da non rischiare di innescare una tachicardia ventricolare o una fibrillazione ventricolare, rischio che invece corri se ti taserizzano.

    Ciao
    non+autenticato
  • Cioè, con il dottore li, la sicurezza ha usato un Taser con un soggetto che SICURAMENTE, in quel momento, aveva problemi di cuore?


    Questo è tentato omicidio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Raven
    > Cioè, con il dottore li, la sicurezza ha usato un
    > Taser con un soggetto che SICURAMENTE, in quel
    > momento, aveva problemi di
    > cuore?
    > Questo è tentato omicidio...

    Ci ho pensato anche io... a parte il fatto che in un ospedale gli agenti NON dovrebbero andare armati di taser, per tutta una serie di motivi tra i quali il fatto che alcuni pazienti possono essere collegati a macchine o apparecchiature o contenitori di liquidi infiammabili o erogatori di ossigeno che potrebbero esplodere...
  • > Ci ho pensato anche io... a parte il fatto che in
    > un ospedale gli agenti NON dovrebbero andare
    > armati di taser, per tutta una serie di motivi

    Certo.. meglio una bella pistola. Così l'effetto calmante è assicurato :-/

    > tra i quali il fatto che alcuni pazienti possono
    > essere collegati a macchine o apparecchiature o
    > contenitori di liquidi infiammabili o erogatori
    > di ossigeno che potrebbero
    > esplodere...

    ma che stai a dì?
    Non dovrebbero esserci nemmeno gli interruttori se fosse così. Gli erogatori di gas infiammabili sono a muro, con valcove di sicurezza. Non ci sono liquidi infiammabili (e che è un distributore di benzina?) ne tantomeno rischio di esplosioni.
    Tanto più che un teaser non rilascia scariche a distanza.. e per ottenere un effetto potenzialmente esplosivo dovresti avere una stanza SATURA di gas infiammabile.. e non mi pare il caso di una stanza di un'ospedale.. che ne dici?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ExTrEmE
    > Certo.. meglio una bella pistola. Così l'effetto
    > calmante è assicurato
    > :-/

    Ah, si? Il tizio taserato aveva anche lui una pistola? Ma bloccarlo no? Una manganellata...un cazzottone...un calcio!
    Ce ne sono tanti di modi, bisogna per forza rischiare di ucciderla una persona?
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)