Alfonso Maruccia

Android seminudo per sviluppatori e fedeli

Show-off spettacolare sullo stato dei lavori del quasi-completo progetto Android di Google. Demo a base di caratteristiche esclusive, sistemi di tracking simil-GPS e flessibilità di gestione delle diverse piattaforme hardware

Android seminudo per sviluppatori e fedeliRoma - Google Android, la piattaforma software che minaccia di ridefinire gli standard del mercato mobile, ha messo in mostra alcune delle carte che BigG vuol giocare nel tentativo di scompaginare il settore come e più di quanto abbia fatto finora con il search online.

il sistema in funzioneAlla conferenza per sviluppatori Google I/O tenutasi in quel di San Francisco, gli uomini chiave della Android Community hanno presentato uno smartphone "demo" basato su Android e si sono poi intrattenuti in una sessione di Q&A con la platea. A gestire l'evento c'era Steve Horowitz, engineering director del progetto, il quale non ha lesinato sui dettagli del dispositivo prototipo utilizzato e ha risposto alle domande poste dal pubblico.

Il prototipo di Android messo in mostra a San Francisco girava su un dispositivo dotato di un processore Qualcomm a 528 MHz, touchscreen marcato Synaptics e scheda cellulare per la connessione su rete UMTS - 3,6 Mbps in HSDPA. Il software era presente su una scheda di memoria flash da 256 Megabyte e sfruttava i 128 MB della RAM on-board.

Che cosa è stato capace di fare Android nella demo? Tra le possibilità messe in mostra da Horwitz va annoverata una versione specifica del servizio Google Street View, navigabile sfruttando lo schermo sensibile al tocco. La platea è esplosa in un applauso allorché l'ingegnere ha attivato la "modalità-bussola", grazie alla quale Street View ha potuto sfruttare la bussola e gli accelerometri integrati nel dispositivo per tracciare in tempo reale i movimenti dell'utente sulle cartine virtuali.



Una sorta di sistema di localizzazione GPS senza GPS, la cui presentazione è stata preceduta da una feature altrettanto apprezzata, vale a dire una schermata personalizzabile per bloccare l'accesso al dispositivo con un particolare "pattern" disegnato con le dita sullo schermo. Lo showcase ha previsto anche una sorta di desktop con tanto di icone-collegamento per il lancio veloce delle applicazioni più utili, una barra di stato in grado di mostrare le mail, i messaggi e gli appuntamenti incipienti e una versione mobile del classico senza tempo Pac-Man.

il sistema in funzioneIl termine fissato per il lancio di Android è la seconda metà dell'anno in corso. Nella Q&A session - di cui esiste una trascrizione con video a corredo sul weblog della Community del progetto - gli sviluppatori si dicono soddisfatti dell'attuale stato dei lavori e vogliono ora essere sicuri che il tutto "sia perfetto e che le persone abbiano davvero una buona esperienza consumer" con il prodotto.

I progettisti ne sono convinti: sul lungo termine Android metterà all'angolo le piattaforme concorrenti. C'è solo da attendere che si materializzi sul mercato. A questo proposito Morse, content partner di Punto Informatico, parla di una situazione hardware tutta da definire, di nessuna certezza neanche attorno al chiacchierato HTC Dream e dice: "Proprio in questi giorni si sta costituendo in California una nuova divisione di Motorola dedicata al primo handset che impiegherà Android. Al momento, per il rilascio del primo dispositivo, si parla di una tempistica non inferiore a 12 mesi".

Android viene attualmente sviluppato interamente da Google ma l'azienda promette che verrà rilasciato sotto licenza aperta, una volta raggiunto uno stadio di maturazione considerato "adeguato", una incertezza sul suo status che non tutti ritengono positiva. Ad ogni modo, si tratta di un sistema che dall'open source eredita anche alte caratteristiche di flessibilità, progettato per essere platform-agnostic: il software, assicurano i G-Men, "dovrà lavorare con i dispositivi touchscreen, quelli con D-pad integrato e quelli basati su trackball. Alcuni terminali potrebbero persino non avere uno schermo". Android sarà davvero una revolution?



Alfonso Maruccia
110 Commenti alla Notizia Android seminudo per sviluppatori e fedeli
Ordina
  • Ad ogni modo, si tratta di un sistema che dall'open source eredita anche alte caratteristiche di flessibilità, progettato per essere platform-agnostic: il software, assicurano i G-Men, "dovrà lavorare con i dispositivi touchscreen, quelli con D-pad integrato e quelli basati su trackball. Alcuni terminali potrebbero persino non avere uno schermo". Android sarà davvero una revolution?
    non+autenticato
  • http://www.engadget.com/2008/06/02/nvidia-launches.../

    Ecco quello che mi riferivo, con device come questo, i cellulari che stanno vendendo adesso, diverranno preistoria al quanto in fretta.
    non+autenticato
  • Basta guardare le foto su Wikipedia:
    http://it.wikipedia.org/wiki/IPhone
    ha un interfaccia più pixellosa di un gioco sullo ZX Spectrum e per di più sfocata, praticamente incomprensibile e inutilizzabile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve Ballmer
    > Basta guardare le foto su Wikipedia:
    > http://it.wikipedia.org/wiki/IPhone
    > ha un interfaccia più pixellosa di un gioco sullo
    > ZX Spectrum e per di più sfocata, praticamente
    > incomprensibile e
    > inutilizzabile.


    LOL!!!A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve Ballmer
    > Basta guardare le foto su Wikipedia:
    > http://it.wikipedia.org/wiki/IPhone
    > ha un interfaccia più pixellosa di un gioco sullo
    > ZX Spectrum e per di più sfocata, praticamente
    > incomprensibile e
    > inutilizzabile.

    Cacchio, che figura barbina gli fanno fare quelle foto! SorpresaDelusoPerplessoA bocca aperta
    Se sono state alterate su richiesta di Apple per le ormai solite questioni di proprietà intellettuale, si sono davvero dati una zappa sui piedi di proporzioni epiche! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • in realtà si vede davvero da dio..poi che sia soppravalutato è un altro discorso..cmq una bella innovazione per lo standard del mercato,l'iphone ha cose mai viste fino ad ora che spingono anche gli altri a fare meglio...è ora che la nokia si svegli..quei telefonini del cavolo uguali da 15 anni hanno rotto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: arturo
    > in realtà si vede davvero da dio..poi che sia
    > soppravalutato è un altro discorso..cmq una bella
    > innovazione per lo standard del mercato,l'iphone
    > ha cose mai viste fino ad ora che spingono anche
    > gli altri a fare meglio...è ora che la nokia si
    > svegli..quei telefonini del cavolo uguali da 15
    > anni hanno
    > rotto!

    Non abbiamo dubbi, ma hai visto che schifezze di foto ci sono su wikipedia? Se poi quelle foto sono state "degradate" su richiesta di Apple, o per evitare minacce legali già subite da altri siti, allora è un autogol da imbranati totali Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • Google: ha capito che con la storia della pubblicita' non puo' andare cosi all'infinito,
    Amazon vende libri e musica e tanto altro
    ebay guadagna sulle aste SU OGGETTI FISICI CHE LA GENTE COMPRA
    e google? Adsense
    Il mercato per quanto di servizi non puo' essere solo spendibile nel mercato della pubblicita' a pagamento, e google si butta sul telefonino sperando cosi di avere lo stesso successo di mac e di allargare la fetta di guadagni.
    non voglio difendere apple, pero' capperi c'e' ne passa tra apple e google.
    Apple ha una esperienza di sistemi operativi storica, apple ha una lunga esperienza nei sistemi embedizzati affinato dagli ipod in poi e sa come si fa un sistema operativo.
    Google no! Per me la volonta' di creare android da parte di BigGIM e' il classico atteggiamento da marketing: noi sappiamo fare qualsiasi cosa e meglio di chiunque.
    I problemi saranno tanti e cosi' grossi che dovranno cominciare ad abbassare la cresta.
    io faccio una predizione alla mago zurli;: vogliamo parlare di cosa accadra' a google? io gia' sento il lontananza il fischio prima del tonfo.
    e mi auguro di non fare il nostradamus, per il bene di tutti.
  • - Scritto da: Spectator
    > Google: ha capito che con la storia della
    > pubblicita' non puo' andare cosi
    > all'infinito,
    > Amazon vende libri e musica e tanto altro
    > ebay guadagna sulle aste SU OGGETTI FISICI CHE LA
    > GENTE
    > COMPRA
    > e google? Adsense
    > Il mercato per quanto di servizi non puo' essere
    > solo spendibile nel mercato della pubblicita' a
    > pagamento, e google si butta sul telefonino
    > sperando cosi di avere lo stesso successo di mac
    > e di allargare la fetta di
    > guadagni.

    è un ovvio obiettivo in economia di mercato: nessuno si aspetta che google lo faccia "pro bono", in qualche modo avrà i suoi ritorni - mi viene da pensare già al veicolare i suoi servizi prioritariamente rispetto a quelli concorrenti

    > non voglio difendere apple, pero' capperi c'e'
    > ne passa tra apple e
    > google.

    grazie al cielo!

    > Apple ha una esperienza di sistemi operativi
    > storica, apple ha una lunga esperienza nei
    > sistemi embedizzati affinato dagli ipod in poi e
    > sa come si fa un sistema
    > operativo.

    io non mi vanterei dei firmware degli ipod, tanto per dirne una. in quanto al mac os, essendo sviluppato per supportare un ecosistema hw estremamente limitato quale è quello apple (in numero intendo ovviamente) è giocoforza più stabile di windows, e il so dell'iphone è sviluppato addirittura per un singolo device. sul fatto che apple sappia come fare un so desktop, non ci piove, ma riguardo alle sue capacità di fare firmware e so embedded ho qualcosa da ridire

    > Google no! Per me la volonta' di creare android
    > da parte di BigGIM e' il classico atteggiamento
    > da marketing: noi sappiamo fare qualsiasi cosa e
    > meglio di
    > chiunque.
    > I problemi saranno tanti e cosi' grossi che
    > dovranno cominciare ad abbassare la cresta.

    può capitare, anche se non credo siano così folli da lanciare un so buggato apposta; in più l'approccio open anche se parziale offre molti vantaggi in merito. starà ai singoli produttori far si che la piattaforma base di android funzioni bene sui telefoni, con lo sviluppo di sw e driver dedicati

    > io faccio una predizione alla mago zurli;:
    > vogliamo parlare di cosa accadra' a google? io
    > gia' sento il lontananza il fischio prima del
    > tonfo.

    io non credo sarà un tonfo, mal che vada rimarrà nell'ambito palmare come rimpiazzo di win mobile

    > e mi auguro di non fare il nostradamus, per il
    > bene di
    > tutti.

    spero anch'io Occhiolino
    non+autenticato
  • Dovete sempre tenere presente che le dimostrazioni sono (da sempre) fatte per rendere l'idea di "come vogliono che sarà" una piattaforma, e non di come è.

    Nello specifico, a mio avviso quello che si vede sono delle applicazioni che girano direttamente con chiamate verso l'hardware, e quindi sono fluide perchè sfruttano in esclusiva tutta la potenza del processore.

    Il sistema operativo Android di per sè è lungi dall'essere pronto, se fosse stato up & running su quel terminale e se le applicazioni fossero state scritte per le api del sistema operativo (che si sarebbe posto da filtro verso l'hardware, come avviene con tutti i sistemi operativi) l'effetto sarebbe stato MOLTO diverso.

    Nelle intenzioni di funzionalità Android è un bel sistema, ma tra il dire e il fare c'è di mezzo l'oceano. Google non ha mai avuto know-how per realizzare sistemi operativi, nè fissi nè tanto meno mobili (che sono molto più difficili dei fissi, proprio per le risorse hw limitate), ed è improbabile che faccia meglio di Apple, di Microsoft, di ACCESS o della LiMo foundation in poco tempo. Il prodotto finito è molto lontano da venire.
    non+autenticato
  • Ma l'hai provato Windows Mobile? Non leva neanche le applicazioni dalla memoria e devi far sempre ricorso al task manger per chiuderle... Quando utilizzi un file col media player non lo puoi più cancellare perchè rimane aperto, e l'unico modo per rimuoverlo è aprirne prima uno diverso!

    Penso proprio che sia improbabile che facciano peggio Occhiolino
  • Su questo quoto e straquoto, io resisto su Palm OS proprio per la reattività e l'uso con una mano sola.

    Quello che intendevo dire è di non prendere per buona una demo mostrata quando la piattaforma non è ancora prontaSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Morse.it
    > Su questo quoto e straquoto, io resisto su Palm
    > OS proprio per la reattività e l'uso con una mano
    > sola.

    Io sono passato dal Treo 650 (per me il terzo Palm OS) all'iPhone. Posso solo dire che sono passato da un telefono con tanti gadget ad un telefono con tante funzioni.
    Sostanzialmente l'iPhone fa sembrare tutto il resto roba da museo.

    Android parrebbe essere la seconda alternativa, anche se a mio avviso sembra ripetere l'errore che fece Microsoft quando copiò Windows da Mac OS: mescolare parti copiate da un altro sistema con parti nuove produce un sistema incoerente.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Morse.it
    > > Su questo quoto e straquoto, io resisto su Palm
    > > OS proprio per la reattività e l'uso con una
    > mano
    > > sola.
    >
    > Io sono passato dal Treo 650 (per me il terzo
    > Palm OS) all'iPhone. Posso solo dire che sono
    > passato da un telefono con tanti gadget ad un
    > telefono con tante
    > funzioni.

    Tante funzioni??? Ma se gli mancano un sacco di funzioni e programmi di terze parti che Palm OS ha da anni!!!

    > Sostanzialmente l'iPhone fa sembrare tutto il
    > resto roba da museo.

    Ho capito. Sei un mac-fanatico.Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: garr
    > Tante funzioni??? Ma se gli mancano un sacco di
    > funzioni e programmi di terze parti che Palm OS
    > ha da
    > anni!!!
    da tanti gadget
    a tante funzioni

    gadget <-> funzioni

    >
    > > Sostanzialmente l'iPhone fa sembrare tutto il
    > > resto roba da museo.
    >
    > Ho capito. Sei un mac-fanatico.Deluso

    Questo è quello che hai capito leggendo. Quando ce l'avrai (perché il passaggio Palm OS -> iPhone è praticamente obbligato) capirai tutt'altro (compreso il perché del passaggio obbligato suddetto). A rivederci.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: garr
    > > Tante funzioni??? Ma se gli mancano un sacco di
    > > funzioni e programmi di terze parti che Palm OS
    > > ha da
    > > anni!!!
    > da tanti gadget
    > a tante funzioni
    >
    > gadget <-> funzioni

    Lo so. Infatti Palm OS ha molte più funzioni disponibili, grazie soprattutto a decine di migliaia di programmi terzi.


    > >
    > > > Sostanzialmente l'iPhone fa sembrare tutto il
    > > > resto roba da museo.
    > >
    > > Ho capito. Sei un mac-fanatico.Deluso
    >
    > Questo è quello che hai capito leggendo. Quando
    > ce l'avrai (perché il passaggio Palm OS -> iPhone
    > è praticamente obbligato) capirai tutt'altro
    > (compreso il perché del passaggio obbligato
    > suddetto). A
    > rivederci.

    Uso Palm OS da 5 anni perciò lo conosco molto bene e conosco bene anche l'iPhone avendolo usato per diversi giorni. E all'iPhone manca ancora troppa roba. Per fortuna è in arrivo l'SDK che colmerà le lacune e soprattutto l'emulatore di StyleTap che consentirà di far girare programmi Palm OS sull'iPhone e quindi di avere SUBITO decine di migliaia di applicazioni e funzioni.
    Ma dire che Palm OS ha tante gadget e l'iPhone ha tante funzioni è una trollata perchè è vero il contrario.
    non+autenticato
  • Dicio balle. Basta andare nelle impostazioni del TaskManager, e impostare l'opzione di chiudere i programmi quando si fa tip sulla X. Percaso ne hai avuto uno tra le mani? Diciamo che un telefono come quello descritto in questo articolo nel 2008, l'ho acquistato nel 2006 con Windows Mobile, Gps incluso, e sempre hsdpa. Due anni dopo cosa ci propongono?
    non+autenticato
  • - Scritto da: evvai
    > Dicio balle. Basta andare nelle impostazioni del
    > TaskManager, e impostare l'opzione di chiudere i
    > programmi quando si fa tip sulla X.

    Io ho un HP nuovo con Win Mobile 6 in italiano e questa opzione non la trovo.
  • peer avere questa opzione bisogna aver istallato un plug in che permette di chiudere i programmi tappando sulla X.
    WM di suo NON LO FA!!!
    però per il resto non è poi così male come OS per palmari...
    il mio Jamin con WM5 va una meraviglia...
    mi sembra un po più elastico rispetto al symbian (avevo un Nokia 6680).
    infondo è pur sempre windows, quindi presa la mano col Sistema, e con gli opportuni programmi che ti permetto di maneggiare il registro di sistema, diventa abbastanza efficente (in certi casi anche più dei fratelli maggiori per PC)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Aniello Sansone

    > però per il resto non è poi così male come OS per
    > palmari...

    certo, finché non conosci gli altri

    > infondo è pur sempre windows, quindi presa la
    > mano col Sistema, e con gli opportuni programmi
    > che ti permetto di maneggiare il registro di
    > sistema, diventa abbastanza efficente (in certi
    > casi anche più dei fratelli maggiori per PC)

    ROTFL... eccerto... comodo...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)