massimo mantellini

Contrappunti/ EeePC e il livellamento verso il basso

di Massimo Mantellini - Con Internet la corsa al raddoppio delle capacità dei PC si è spenta. Il portatile da un chilo, poi, ha chiuso definitivamente i giochi

Roma - Osservo mia figlia disegnare con Tux Paint sul piccolo bianco Asus Eee che abbiamo da poco acquistato (un po' per lei e un po' per me) e mentre la osservo penso all'incauta affermazione di Mike Abary di Sony che qualche mese fa dichiarò che la nuova onda dei subnotebook a basso costo (ed il loro enorme successo di vendite) avrebbe avuto un impatto negativo sul mondo dell'informatica, costringendo l'industria ad una rincorsa verso il basso.

Il punto di vista dell'industria - si sa - è spesso molto distante da quello dei consumatori, del resto non potrebbe essere diversamente. Quindi nel caso specifico, in un'ottica puramente industriale, potrà anche accadere che la rincorsa del prodotto di basso prezzo e dalle caratteristiche il più possibile competitive possa trasformarsi in una battaglia al massacro, che non giova agli interessi né delle aziende né dei suoi utenti. Nonostante questo, sarebbe anche interessante notare come spesso le dinamiche industriali, prima ancora di quelle del marketing, abbiano la tendenza a considerare le scelte e gli orientamenti dei consumatori come elementi accessori, talvolta dettati da una colpevole amnesia o da un improvviso collettivo impazzimento.

Che Sony guardi con distacco un segmento di mercato (quello dei subnotebook da 300 dollari) agli antipodi del proprio (quello dei subnotebook da 2000 dollari) resta in ogni caso un evento sospetto per un discreto numero di buone ragioni. La prima è che se osserviamo cosa è accaduto negli ultimi 10 anni, abbiamo a disposizione numerosi esempi di come il valore si sia mantenuto, e spesso sia andato crescendo, mentre il prezzo dei beni o dei servizi che contribuivano a crearlo precipitava. Internet stessa è stata un grimaldello potentissimo nei confronti delle aspettative del mondo dell'informatica. Si pensi a cosa è accaduto al circolo vizioso che per un ventennio ha amorevolmente avviluppato i fornitori di hardware e di software con i propri clienti. Una delle ragioni del sotterraneo insuccesso di Vista - per usare un esempio dei giorni nostri - è per esempio la constatazione del fatto che oggi non esistono più grandi ragioni per aggiornare macchine appena appena stagionate allo scopo di adeguarle alle subentranti richieste di prestazioni da parte del software. Fateci caso: la corsa al raddoppio di capacità di calcolo delle CPU, Ram, spazio disco, memoria video ecc da quando Internet è il centro del computing si è definitivamente spenta. I grandi store di informatica sono pieni di clienti usi ai vecchi pantani del pianeta informatico che chiedono: "Scusi questo PC va bene per navigare su Internet?" E la risposta è invariabilmente e sempre "sì", qualsiasi sia il modello in questione.
Abbiamo vissuto per molti anni in un ambiente commercialmente drogato da questa sacra alleanza fra hardware e software, ed oggi che da un lato questa unione ha smarrito molto del suo potere e contemporaneamente la capacità di indirizzo degli utenti sui prodotti è molto aumentata (proprio in relazione alla facilità con cui in rete si diffondono le notizie sui buoni prodotti così come su quelli cattivi), forse qualcuno sta iniziando a perdere un po' il senso della misura.

Il gran numero di recenti competitori dell'Asus Eee (che nel frattempo per non smentirsi ha deciso di interrompere la propria talentuosa intuizione commerciale vendendo il prossimo modello di Eee ad un prezzo eccessivamente alto) oltre a livellare verso il basso la grande industria dei portatili di piccole dimensioni, apre scenari di utilizzo di simili macchine che forse a Sony non sono mai interessate, come per esempio poter acquistare un vero PC portatile che pesa un kg con il quale mia figlia possa tranquillamente scrivere o disegnare o guardare un video delle Winx su Youtube senza timore di fare grossi danni su una macchina "da adulti". Oppure, e molto più seriamente, è stata in grado di portare all'attenzione generale la questione della alfabetizzazione informatica sia del terzo mondo che di tutti coloro i quali ancora oggi percepiscono il computer come un bene di lusso e accessorio.

La grande corsa al nuovo filone aureo scoperto dall'Asus Eee non è solo la scoperta di un segmento di mercato molto sottovalutato dalle dinamiche del mondo informatico occidentale, ma è anche l'affermare a denti stretti che è oggi possibile costruire macchine molto potenti a prezzi molto bassi e, per tale ragione, capaci di rivoluzionare l'approccio alle nuove tecnologie in numerosi paesi in via di sviluppo spazzando via l'alibi principale che ne allontanava l'uso, quello del prezzo.

Come spesso accade, i fenomeni sociali indotti dalle nuove tecnologie sono difficili da immaginare: per esempio chi avrebbe potuto immaginare che la meritoria iniziativa di Nicholas Negroponte per i laptop a 100 dollari avrebbe avuto il merito di aprire un nuovo mercato in un ambito che fino a ieri tutti quanti assegnavano solo e comunque al buon cuore (e al denaro) dei mecenati ed alle iniziative della cooperazione internazionale?

Improvvisamente, al traino dell'Asus Eee, l'intera industria informatica sembra oggi impegnata nella battaglia per rendere disponibili computer portatili piccoli e poco costosi (l'ultima è stata Dell solo qualche giorno fa) i cui spazi di utilizzo sono ancora, in parte, da immaginare. Un livellamento verso il basso che, in definitiva, non sembra poi così male.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo
392 Commenti alla Notizia Contrappunti/ EeePC e il livellamento verso il basso
Ordina
  • esce l'articolo su eeeBOX?

    ragazzi anni che siete qua,
    e ancora non avete capito come girano le cose Imbarazzato

    o forse sono io ad avere qualcosa in più...
    quindi vi farò la seconda Rivelazione Sconcertante:
    non vi dice nulla il mio nick?

    Ebbene sono io, nr: Gesu (quello del forum eh!)
    non+autenticato
  • bho secondo me è pubblicità gratuita alla asus....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Amico di Mant
    > bho secondo me è pubblicità gratuita alla asus....

    Ti sbagli, PI non fa bubblicità per asus.
    Questa invece è pubblicità per asus (più o meno A bocca aperta ):

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 giugno 2008 15.56
    -----------------------------------------------------------
    non+autenticato
  • - Scritto da: Appare Palese Che
    > - Scritto da: Amico di Mant
    > > bho secondo me è pubblicità gratuita alla
    > asus....
    >
    > Ti sbagli, PI non fa bubblicità per asus.
    > Questa invece è pubblicità per asus (più o meno
    >A bocca aperta
    > ):
    >
    > [img]http://tinyurl.com/4m73p7/members/host/?ASUS-
    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 giugno 2008 15.56
    > --------------------------------------------------

    machecc...!
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Ma dove l'hai trovata? Sembra tedesco... A bocca aperta
  • non si vede l'immagine, usate un servizio di Hosting che non usi paletti.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > non si vede l'immagine, usate un servizio di
    > Hosting che non usi
    > paletti.

    Ma tu non sei un utente registrato?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Appare Palese Che
    > - Scritto da: Amico di Mant
    > > bho secondo me è pubblicità gratuita alla
    > asus....
    >
    > Ti sbagli, PI non fa bubblicità per asus.
    > Questa invece è pubblicità per asus (più o meno
    >A bocca aperta
    > ):
    >
    > [img]http://tinyurl.com/4m73p7/members/host/?ASUS-
    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 giugno 2008 15.56
    > --------------------------------------------------

    Quoto Rotola dal ridere
  • Sono d'accordo, la tendenza è esattamente opposta...
    Senza parole...
    non+autenticato
  • L'Eeepc di Asus è sicuramente un prodotto coraggioso, perchè sfida un mercato informatico pronto da tempo a prodotti simili, ma che per ragioni varie - fra cui la mancanza di supporti di collegamento ad internet ampi, funzionali ed a costi ridotti, e perchè no, il classico guadagno - non ha mai deciso di proporre qualcosa che davvero rispondesse alle esigenze di quegli utenti che, informatizzati al minino delle possibilità che un computer può dare e con esigenze di trasporto facile, non sono interessati alle prestazioni ma alle "semplici funzionalità", come scrivere un documento in word, navigare, ascoltare musica, vedere video in qualità base ecc... dovunque vogliano.
    Vedremo se l'Eeepc soddisferà davvero questa fetta di mercato, fra un anno o poco più si saprà se è un oggetto resistente nel tempo, che davvero permetta di navigare in rete in sicurezza (un antivirus/antispyware ed un firewall serio installati su un pc anche potente non aiutano di certo le prestazioni, ma per navigare seriamente vanno installati), che possa essere al passo con le innovazioni tecniche e software senza dover essere per forza sostituito interamente da una sua versione aggiornata.
    Se funzionerà, ed ora tutto sembra portare a questo, si svilupperà questa nuova categoria di prodotti, si spera solo che l'utente/acquirente possa essere comunque adeguatamente informato delle potenzialità e dei limiti di questo segmento di prodotti, ma soprattutto spero che questa nuova categoria non penalizzi chi, al contrario, necessita di prestazioni e tempi di calcolo ridotti, di chi vuole una navigazione fluida davvero, di chi col pc ci vuole davvero giocare,lavorare e svagare a pieno.
    Parere personale: Amo i computer (pc o mac che sia) e so che possono fare molto, per me l'Eeepc non è altro che un palmare di ultima generazione, solo un po' più figo e meno caro, ma voglio, fra 5 anni, poter acquistare ancora pc che spingano con potenza ed affidabilità.
    non+autenticato
  • Nell'uso quotidiano, casalingo,lavorativo che sia NON serve piu' un pc di grande potenza ma di grande usabilita' e stabilita'.
    Sinceramente che il rendering delle pagine web di explorer ci metta 1 secondo in piu' di quello di Firefox non me ne frega niente...a me interessa che il mio NAVIGARE sia PROTETTO e SICURO e non ultraveloce tanto da non poterne nemmeno apprezzare la differenza.
    Il pc che viene vissuto come un "attrezzo" da lavoro e svago (tralasciano il campo GIOCHINI) e' tra i piu' diffusi e solo la rincorsa (spesso COSTRETTA) all'ultima versione del tal software ci nega la tranquillita' del lavro senza intoppi o rallentamenti.
    L'esempio lampante e' la suite Microsoft Office...ho visto realta' passare dal 97 al 2007...perche' E' MEGLIO,usavano il 40% della suite 97 e adesso usano il 5% della 2007...con difficolta' nel cambiamento e cambio parco hardware per la fruibilita'...
    Ha senso?
    Il mercato spinge per appipparci nuove fantastiche e NECESSARIE suite, noi lo assecondiamo e quindi ci freghiamo da soli.
    La verita' e' che ,se realmente si volesse,con un pc considerato di fascia BASSA potremmo fare quasi tutto e a costi nettamente contenuti...ma questo a QUALCUNO non piace...ovviamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky

    > Nell'uso quotidiano, casalingo,lavorativo che sia
    > NON serve piu' un pc di grande potenza ma di
    > grande usabilita' e stabilita'.

    Finché mi parli di "casalingo", ci può stare (anche se poi dipende da cosa ci fa uno a casa... io per esempio monto fimiti amatoriali ed essendo appassionato di forografia ho tante di quelle foto che sull'eee manco ci starebbero)
    Se mi parli di uso "lavorativo" vorrei metterci te a lavorare 8h/giorno su un display da 7" (senza contare che poi, a seconda di che lavoro fai, puoi avere o meno di bisogno di determinate carateristiche che l'eee NON HA)

    > Sinceramente che il rendering delle pagine web di
    > explorer ci metta 1 secondo in piu' di quello di
    > Firefox non me ne frega niente...a me interessa
    > che il mio NAVIGARE sia PROTETTO e SICURO e non
    > ultraveloce tanto da non poterne nemmeno
    > apprezzare la differenza.

    protetto da che? non è che l'eee, in quanto tale, è maggiormente protetto... se ti compri la versione con XP sei sottoposto agli stessi rischi di virus, spyware, ecc... mentre se sei tanto pollo da abboccare alle mail di bancoposta, qualsiasi sistema usi sei fregato

    > Il pc che viene vissuto come un "attrezzo" da
    > lavoro e svago (tralasciano il campo GIOCHINI) e'
    > tra i piu' diffusi e solo la rincorsa (spesso
    > COSTRETTA) all'ultima versione del tal software
    > ci nega la tranquillita' del lavro senza intoppi
    > o rallentamenti.

    e...?

    > L'esempio lampante e' la suite Microsoft
    > Office...ho visto realta' passare dal 97 al
    > 2007...perche' E' MEGLIO,usavano il 40% della
    > suite 97 e adesso usano il 5% della 2007...con
    > difficolta' nel cambiamento e cambio parco
    > hardware per la fruibilita'...
    > Ha senso?

    No, ma checc'entra?

    > Il mercato spinge per appipparci nuove
    > fantastiche e NECESSARIE suite, noi lo
    > assecondiamo e quindi ci freghiamo da
    > soli.

    certo... finché la gente scarica tutto quello che vuole dal p2p... se si imparasse, più semplicemente, ad essere onesti e a pagare quello che si usa, stai tranquillo che questa corsa non ci sarebbe

    > La verita' e' che ,se realmente si volesse,con un
    > pc considerato di fascia BASSA potremmo fare
    > quasi tutto e a costi nettamente contenuti...ma
    > questo a QUALCUNO non piace...ovviamente.

    se vuoi possiamo anche abolire l'autombile e andare tutti in giro in bici... tanto nel traffico il tempo di percorrenza è lo stesso (anzi, è meglio la bici). Oppure, potresti buttare il tuo TV LCD 42" full HD e usare un CRT da 26" in 4:3, che tanto le trasmissioni le vedi lo stesso... (per non parlare dell'inutile digitale terrestre).

    Ragazzo mio, il progresso va avanti e non si può fermare, bisogna semplicemente imparare ad usarlo coscienziosamente
    non+autenticato
  • - Scritto da: ricorsivo
    > - Scritto da: Ricky
    >
    > > Nell'uso quotidiano, casalingo,lavorativo che
    > sia
    > > NON serve piu' un pc di grande potenza ma di
    > > grande usabilita' e stabilita'.
    >
    > Finché mi parli di "casalingo", ci può stare
    > (anche se poi dipende da cosa ci fa uno a casa...
    > io per esempio monto fimiti amatoriali ed essendo
    > appassionato di forografia ho tante di quelle
    > foto che sull'eee manco ci
    > starebbero)
    > Se mi parli di uso "lavorativo" vorrei metterci
    > te a lavorare 8h/giorno su un display da 7"
    > (senza contare che poi, a seconda di che lavoro
    > fai, puoi avere o meno di bisogno di determinate
    > carateristiche che l'eee NON
    > HA)
    >
    > > Sinceramente che il rendering delle pagine web
    > di
    > > explorer ci metta 1 secondo in piu' di quello di
    > > Firefox non me ne frega niente...a me interessa
    > > che il mio NAVIGARE sia PROTETTO e SICURO e non
    > > ultraveloce tanto da non poterne nemmeno
    > > apprezzare la differenza.
    >
    > protetto da che? non è che l'eee, in quanto tale,
    > è maggiormente protetto... se ti compri la
    > versione con XP sei sottoposto agli stessi rischi
    > di virus, spyware, ecc... mentre se sei tanto
    > pollo da abboccare alle mail di bancoposta,
    > qualsiasi sistema usi sei
    > fregato
    >
    > > Il pc che viene vissuto come un "attrezzo" da
    > > lavoro e svago (tralasciano il campo GIOCHINI)
    > e'
    > > tra i piu' diffusi e solo la rincorsa (spesso
    > > COSTRETTA) all'ultima versione del tal software
    > > ci nega la tranquillita' del lavro senza intoppi
    > > o rallentamenti.
    >
    > e...?
    >
    > > L'esempio lampante e' la suite Microsoft
    > > Office...ho visto realta' passare dal 97 al
    > > 2007...perche' E' MEGLIO,usavano il 40% della
    > > suite 97 e adesso usano il 5% della 2007...con
    > > difficolta' nel cambiamento e cambio parco
    > > hardware per la fruibilita'...
    > > Ha senso?
    >
    > No, ma checc'entra?
    >
    > > Il mercato spinge per appipparci nuove
    > > fantastiche e NECESSARIE suite, noi lo
    > > assecondiamo e quindi ci freghiamo da
    > > soli.
    >
    > certo... finché la gente scarica tutto quello che
    > vuole dal p2p... se si imparasse, più
    > semplicemente, ad essere onesti e a pagare quello
    > che si usa, stai tranquillo che questa corsa non
    > ci
    > sarebbe
    >
    > > La verita' e' che ,se realmente si volesse,con
    > un
    > > pc considerato di fascia BASSA potremmo fare
    > > quasi tutto e a costi nettamente contenuti...ma
    > > questo a QUALCUNO non piace...ovviamente.
    >
    > se vuoi possiamo anche abolire l'autombile e
    > andare tutti in giro in bici... tanto nel
    > traffico il tempo di percorrenza è lo stesso
    > (anzi, è meglio la bici). Oppure, potresti
    > buttare il tuo TV LCD 42" full HD e usare un CRT
    > da 26" in 4:3, che tanto le trasmissioni le vedi
    > lo stesso... (per non parlare dell'inutile
    > digitale
    > terrestre).
    >
    > Ragazzo mio, il progresso va avanti e non si può
    > fermare, bisogna semplicemente imparare ad usarlo
    > coscienziosamente

    Non sono d'accordo su come tu la vedi, insomma si sa che l'eeepc non è un fulmine ma credo che non sia stato concepito per esserlo, dici che non puoi usarlo per il montaggio video, bè nemmeno per questo è stato progettato, dici che il monitor è troppo piccolo, bè io ho un eee 900, in effetti il 7' era troppo piccolo ma il 9' credo sia un altra cosa. Nessuno sta dicendo che questo notebook sostituisce quelli da 2000euro ma può essere una scelta: Perchè spendere 2000euro per acquistare una macchina che si sà già in partenza non verrà mai sfruttata a pieno, quando si può acquistarne una da 400 che soddisfa pienamente le tue esigenze? Perchè fino a qualche mese fa per avere un "portatile" a meno di 1000 euro dovevo acquistane 1 con schermo da 15" minimo che di portatile aveva solo il nome?. Spendere 1000 euro per un notebook che avrei usato salturiamente sarebbe stato eccessivo per me anche se era da un bel po che ci pensavo. L'eeepc rappresenta quel che cercavo. La macchina che permetta di fare ciò che il 90% delle persone fa con un portatile, ad un prezzo "onesto", e ad una portabilità senza eguali. (lo so che esistono alternative da 2000 euro ma ti voglio vedere se le porti in giro con la stessa tranquillità...)
    non+autenticato
  • In una società cresciuta sulla base di invidie e conflitti col vicino di casa dove "chi ha di meno è un fallito" (v. Borat e Ping Tribù) il pc "ultra" non è mai abbastanza
  • - Scritto da: Ricky
    > Nell'uso quotidiano, casalingo,lavorativo che sia
    > NON serve piu' un pc di grande potenza ma di
    > grande usabilita' e
    > stabilita'.
    > Sinceramente che il rendering delle pagine web di
    > explorer ci metta 1 secondo in piu' di quello di
    > Firefox non me ne frega niente...a me interessa
    > che il mio NAVIGARE sia PROTETTO e SICURO e non
    > ultraveloce tanto da non poterne nemmeno
    > apprezzare la
    > differenza.
    > Il pc che viene vissuto come un "attrezzo" da
    > lavoro e svago (tralasciano il campo GIOCHINI) e'
    > tra i piu' diffusi e solo la rincorsa (spesso
    > COSTRETTA) all'ultima versione del tal software
    > ci nega la tranquillita' del lavro senza intoppi
    > o
    > rallentamenti.
    > L'esempio lampante e' la suite Microsoft
    > Office...ho visto realta' passare dal 97 al
    > 2007...perche' E' MEGLIO,usavano il 40% della
    > suite 97 e adesso usano il 5% della 2007...con
    > difficolta' nel cambiamento e cambio parco
    > hardware per la
    > fruibilita'...
    > Ha senso?
    > Il mercato spinge per appipparci nuove
    > fantastiche e NECESSARIE suite, noi lo
    > assecondiamo e quindi ci freghiamo da
    > soli.
    > La verita' e' che ,se realmente si volesse,con un
    > pc considerato di fascia BASSA potremmo fare
    > quasi tutto e a costi nettamente contenuti...ma
    > questo a QUALCUNO non
    > piace...ovviamente.

    quoto, i terminali sono il futuro
    ma la gente se ne accorgerà quando inizierà ad aver bisogno di 1 coputer per stanza che spendere inutilmente 1000 euro a botta non è tanto logico...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)