TNTVillage è di nuovo tra noi

Il celebre sito-comunità di scambio torna online dopo alcuni giorni di maretta causati dalla presa di posizione del suo precedente provider. A Punto Informatico spiega: si deve solo sperare che quanto accaduto sia un fatto isolato

Roma - Quando si è diffusa la notizia della sua improvvisa scomparsa la scorsa settimana, molti hanno temuto che la celebre comunità di scambio online TNTVillage avesse terminato il suo corso. Così non è: oltre a qualche possibilità di aggirare il blocco imposto alla comunità dal provider che l'ospitava, TNTVillage ha comunicato a Punto Informatico nelle scorse ore di essere tornata online.

i forum di tnt


Il nuovo indirizzo è tntvillage.scambioetico.org, il sito si appoggia quindi a ScambioEtico.org, almeno per il momento. Le speranze dei promotori di TNTVillage però sono di poter recuperare al più presto il dominio storico, TNTVillage.org, al momento ancora locked per volontà del fornitore DynDNS.
Sul nuovo dominio è attivo, tra le altre cose, anche un forum dedicato alla "ricostruzione dopo il terremoto" che entra nel dettaglio delle problematiche tecniche a cui si va incontro in questo periodo di transizione e che toccano da vicino la comunità di file sharing, in quanto solo con alcune modifiche si potranno riprendere appieno le attività.

"Questo incidente - spiegano a Punto Informatico fonti di TNTVillage - ci ha danneggiato moltissimo in quanto tutti i peer che erano collegati ai torrent possono collegarsi tra di loro solo attraverso DHT: per ricontattare il tracker è necessario riscaricare i torrent da TNT Village ai quali con una query abbiamo modificato l'announce". Un problema aggirabile benché rognoso: l'appello ai membri della community è di cancellare "il vecchio torrent, scaricare il nuovo torrent e mettersi in seed" per tutti i materiali di interesse eventualmente senza seed.

Di certo quanto accaduto, oltre a disturbare una nota comunità online, induce una riflessione ancora una volta sulle "chiavi della rete" e su quanto facilmente talune attività seguite da molti utenti possano passare brutti momenti. Sebbene DynDNS sostenga di aver bloccato il dominio di TNTVillage per presunte e non meglio definite attività spammatorie, fonti del villaggio spiegano a Punto Informatico che "il 21 maggio scorso dyndns.com ha modificato il disclaimer di policy inserendo al punto 12 pregiudiziali per domini adibiti ad hub e con tracker che perseguono violazioni sul diritto d'autore". Questo significa che il servizio ora può essere sospeso senza preavviso.

Una situazione difficile, spiegano le fonti di TNTVillage, e il timore è che quanto accaduto possa essere dovuto ad un'azione antipirateria di cui però non si ha alcuna notizia ufficiale. Se così fosse, di certo sarebbe venuta a mancare una qualsiasi trasparenza in merito. Dicono gli uomini del villaggio a proposito di dynDNS: "Non rispondono alle nostre mail e quindi non sappiamo se questa è una loro iniziativa oppure se l'oscuramento sia stato loro richiesto da qualche major o organizzazione di antipirateria, certo è che se questa diventasse la nuova frontiera di lotta ai siti che offrono servizi di file sharing le cose si metterebbero molto male".

TNTVillage, comunque, procede, ed anzi i sostenitori della community che han scritto in queste ore sembrano ben determinati a profondersi in uno sforzo rinnovato. "Stiamo ricucendo - spiegano le fonti di TNT Village a Punto Informatico - anche se è desolante vedere moltissimi torrent a zero peer. Ma siamo fermamente intenzionati a proseguire la nostra esperienza".
55 Commenti alla Notizia TNTVillage è di nuovo tra noi
Ordina
  • il libero scambio va protetto...
    non+autenticato
  • io dico solo W L'OPENSOURCE e A MORTE I SOFTWARE CON I COSIDETTI DIRITTI D'AUTORE, sono solo una presa per il culo...e poi solo in EUROPA[non i tutti gli stati] e in USA esistono?!?!?E il resto del mondo?!?!?! Ah già dimenticavo guerre varie per la conquista dell'ORO NERO.

    Esempio palese: MICROSOFT RUBA ALL'OPENSOURCE, gli mette il marchio della bestia e rivende a prezzi inacessibili(poi magari funzionavano i loro prodotti).

    Altro Esempio palese: Film, io amo l'horror e negli ultimi 10 anni film horror degni di portar tale acronimo nn esistono,fanno ridere ed io amante di sto genere per le fottute leggi dovrei pagare per andar a vedere del materiale spacciato per un genere che in relatà non lo è.

    Potrei continuare all'infinito sui prodotti coperti da diritto d'autore che nn valgono manco una cicca di sigaretta fumata. Perke ususfruisco dei cosidetti P2P e/o Warez Link?!?! La risposta è semplice: Preview... prima vedo l'anteprima(di qualsiasi cosa), se mi piace compro(in caso di software/giochi pc) e/o vado a vederlo al cinema e/o compro il dvd (in caso di film).Io penso che il P2P o lo stesso Warez World(alla fine il p2p rientra tra i warez) serva per far capire cosa comprare e cosa scartare perke chi ruba sulle spalle del popolo sono proprio i MAJOR che pensano solo ai loro di interessi.

    Appoggio a pieno tutti quelli che insistono col dire: I MAJOR ABASSASSERO I PREZZI E FORSE SI POTREBBE LIMITARE IL FENOMENO PIRATERIA(dico limitare perke se prendiamo la cina ad esempio, cè una legge che ti consente di clonare opere create da altrui).

    Scusatemi per l'enorme risposta ma dovevo sfogarmi...Fanno leggi che dovrebbero rinchiudere chi l'ha fatta sta legge, dato che costui è il primo utente di una lunga lista che la viola sta legge.

    PS. in Italia con tutte le variazioni di legge sul copyright nn si capisce piu un CAISER perke dicono che è VIETATO FARSI IL BACKUP DI UN CD/DVD REGOLAMENTE ACQUISTATO. Qui nasce domanda: CAZZO LI VENDETE A FARE I SUPPORTI e/o HARDWARE DI MEMORIZZAZZIONE DATI?!?!?!
    non+autenticato
  • sono tranquillo no problem
    non+autenticato
  • tnt village e ottimo e veloce
    non+autenticato
  • Da un punto di vista meramente informatico ci sono molte tecnologie che potrebbero usarsi per fare del file sharing, molti commentatori hanno dato esempio della loro bravura (è ironico !!!) menzionandene qualcuna !!! Ma alla fine qui non si tratta di un discorso tecnico qui si tratta della messa sotto accusa di migliaia di persone che a detta loro farebbero cose illegali !!!
    Ma perchè non si fanno una autoanalisi sti imbecilli e vedono di capire perchè ce sto malcontento in giro (guardate che anche se siamo forti in italia il peer to peer non è una cosa solo nostrana !!! anzi ce ne molto di piu' in giro (vedi paesi dell'est oppure Asia e America !!!!) quindi qui dobbiamo solo renderci conto che stiamo in questa situazione perchè abbiamo come PdC un idiota che fa soldi con il Cinema e la TV e se gli tocchi del suo a sta gente si incazza !!!
    Logico che la GDF sono persone abbastanza intelligenti per fare il minimo indispensabile (dato che sanno che in realtà dovrebbero arrestare lui e non NOI !!!) pero' cio' non di meno devono fare qualcosa per dimostrare che lavorano e allora tirano ste menate !!!
    Quindi sono sicuramente felice che TNT è rinato ma dobbiamo aspettarci di sicuro uno dieci cento altri fermi !!! Perchè a detta loro gli stiamo togliendo il pane di bocca (questo è quello che dicono i dirigenti MediaSet e in genere i distributori cinematografici !!!) nella realtà tentano invano di inventare nuove censure e nuove protezioni (vedi Blue Ray e menate del genere !!!) che durano il tempo di una farfalla (campa tipo 3 giorni !!!) NON HANNO CAPITO E NON CAPIRANNO MAI CHE IL MONDO E' CAMBIATO !!!!
    SONO LORO CHE NON CAMBIANO MAI !!! CHE PENSANO CHE TUTTI GLI ALTRI SIANO IDIOTI !!!
    QUINDI VANNO BENE TUTTE LE TECNOLOGIE E QUALSIASI DISCORSO TECNICO VOGLIATE INTRAPRENDERE L?IMPORTANTE E CHE SI CONTINUI !!! CHE NON SI ABBIA LA PAURA DI SENTIRSI OSSERVATI PERCHE' SONO LORO NEL TORTO !!!
    Dr JAckill
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)