Enrico Giancipoli

IBM Lotus Symphony: chi ha detto Office?

Rilasciata nei giorni scorsi la versione stabile della suite di software per l'ufficio di IBM. Gli omologhi di Word, Excel e PowerPoint ma a costo zero

Roma - Nel mondo dell'informatica, quello di Lotus è un nome glorioso: correva l'anno 1983 quando Lotus Development Corporation - ossia Lotus prima di essere acquisita da IBM - rilasciava Lotus 1-2-3, uno dei primi fogli elettronici commerciali della storia. Basato su OpenOffice ed Eclipse, il nuovo Lotus Symphony, come a dire il nome Lotus evoluto al 2008, offre un foglio di calcolo, un programma di videoscrittura ed uno di presentazioni. Completo il supporto per il formato ODF, Microsoft Office e Lotus SmartSuite, mentre assente - per ora - la compatibilità con OOXML.

il logo della suiteLa suite di software per l'ufficio è distribuita gratuitamente sia a privati che ad aziende; tuttavia IBM si sta mobilitando per fornire supporto tecnico a pagamento per le grandi aziende. Proprio questo tipo di servizio dovrebbe assicurare sussistenza e sviluppo del software. Per Steve Mills - vicepresidente senior IBM - proprio questo aspetto, ed il supporto in 24 lingue, rendono Lotus Symphony un prodotto globale pronto per il business.

Si rafforza quindi, con l'apporto di IBM, la flotta di software gratuito per l'ufficio che si pone sul mercato in modo contrapposto al leader del settore, Microsoft Office.
Al già rodato OpenOffice, agli esperimenti online di Google come Google Docs e al meno conosciuto ThinkFree ora si aggiunge anche Lotus Symphony. Questo tipo di software, sostengono in IBM, potrebbe far risparmiare alle aziende molto denaro sotto il profilo delle licenze e degli investimenti per l'adozione dei formati standard. Inoltre la recente notizia del supporto ODF anche in Microsoft Office apre ulteriori prospettive per quelle suite che, come Simphony, pongono il formato open al centro del proprio sviluppo.

Lotus Symphony è disponibile per Windows XP, Windows Vista e Linux, ma è doveroso far notare che pur essendo gratuito a differenza di OpenOffice è rilasciato con licenza proprietaria. Niente codice sorgente. Anche i requisiti di sistema sono più elevati di quelli di OpenOffice, a causa soprattutto del ricorso alla Java Virtual Machine: difficile farlo girare con meno di 512 MB di RAM, quindi poco adatto almeno per i vecchi computer.

Agli sviluppatori è fornito comunque un developer toolkit gratuito per lo sviluppo indipendente di mashup, applicazioni composite o semplici plugin.

Enrico "Fr4nk" Giancipoli
40 Commenti alla Notizia IBM Lotus Symphony: chi ha detto Office?
Ordina
  • mentre on openoffice non ci sono problemi
    non+autenticato
  • interessante, non ho modo di provarlo al momento ma leggendo i commenti sopra mi sembra abbia pro e contro abbastanza limpidi quindi chiedo esplicitamente:

    piccolo ufficio che si basa su email e documenti semplici (no macro), lo consigliate?

    avete esperienza in senso di introduzione dei dipendenti all'interfaccia leggermente diversa?

    le macchine sono tutte al max 1GB di ram + AMD Athlon o Core2duo fascia bassa.
    non+autenticato
  • E ho provato le varie Beta che si sono susseguite, mentre non ho ancora visto la versione 1.

    L'interfaccia è estremamente gradevole, migliore di quella dei concorrenti più diretti (ooo, Koffice, MSOffice), tanto che anche ooo 3 ne "preleverà" la schermata iniziale.

    Le funzioni sono più limitate di quelle dei citati concorrenti, e non sempre le formule Calc, le tabelle Wirter e le immagini incluse rendono come atteso.

    L'uso è gradevole, e per attività limitate e standard (le raccomandatae all'amministratore del condominio o la tabellina dei pesi per la dieta col grafico 3D) va benissimo (ma lo uso su una macchina piuttosto carrozzata: un AMD3500+ del 2003 con 2GB di RAM). Se però si devono portare a termine task un po' più complessi (come la razionalizzazione e conversione in ebook dei testi di Project Gutenberg, o l'organizzazione di un team di progetto) meglio rivolgersi a software più ricchi di funzionalità.

    Grandi potenzialità, ma ancora non espresse.
    E la mancanza di un database che non imiti l'inutile, sgradevole e antiproduttiva interfaccia di Access si sente parecchio.
    non+autenticato
  • Info molto utili, grazie. Se avessi tempo sarebbe molto bello se potessi fare un'analisi ancora più dettagliata, visto che, almeno tra quanti hanno postato in questo forum, sembri essere quello che con questo prodotto ha avuto l'esperienza diretta più lunga.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Homo Scribens
    >
    > Grandi potenzialità, ma ancora non espresse.
    > E la mancanza di un database che non imiti
    > l'inutile, sgradevole e antiproduttiva
    > interfaccia di Access si sente
    > parecchio.

    Lotus Approach?

    In ogni caso penso che non sia lo scopo della suite. Domino Designer e gli altri prodotti servono a questo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Homo Scribens


    > E la mancanza di un database che non imiti
    > l'inutile, sgradevole e antiproduttiva
    > interfaccia di Access si sente
    > parecchio.

    un'alternativa che non sia "antiproduttiva" e che puoi citare come valido esempio?

    per un uso comune in ufficio
    non+autenticato
  • Qualche mese fa avevo provato la Beta e mi sembrava che come tale fosse abbastanza promettente. In una beta accetti problemi ed errori. Adesso siamo alla 1.0....
    Gli errori di runtime non si contano (uso Windows Xp) e provando a caricare dei documenti di testo creati con OpenOffice, con magari un po' di formattazione, qualche immagine e via dicendo, il rendering della pagina è adir poco inaccettabile quando non si inchioda tutto in apertura.
    Insomma direi che devono ancora "mangiare qualche panino" per essere interessanti.
    Ad ogni modo penso possa essere carina la nuova interfaccia con i comandi pèossibili sulla barra di Destra. Ovviamente non avendo potuto usarlo a lungo per tutti i problemi di stabilità e compatibilità non so se poi è solo bellina o anche funzionale
  • Mi lascia un po' perplesso la scelta di Eclipse, che notoriamente non è proprio un peso piuma (a scanso di trollate, ci lavoro tutti i giorni con Eclipse quindi so di cosa sto parlando)... lo proverò ma sono piuttosto perplesso, tra l' altro non c'è nemmeno per il mac, mentre openoffice è dietro l' angolo e nel frattempo si può usare neooffice.
  • - Scritto da: pentolino

    > Mi lascia un po' perplesso la scelta di Eclipse,
    > che notoriamente non è proprio un peso piuma

    E' pesantino, anche se l'interfaccia Eclipse è molto bella e moderna.
    Io comunque eviterei su PC datati, a scanso di frustrazioni varie. In più non ha certo tutte le funzionalità che può vantare OOo, quindi... Occhiolino
  • Penso che abbiano scelto eclipse perchè la versione del client Lotus Notes 8 Standard è basata su quello. Simphony è sostanzialmente fatto per integrarsi con la posta ed evitare prodotti di terzi. Concordo sul fatto che sia pesante...
    non+autenticato
  • Ops, non avevo visto il post di linaro, pardon.
    non+autenticato
  • no problemSorride
    non+autenticato
  • sì su questo siamo d' accordo anche se non vedo mai come un male il fatto che ci siano alternative Sorride
    certo rispetto ad OO ha meno funzioni, è closed, magari è anche più pesante... secondo te che scelgo per ora?
  • - Scritto da: pentolino

    > certo rispetto ad OO ha meno funzioni, è closed,
    > magari è anche più pesante... secondo te che
    > scelgo per
    > ora?

    Quelli che dicono "OOo ha una interfaccia vecchia è brutta, non la sopporto" probabilmente si troveranno a loro agio con Symphony.
    Personalmente non posso rinunciare a molte funzionalità di OOo solo per una bella interfaccia luccicosa.
    Poi che ci sia una alternativa portata avanti da una grande azienda come IBM (che ha ancora un gran credito a livello aziendale), che supporta pienamente ODF e che usa un motore OOo (seppur datato), lo vedo solo un vantaggio per gli utenti e per il formato.
    Quindi tutto bene, e avanti così.
  • assolutamente d' accordo, infatti ho scritto "per ora" Sorride
    l' ingresso di un nuovo concorrente non potrà che migliorare il mercato
  • PS
    Visto che si parla di interfaccia, per i curiosi ho preso queste schermate, che evidenziano bene l'interfacci a tab e la barra laterale di formattazione sensibile al contesto

    Il modulo elaboratore di testi:

    http://img401.imageshack.us/img401/204/s1lo7.png

    Il foglio di calcolo:

    http://img401.imageshack.us/img401/4036/s2hv9.png

    Il browser web integrato:

    http://img239.imageshack.us/img239/7517/s3cz2.png

    Finestra di anteprima dei documenti aperti:

    http://img58.imageshack.us/img58/8190/s4xm1.png
  • interessante l'interfaccio devo dire. in pratica in una sola finestra puoi usare il wordprocessor e il foglio di calcolo ?
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio

    > interessante l'interfaccio devo dire. in pratica
    > in una sola finestra puoi usare il wordprocessor
    > e il foglio di calcolo
    > ?

    Sì, anche il modulo per le presentazioni. La finestra del programma è unica, e ogni documento si apre in una diversa scheda (tab). Come Firefox o IE 7 insomma.
    Invece la barra di formattazione sulla destra si adatta al contesto, proponendo in tempo reale le principali impostazioni dell'oggetto su cui si sta lavorando.
    Poi c'è la finestra di anteprima, che ti propone le miniature di tutti i documenti aperti, e puoi andare a quello che vuoi semplicemente cliccando sulla miniatura.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)