Real scaglia l'MPEG-4 contro Microsoft

L'acerrima rivale di Microsoft sul mercato del media streaming tenta ora di partire alla conquista delle reti wireless sviluppando un encoder basato sull'MPEG-4 dedicato alla creazione di contenuti per i dispositivi mobili

Real scaglia l'MPEG-4 contro MicrosoftSeattle (USA) - Dopo che lo scorso anno RealNetworks annunciò il supporto allo standard MPEG-4 - supporto poi fornito sotto forma di plug-in per i suoi player - alcuni analisti avevano intuito che l'intenzione dell'azienda non era tanto quella di rendere i propri prodotti interoperabili con quelli della concorrenza, quanto semmai rafforzare la propria posizione sul fertile mercato dello streaming su reti wireless, un settore in cui l'MPEG4 ha trovato ampio supporto.

Con Envivio, una società americana satellite di France Telecom, RealNetworks ha ora annunciato lo sviluppo di un encoder basato sullo standard MPEG-4 e destinato all'industria del wireless. Con questa soluzione le due aziende intendono offrire ai produttori strumenti per la codifica dei contenuti in flussi multimediali MPEG-4 pronti per essere distribuiti attraverso le reti mobili di terza generazione (3GPP e 3GPP2).

Il prodotto si chiamerà Mobile Producer e andrà a far parte della piattaforma Helix di RealNetworks, la stessa di cui l'azienda ha recentemente rilasciato alcune porzioni di codice con licenza open source.
Mobile Producer supporterà i maggiori standard del settore mobile e sarà in grado di trasformare i contenuti compressi in moltissimi altri formati, fra cui RealAudio, RealVideo, AAC, N-AMR e H.263, in file MPEG-4 con dimensioni e bit-rate ottimizzati per la riproduzione sui dispositivi mobili. Nella suite saranno poi integrati strumenti per la decodifica in tempo reale e on-demand.

Non è un caso che proprio lo scorso dicembre RealNetworks sia entrata a far parte del 3GPP (Third Generation Partnership Project), un gruppo mirato a standardizzare un insieme di specifiche tecniche per la prossima generazione di reti mobili.

Lo standard MPEG4 è decisamente la chiave di accesso per chiunque voglia sviluppare soluzioni di streaming per le reti mobili 3G. Questa tecnologia è infatti appoggiata dai principali colossi della telefonia mobile e dai produttori di chip per telefoni cellulari, ed ha già accelerato la nascita, specie in Giappone, di servizi e contenuti multimediali per il wireless.

Con questa mossa RealNetworks sta tentando di espandere il proprio business e andare alla ricerca di nuovi spazi che la allontanino dall'ombra minacciosa della sua più grande avversaria, Microsoft, attivissima su tutti i fronti dei mobile media.
95 Commenti alla Notizia Real scaglia l'MPEG-4 contro Microsoft
Ordina
  • Ma per favore ma che articolo é questo? Windows media player non é uno standard di streaming.. Casomai lo é Quicktime e Real.... La Apple che fa quicktime é membro del consorzio che si occupa di Mpeg4 e il consorzio mpeg ha scelto proprio quicktime come piattaforma base del codec... Gli altri player sono "porting".... Pazzesco... E questa sarebbe informazione?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pismo
    > Windows media player non é uno standard di
    > streaming..

    Infatti e' un programma.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Dubbioso
    >
    >
    > - Scritto da: Pismo
    > > Windows media player non é uno standard di
    > > streaming..
    >
    > Infatti e' un programma.

    ... bruttissimo !!!
    non+autenticato
  • > ... bruttissimo !!!

    Esagerato
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pismo
    > Ma per favore ma che articolo é questo?
    > Windows media player non é uno standard di
    > streaming.. Casomai lo é Quicktime e
    > Real.... La Apple che fa quicktime é membro
    > del consorzio che si occupa di Mpeg4 e il
    > consorzio mpeg ha scelto proprio quicktime
    > come piattaforma base del codec... Gli altri
    > player sono "porting".... Pazzesco... E
    > questa sarebbe informazione?

    concordo
    non+autenticato
  • Chiunque usi i suoi prodotti gia' se n'e' accorto... Non e' piu' quella di una volta, forse le mancano i soldi che invece puo' investire Microsoft... Di certo WMA sara' presto un nuovo standard de facto mentre le cose Real saranno sempre piu' di nicchia
    non+autenticato


  • - Scritto da: OneOne
    > Chiunque usi i suoi prodotti gia' se n'e'
    > accorto... Non e' piu' quella di una volta,
    > forse le mancano i soldi che invece puo'
    > investire Microsoft...

    Io ho un iMac vecchio, un G3@350 e una connessione a 33.6Kbps, con RealOne per OS X mi vedo i notiziari in finestra di 320x240 (penso), (www.euronews.net).

    > Di certo WMA sara'
    > presto un nuovo standard de facto mentre le
    > cose Real saranno sempre piu' di nicchia

    Può darsi ma certamente wma può fare pure schifo, la maggior parte degli utenti win continuerebbe ad usarlo imperterriti, Real invece è usato con cognizione di causa ed è il leader secondo le statistiche che ho visto.

    Sarà superato perché molti utenti win usano solo ciò che è preinstallato? Può darsi ma faccio presente che la sentenza americana ha ordinato a Gates di dare la possibilità all'user di nascondere (disinstallare?) i propri gioielli (o ciofeche?) come IE, wmp ecc.

    Monti è a capo dell'antitrust dell'EU e ha già fatto capire che non sarà tenero con M$ e con il suo player, molti giornali american-like gli hanno detto di adeguarsi ma lui ha respinto al mittente gli inviti dei giornalisti come è nel suo stile.

    Un'altra notiziola per far capire che aria tira nella commissione europea nei confronti degli americani. Alcuni singoli stati EU hanno contrattato con compagnie aeree USA la disponibilità dei corridoi aerei, Prodi gli ha fatto causa di fronte al tribunale europeo (non ricordo il nome) e l'ha vinta quasi del tutto: d'ora in poi sarà l'europa a contrattare con l'america.
    non+autenticato
  • Con K62@350MHz e TNT2, hardware vecchiotto ma dignitoso, provate a fare andare un DivX sotto XP con il *fantastico* WMP.

    Bene, se ci riuscite complimenti. Va a scatti, l'audio va fuori sincronia etc etc. Ed e' successo anche con un bel notebook P3@1.2GHz con XP.

    Fate lo stesso con:

    K62@350MHz con Linux e mplayer
    iBook con G3@300MHz e quick time o mplayer

    Fluido come l'acqua di un ruscello.

    E qualcuno in questo forum osa scrivere che WMP e' uno *ottimo* prodotto?

    Auguri!!!!!!

    Wishmerhill
    non+autenticato
  • Mi spiace per il tuo HW ma sul mio PC WMP gira alla grande
    non+autenticato


  • A parte il fatto che mi sembra la classica storiella da "mio cuGGino, mio cuGGino", lo sai che il 90% abbondante dei cicli di cpu e' succhiato dal codec (divX o quant'altro) e non dal player in se?
    non+autenticato
  • > A parte il fatto che mi sembra la classica
    > storiella da "mio cuGGino, mio cuGGino", lo

    mi sembra che ti ha postato esempi concreti.....in più ti ha detto "provate a....".
    Hai forse provato quella configurazione?
    Se non lo hai fatto, prova prima di screditare le persone.

    > sai che il 90% abbondante dei cicli di cpu
    > e' succhiato dal codec (divX o quant'altro)
    > e non dal player in se?

    Con questo non aggiungi nulla....comunque la vuoi rigirare il risultato è il solito: la configurazione con win wmp w divX è più lenta delle altre due.

    Ciao
    Gianni
    non+autenticato


  • - Scritto da: Gianni

    > Con questo non aggiungi nulla....comunque la
    > vuoi rigirare il risultato è il solito: la
    > configurazione con win wmp w divX è più
    > lenta delle altre due.

    Il codec per linux l'ha scritto MS? Quello per win l'ha scritto MS? Il codec per linux e per win sono poi stati scritti dalla stess azienda?
    non+autenticato
  • > A parte il fatto che mi sembra la classica
    > storiella da "mio cuGGino, mio cuGGino", lo

    Mio cugino non centra un tubo: sono sufficientemente competente per dirti che i test sono stati condotti con *gli stessi codec* e gli stessi file. Li ho fatti io stesso, quindi ho delle prove, per quello che possono valere.

    > sai che il 90% abbondante dei cicli di cpu
    > e' succhiato dal codec (divX o quant'altro)
    > e non dal player in se?

    Un attimo, un attimo. Il codec usa quello che trova. Se l'interfaccia e le varie amenita' offerte da WMP usano un casino di cpu, il codec che, guarda caso, si trova a girare DENTRO l'ambiente che gli offre WMP o il player che utilizziamo, puo', per forza di cose, usare *solo* le risorse che gli restano.

    Quindi *NON* il 90% dei "cicli" di CPU, ma le briciole che WMP gli lascia.

    QuickTime per OSX usa lo stesso codec di DivX5 scaricato dal sito per Mac, e anche Linux, nel caso di cui ti ho fatto l'esempio, girava con DivX5.

    A latere aggiungo pure che con Linux e OSX, usando libavcodec distribuito con ffmpeg per la decodifica, la qualita' e le prestazioni *generali* della riproduzione aumentano di molto.

    WMP in sostanza e' un software davvero scadente... mal implementato, inutilmente pesante. Un player deve fare quello che dice il nome: "play (multi)media data".

    Wishmerhill
    non+autenticato


  • - Scritto da: Wishmerhill
    > > A parte il fatto che mi sembra la classica
    > > storiella da "mio cuGGino, mio cuGGino",
    > lo
    >
    > Mio cugino non centra un tubo: sono
    > sufficientemente competente per dirti che i
    > test sono stati condotti con *gli stessi
    > codec* e gli stessi file. Li ho fatti io
    > stesso, quindi ho delle prove, per quello
    > che possono valere.
    >
    > > sai che il 90% abbondante dei cicli di cpu
    > > e' succhiato dal codec (divX o
    > quant'altro)
    > > e non dal player in se?
    >
    > Un attimo, un attimo. Il codec usa quello
    > che trova. Se l'interfaccia e le varie
    > amenita' offerte da WMP usano un casino di
    > cpu, il codec che, guarda caso, si trova a
    > girare DENTRO l'ambiente che gli offre WMP o
    > il player che utilizziamo, puo', per forza
    > di cose, usare *solo* le risorse che gli
    > restano.
    >
    > Quindi *NON* il 90% dei "cicli" di CPU, ma
    > le briciole che WMP gli lascia.
    >
    > QuickTime per OSX usa lo stesso codec di
    > DivX5 scaricato dal sito per Mac, e anche
    > Linux, nel caso di cui ti ho fatto
    > l'esempio, girava con DivX5.
    >
    > A latere aggiungo pure che con Linux e OSX,
    > usando libavcodec distribuito con ffmpeg per
    > la decodifica, la qualita' e le prestazioni
    > *generali* della riproduzione aumentano di
    > molto.
    >
    > WMP in sostanza e' un software davvero
    > scadente... mal implementato, inutilmente
    > pesante. Un player deve fare quello che dice
    > il nome: "play (multi)media data".
    >
    > Wishmerhill

    Io uso wmp che vedere i film che scarico da internet.
    Mai avuto i problemi di cui parli e di film ne vedo tanti.


    non+autenticato
  • A parte che qualcuno dovrebbe insegnare alla gente a quotare,

    scusa, che hardware possiedi, o scaricatore di filma da internet?

    Wish
    non+autenticato


  • - Scritto da: Wish
    > A parte che qualcuno dovrebbe insegnare alla
    > gente a quotare,
    >
    > scusa, che hardware possiedi, o scaricatore
    > di filma da internet?
    >
    > Wish

    Al momento un P3 a 1.4 GHz e 256 Mb di ram.
    Fino a marzo scorso un amd a 1 Ghz e stessa ram.

    Il sistema operativo per entrambi era win2000.
    non+autenticato
  • > Al momento un P3 a 1.4 GHz e 256 Mb di ram.
    > Fino a marzo scorso un amd a 1 Ghz e stessa
    > ram.
    >
    e ci mancherebbe altro che ti scattasse per un divx!!
    cmq a parita` di hardware mplayer e` piu` veloce: se non ci credi prova a visualizzare il filmato in finestra e a portarlo in giro per lo schermo. ripeti la stessa cosa con mplayer e poi raccontami

    p.s: pirata schifoso, smettila di scaricare film da internet
    non+autenticato


  • - Scritto da: Raistlin
    > > Al momento un P3 a 1.4 GHz e 256 Mb di
    > ram.
    > > Fino a marzo scorso un amd a 1 Ghz e
    > stessa
    > > ram.
    > >
    > e ci mancherebbe altro che ti scattasse per
    > un divx!!
    > cmq a parita` di hardware mplayer e` piu`
    > veloce: se non ci credi prova a visualizzare
    > il filmato in finestra e a portarlo in giro
    > per lo schermo. ripeti la stessa cosa con
    > mplayer e poi raccontami

    I film li vedo sempre a schermo intero seduto in poltrona.
    Poi non ho capito cosa c'entra la velocità?
    Vuoi dirmi che con wmp vedo 25 frame/sec e con mplayer che è + veloce (lo stai dicendo te), di frame al secondo ne vedo 40?
    ^________^



    > p.s: pirata schifoso, smettila di scaricare
    > film da internet
    Rosica, rosica col tuo pseudo-modem 33k.

    non+autenticato
  • Intanto ho visto che in ogni azienda che ho visitato realvideo si impianta e fa crashare i sistemi.......
    SOLO MEDIA PLAYER da garanzie in questo momento.... il resto sono solo giochini per ragazzi su internet.....
    non+autenticato
  • Real vuole imporre uno standard che è di fatto a pagamento contro quello Microsoft che è freeware, praticamente Real non solo ti fa pagare il player ma ti propina pubblicità da tutte le parti
    non+autenticato
  • Non partire da "quanti soldi ti escono"... tanto ci guadagnano entrambe (almeno nel lungo periodo)

    Guardala in quest'ottica:
    Real si appoggia a standard aperti, con cui ci si può interlacciare

    Microsoft si appoggia a standard chiusi. Se un doman i dovesse prendere il monopolio anche di questa fetta di mercato, potrebbe anche iniziare a farsi pagare x il player... Tanto nessun altro potrebbe interlacciarsi con il suo sistema.

    Non pensare alle 100 lire che ti escono oggi, ma pensa agli ?uro che ti usciranno domani!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)