DivX entra nei chippetti di AMD

AMD sta collaborando con DivX per certificare un suo chip dedicato ai dispositivi mobili. Il processore, della famiglia Imageon, sarà in grado di riprodurre i filmati DivX con qualità vicina a quella del DVD

San Diego - Il celebre formato video DivX sta cominciando a farsi strada, in termini di hardware certificato, anche nel mercato dei dispositivi mobili, incluso quello dei telefoni cellulari. L'ultimo "colpo" messo a segno in questo settore da DivX è un accordo con AMD per certificare l'application processor Imageon A250, un chip indirizzato a smartphone, PDA e altri piccoli device.

AMD afferma che il proprio processore sarà in grado di riprodurre i video DivX con qualità vicina a quella del DVD e, grazie alla certificazione, offrirà il massimo livello di compatibilità con tutte le versioni del codec DivX supportate dai device mobili.

Va detto che la certificazione serve esclusivamente ad attestare la conformità di un dispositivo alle più recenti specifiche rilasciate da DivX, ma non è requisito indispensabile per il supporto base a questo formato: molti dispositivi sono in grado di riprodurre la stragrande maggioranza dei video DivX utilizzando codec MPEG4 generici.
In futuro AMD e DivX contano di certificare anche altri processori della famiglia Imageon. Quest'ultima comprende system-on-a-chip dedicati a diverse tipologie di dispositivi, inclusi set-top box, televisori, computer di bordo ecc. L'A250, in particolare, supporta una risoluzione video fino a 720 x 486 pixel, include un sottosistema grafico che include accelerazioni per video e grafica vettoriale, supporta fotocamere con risoluzione fino ad 8 megapixel, e gestisce interfacce USB ed SD.

Dal 2002 ad oggi AMD afferma di aver venduto oltre 250 milioni di Imageon.
4 Commenti alla Notizia DivX entra nei chippetti di AMD
Ordina
  • IMHO è inutile continuare a supportare il divx, ma è molto meglio concentrarsi su codifiche che danno una qualità molto migliore a bitrate molto inferiori a quelli del divx/xvid.
    Ovviamente mi sto riferendo all'h264/avc/x264.
  • h264 non è migliore.
    1- costo computazionale elevatissimo sia in encoding che in semplice visione
    2- con tutte le tecniche gia in uso per migliorare la resa qualitativa con il formato divx/xvid si puo affermare che il guadagno "grafico" finale che apporta h264 è insignificante a parità di dimensioni del file risultante.
  • - Scritto da: Samuele_C
    > h264 non è migliore.

    DiVX/xvid si basano su MPEG-4 ASP. Più vecchio.
    H.264 è MPEG-4 AVC. La penultima versione (l'ultima è SVC ed H.265 è nelle prime fasi progettazione)

    C'è un abisso di qualità fra i due. DiVX/xvid e WMV9(VC-1) sono antiquati, sono tutti basati su MPEG-4 ASP.

    > 1- costo computazionale elevatissimo sia in
    > encoding che in semplice
    > visione

    Oramai è un fattore trascurabile. Un economico Core2Duo E6300, CPU vecchiotta, con una scheda ATI HD2400PRO, economicissima o più recente equivalente è in grado di decodificare Blu-Ray 1080p codificati H.264 con appena un 30-35% di CPU occupata di media.

    > 2- con tutte le tecniche gia in uso per
    > migliorare la resa qualitativa con il formato
    > divx/xvid si puo affermare che il guadagno
    > "grafico" finale che apporta h264 è
    > insignificante a parità di dimensioni del file
    > risultante.

    Ma che stai dicendo? Ma ci credi davvero?
    Non sai di che stai parlando! E devi avere seri problemi alla vista. Oppure usi monitor e tv CRT da 14" ed ovviamente non riesci a notare le differenze abissali a meno di stare a 10cm dallo schermo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: chojin
    > - Scritto da: Samuele_C
    > > h264 non è migliore.
    >
    > DiVX/xvid si basano su MPEG-4 ASP. Più vecchio.
    > H.264 è MPEG-4 AVC. La penultima versione
    > (l'ultima è SVC ed H.265 è nelle prime fasi
    > progettazione)
    >
    > C'è un abisso di qualità fra i due. DiVX/xvid e
    > WMV9(VC-1) sono antiquati, sono tutti basati su
    > MPEG-4
    > ASP.


    > > 1- costo computazionale elevatissimo sia in
    > > encoding che in semplice
    > > visione
    >
    > Oramai è un fattore trascurabile. Un economico
    > Core2Duo E6300, CPU vecchiotta, con una scheda
    > ATI HD2400PRO, economicissima o più recente
    > equivalente è in grado di decodificare Blu-Ray
    > 1080p codificati H.264 con appena un 30-35% di
    > CPU occupata di
    > media.
    mah, io ho visto con diversi software che per raggiungere i livelli qualitativi vicini al lossless ci si impiega il triplo,quadruplo delle ore di encoding di un video.


    > > 2- con tutte le tecniche gia in uso per
    > > migliorare la resa qualitativa con il formato
    > > divx/xvid si puo affermare che il guadagno
    > > "grafico" finale che apporta h264 è
    > > insignificante a parità di dimensioni del file
    > > risultante.
    >
    > Ma che stai dicendo? Ma ci credi davvero?
    > Non sai di che stai parlando! E devi avere seri
    > problemi alla vista. Oppure usi monitor e tv CRT
    > da 14" ed ovviamente non riesci a notare le
    > differenze abissali a meno di stare a 10cm dallo
    > schermo...
    se lo dici tu..