RiflettoTv, altri due siti sequestrati

Anche i siti sui quali si voleva trasbordare una parte delle attività dell'azienda sono ora stati sequestrati. Si attende l'esito delle indagini. Avvocati al lavoro

Roma - Certi contenuti in streaming non sono piaciuti al punto che i primi due siti di RiflettoTv sono stati sequestrati. Ed ora ne sono stati sequestrati altri due, sebbene i contenuti che erano destinati ad ospitare sarebbero stati apparentemente diversi da quelli finiti nell'ambito della prima indagine sul celebre sito-emittente. Al contrario dei precedenti sequestri, in questo caso si tratta di sequestro preventivo.

In particolare, le home page di Going Television e Gem Television sono state rimpiazzate dall'ormai noto avviso della Guardia di Finanza che sta lavorando sul caso e che mette in evidenza una specifica violazione alla normativa sul diritto d'autore.

l'avviso
Le indagini sulle attività collegate a RiflettoTv, dunque, proseguono. Da parte loro, i gestori di RiflettoTv fanno notare a Punto Informatico che sui due siti sottoposti a sequestro nelle scorse ore non erano stati pubblicati materiali coperti da diritto d'autore e si chiedono dunque da cosa dipenda l'azione delle Fiamme Gialle.

Queste ultime, peraltro, sono impegnate a ricostruire il complesso delle attività di RiflettoTv e ritengono che anche i due siti sequestrati avrebbero potuto rientrare nell'ambito di fattispecie illegali, in particolare quelle descritte nell'articolo 171 ter della legge sul diritto d'autore, dove vengono sanzionate le attività condotte in violazione del diritto d'autore per proprio profitto. A spingere gli inquirenti in questa direzione anche il fatto che i nuovi siti ricalcavano l'infrastruttura tecnologica, anche se non i contenuti, di quelli già sottoposti a sequestro. Da qui il ricorso al sequestro preventivo, che i promotori dei due siti stigmatizzano parlando di "processo alle intenzioni".

Va detto, peraltro, che rispetto ad altre realtà che si sono trovate in apparente conflitto con le criticate e controverse normative italiane sul diritto d'autore, RiflettoTv si è esposta pubblicamente scusandosi con gli utenti al fine, evidentemente, di ripartire su nuove basi. I gestori hanno comunque fatto sapere in una mail inviata agli utenti in queste ore che si ritiene che "in tempi rapidi sarà fatta luce sulla questione". Non resta che attendere.
40 Commenti alla Notizia RiflettoTv, altri due siti sequestrati
Ordina
  • Il problema e' semplice
    hanno dato fastidio a qualcuno tutto qua
    se tale sito e' rimasto aperto per mesi e se ne sono accorti adesso guarda caso.
    Il problema e che riflettotv probabilmente dava fastidio a certi nuove "innovazioni" fatte da parenti di giornalisti famosi.
    se riflettotv diceva che i diritti erano pagati perche' non dovremmo crederci?
    non+autenticato
  • Se vogliamo essere precisi dicevano che rispettavano la normativa vigente, una dichiarazione in cui si diceva che i diritti venivano pagati non l'ho mai trovata, se qualcuno me la indica mi fa un favore. Nell'altro forum la cosa era stata chiesta in maniera diretta (e non offensiva), ma il messaggio non lo trovo più e vedo che il forum è stato chiuso.
    Invito Rifletto a chiarire la cosa.
    non+autenticato
  • in effetti manca il diritto al beneficio del dubbio.
    Il fatto di accedere ad un sito e trovarsi di fronte a messaggi come quello in oggetto porta inconsciamente a diffidare del proprietario del servizio, portando un irreparabile danno commerciale.

    Ora, se vi è una effettiva responsabilità, il sito verrà definitivamente chiuso, e chi dovrà pagare, pagherà.

    Ma in caso di errore?
    Chi ripaga il malcapitato del danno di immagine?

    Mi permetto di proporre un suggerimento: finché non viene dimostrata la responsabilità della persona o società sottoposta ad indagine, perché non pubblicare una pagina del tipo di quelle di 'sito in manutenzione - riprovare più tardi'?
    La volta che dovesse essere dimostrata la responsabilità, potrebbe essere quindi pubblicato l'attuale avviso di sito sottoposto a sequestro.
  • > La volta che dovesse essere dimostrata la
    > responsabilità, potrebbe essere quindi pubblicato
    > l'attuale avviso di sito sottoposto a
    > sequestro.

    Sottoscrivo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: andy61
    > in effetti manca il diritto al beneficio del
    > dubbio.
    > Il fatto di accedere ad un sito e trovarsi di
    > fronte a messaggi come quello in oggetto porta
    > inconsciamente a diffidare del proprietario del
    > servizio, portando un irreparabile danno
    > commerciale.
    >
    > Ora, se vi è una effettiva responsabilità, il
    > sito verrà definitivamente chiuso, e chi dovrà
    > pagare,
    > pagherà.
    >
    > Ma in caso di errore?
    > Chi ripaga il malcapitato del danno di immagine?
    >
    > Mi permetto di proporre un suggerimento: finché
    > non viene dimostrata la responsabilità della
    > persona o società sottoposta ad indagine, perché
    > non pubblicare una pagina del tipo di quelle di
    > 'sito in manutenzione - riprovare più
    > tardi'?
    > La volta che dovesse essere dimostrata la
    > responsabilità, potrebbe essere quindi pubblicato
    > l'attuale avviso di sito sottoposto a
    > sequestro.
    Bella idea!
    non+autenticato
  • L'altra volta era il nucleo di Milano, ma in quanti se ne stanno occupando ? Un'indagine con i nuclei di mezza Italia mi sembra un tentinello esagerata.
    non+autenticato
  • Si chiama dittatura, per ora è soft ma stanno facendo di tutto per ridurre al silenzio le voci di dissenso.

    Viviamo un momento pericoloso e non mi riferisco ai rom ma alle forze politiche/industriali/bancarie che cercano di manipolare i cittadini italiani.

    Il peggio deve venire.
  • - Scritto da: ciniselboy
    > Si chiama dittatura, per ora è soft ma stanno
    > facendo di tutto per ridurre al silenzio le voci
    > di
    > dissenso.
    >
    > Viviamo un momento pericoloso e non mi riferisco
    > ai rom ma alle forze
    > politiche/industriali/bancarie che cercano di
    > manipolare i cittadini
    > italiani.
    >
    > Il peggio deve venire.

    io non capisco.. alle ultime elezioni ha vinot chi ha vinto..
    il secondo partito che si è piazzato non è che la copia del primo..solo che ha un etichetta con su scritto "sinistra"
    gli unici partiti interessanti hanno avuto lo 0.5 - 0.4%

    Quindi mi viene da pensare che la dittatura fascista che si sta ristabilendo in Italia sia ottima per il 99,1% del popolo votante.

    Io appena posso emigro e non voglio più sentir parlare di tornare in Italia. Una volta emigrato preferirei morire che rimettere un piede in Italia.
    E non tanto per i politici, ma proprio per la gente che c'è..
    la maggioranza è buona solo a fare discorsi, è buonista, nonviolenta, si fa sottomettere 362 giorni l'anno e quando ha l'opportuità di cambiare le cose fa la scelta personalmente più convienente.
    Mi dispiace molto per quel 0,9% della popolazione ma a questo punto non ha senso sperare che l'Italia non vada in crisi o tutto questo sfoci in un distastro.

    Che gli italiani continuino pure a occuparsi solo di calcio e incavolarsi quando devono pagare ogni boccata di aria che respirano...
    più di questo non sanno fare nella pratica.
    non+autenticato
  • Quoto.
    Io sono già emigrato e sto consigliando a tutti i miei amici di farlo.
    E inoltre sarebbe il caso di spostare i propri risparmi da un'altra parte.
    Andatevene finchè siete in tempo. La prossima volta potrebbe toccare a voi...
    Perplesso
    non+autenticato
  • Ottimo Ottimo. Comincia tu ad andartene nella speranza che tanta gente segua il tuo esempio. Prendi la tua roba e vai a sputare in un altro piatto. Potrebbe toccare a voi che cosa ?? Sai di cosa stai parlando ???
    non+autenticato
  • certo che sappiamo di cosa stiamo parlando, non siamo ragazzini.

    la storia dello sputare nel piatto è vecchia, io ci sputo ci piscio e ci faccio anche la cacca.............. e sai perchè?
    perchè mi sono fatto il mazzo cosi' per anni ed anni in questo paese di ladri e di preti .......
  • Tu cosa hai fatto per l'Italia oltre a tutte le chiacchiere che hai scritto ? Cosa hai fatto per il tuo paese d'origine ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: franchino
    > Tu cosa hai fatto per l'Italia oltre a tutte le
    > chiacchiere che hai scritto ? Cosa hai fatto per
    > il tuo paese d'origine
    > ?

    Ti rispondo io: io ho lavorato cercando di fare sempre le cose al meglio, cercando di far si' che cio' che realizzavo per il cliente facesse si' che questo potesse risultare come un esempio di efficienza e che nel proprio piccolo lo aiutasse a realizzare una societa' migliore. Ho evitato di inquinare per quanto possibile (in una vita in una societa' moderna), cercando sempre di riciclare TUTTO il possibile e scegliendo prodotti ecologici. Ho sempre pagato tutte le tasse. Non ho mai chiesto ne' voluto mazzette, e non ho mai rubato.

    Nonostante questo, ho visto gente che ha trasgredito TUTTE queste regole che sono alla base di una societa' civile e che nonostante questo ha avuto e continuato ad avere posti "di potere". Per questo ho deciso che in una societa' del genere non mi va di stare.
    non+autenticato
  • bene è ora che qualcuno ti dica la verità:
    il tuo lavoro cercando fi far felice il cliente non è servito ad un cavolo, se non a farti guadagnare qualche euro.

    il tuo evitare di inquinare e di riciclare non è servito ad un cavolo perchè ci sono macigni enormi che affossano il paese e le tue briciole non fanno alcuna differenza
  • Tu invece cosa fai oltre a criticare il popolo italiano ? Te ne vai ? C'è chi combatte e chi scappa perchè ora non gli piace più il piatto in cui ha mangiato fino a ieri. Vattene pure da un'altra parte. Nessuno ti rimpiangerà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: franchino
    > Tu invece cosa fai oltre a criticare il popolo
    > italiano ? Te ne vai ? C'è chi combatte e chi
    > scappa perchè ora non gli piace più il piatto in
    > cui ha mangiato fino a ieri. Vattene pure da
    > un'altra parte. Nessuno ti
    > rimpiangerà.

    spero di si cosi rimarranno mediocri solo come te in italia e sparira' tutto in una profonda fossa biologica
    auguri ne avrai davvero bisogno.
    ah tappati il naso e preparati
    non+autenticato
  • Dopo che la gente come te se ne sarà andata...non avrò più bisogno di tapparmi il naso.
    non+autenticato
  • Nessuno analizza il fatto che la GdF non perde 2 secondi ad oscurare siti per reati "presunti" e nessuno si permette di oscurare Rete4 a fronte di una sentenza accertata?

    "La legge è uguale per tutti ma per alcuni è più uguale che per altri"
    non+autenticato
  • Sono d'accordo, già da quando si chiamava Italia7 combatteva per i suoi diritti e nessuno anche ora gli da ancora retta. Di sicuro il presidente di Europa7 non conosce nessuno di potente e a quanto pare neanche Rifletto TV.
    Sequestro preventivo? Facciamo un bel processo alle intenzioni allora; peggio che in Minority Report.
    Le autorità sono impazzite.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)