Archimede torna a Siracusa

Due giorni per permettere alla città di riappropriarsi del suo scienziato. Convegno e nascita di un nuovo museo interattivo

Siracusa - Si terrà nel capoluogo siciliano una due giorni dedicata dalla sua città natale ad uno dei più celebri scienziati e letterati del mondo antico: Archimede. "Il progetto nasce dalla collaborazione tra il CNR - si legge in una nota - e il Gruppo Thesauron, attivo nel settore della valorizzazione dei beni culturali e del turismo tematico, i quali, insieme, hanno dato vita alla società Agorasophia".

Il convengo Archimede e le sue fortune, organizzato dalla Facoltà di Lettere dell'Università di Messina, si aprirà martedì 24 giugno presso il Palazzo Vermexio di Siracusa, e si concluderà il 26 a Messina nell'aula magna della Facoltà di Lettere. Grazie al "contributo di alcuni dei maggiori studiosi nazionali e internazionali", durante i lavori verrà discusso "il ruolo determinante di Archimede nella storia della scienza, e più in generale nella storia della cultura occidentale, attraverso la ricostruzione della sua variegata fortuna sul versante delle traduzioni latine di età umanistica, ma anche con l'obiettivo di avviare nuovi studi su questa complessa figura di storico matematico, poeta, grammatico e naturalista"

"L'occasione - spiegano gli organizzatori - è offerta dalla ricorrenza del ritrovamento, circa un secolo fa in una biblioteca di Istanbul, del palinsesto di Archimede", vale a dire "l'insieme delle celebri pergamene contenenti alcune opere del grande studioso, ancora oggi oggetto di studio da parte di gruppi di ricerca internazionali".
Nell'occasione, verrà anche presentata al pubblico la Domus Archimedea, "il primo e unico museo scientifico interattivo della Sicilia dedicato alle origini della scienza e della tecnica e incentrato sulla figura e le scoperte di Archimede, destinato a sorgere proprio nel cuore della città di Siracusa, nello storico palazzo prospiciente il Duomo".