Linux mobile, la grande alleanza

LiMo Foundation e LiPS Forum hanno deciso di unire le forze per accelerare la diffusione del Pinguino sui telefoni cellulari e contrastare il nascituro Android promosso da Google

Sophia Antipolis (Francia) - Con una mossa che parte dell'industria della telefonia mobile auspicava da tempo, Linux Phone Standards (LiPS) Forum ha annunciato la decisione di fondersi nella Linux Mobile (LiMo) Foundation, dando così origine alla più grande alleanza di aziende nel settore di Linux mobile.

Dopo la fusione, che si completerà nel corso di luglio, colossi come British Telecom, Telecom Italia e Freescale, oggi parte di LiPS, si uniranno ai circa 40 membri di LiMo, rafforzando l'autorità e l'importanza di questa organizzazione e contribuendo, insieme ad essa, a definire il destino di Linux sul mercato dei telefoni cellulari.

La decisione di LiPS di confluire in LiMo, e cedere a quest'ultima l'intero suo asset di specifiche e proprietà intellettuali, era quasi obbligata: nell'ultimo anno questa organizzazione ha infatti perso molti suoi membri, inclusi Access, Orange e Trolltech, a favore di LiMo e di Open Handset Alliance, l'alleanza voluta da Google per sviluppare e promuovere la sua piattaforma open source Android.
Il motivo di tali defezioni è da ricercare nell'approccio troppo formale e burocratico scelto da LiPS per favorire Linux nel mobile: mentre LiMo ha preferito focalizzarsi sull'implementazione di una piattaforma Linux tangibile, fondata su una base di codice condivisa, LiPS si è limitata a creare delle specifiche standard "astratte", lasciando poi alle singole aziende il compito di tramutarle in codice e implementarle all'interno dei propri prodotti.

Il tempo ha dato ragione alla più pragmatica filosofia di LiMo: l'industria ha infatti fretta di capitalizzare gli investimenti fin qui effettuati nell'open source, e preferisce avere una piattaforma già pronta all'uso piuttosto che un puzzle di specifiche standard. Gli osservatori del settore sono per altro convinti che la piattaforma LiMo, pur senza basarsi su uno standard de iure, ha tutte le chance per diventare uno standard de facto in tempi relativamente brevi.
66 Commenti alla Notizia Linux mobile, la grande alleanza
Ordina
  • Per anni si e' apettato ma ormai e' chiaro che il mercato sta cominciando a muoversi.
    Bill Gates ha avuto un tempismo incredibile ad andarsene in pensione in questi giorni, se e' furbo gli conviene anche vendere le azioni che ancora possiede di Microsoft, prima che queste valgano quanto la carta straccia!
    Esagero? Vedremo fra 4 - 5 anni quale sara' il sistema operativo piu' utilizzato se Windows o Linux!
  • > Esagero? Vedremo fra 4 - 5 anni quale sara' il
    > sistema operativo piu' utilizzato se Windows o
    > Linux!

    10 Anni fa (cioè due volte rispetto ad adesso e tre rispetto la tua previsione) si trovavano già in edicola riviste che annunciavano trionfalmente che linux c'era, che linux era pronto, che linux avrebbe spazzato via tutto e tutti nel giro di un amen ecc.ecc.

    10 Anni dopo siamo ancora qui a fare la selezione del hardware compatibile leggendo i codici sugli integrati...

    Forse certi maghi, certi veggenti, farebbero meglio a cambiare mestiere...
  • Ha non dubito che le previsioni fatte da altri si siano rivelate fallaci, ma modestia a parte ho previsto già nel 1990 la crisi futura di IBM, per la perdita della supremazia nel mercato dei PC compatibili per le discutibili scelte di affidare SO e Processore a compagnie terze (Microsoft e Intel) che all'epoca delle scelte (metà anni 80 circa) erano dei pigmei rispetto a Big Blue (allora IBM era nota anche con questo nome).
    nel 1995 quando allo Smau di Milano (ancora una grande fiera all'epoca) tutti erano lanciati sul DVD precognizzando una sua rapida ascesa personalmente scrissi a più riviste indicando come i tempi fossero prematuri e che solo una larga disponibilità di DVD recorder a prezzi accessibili avrebbe reso possibile il passaggio dal VHS al DVD, cosa che è puntualmente avvenuta infatti nel 2003/2004, quando appunto incominciarono a circolare i DVD recorder.
    Oggi i tempi sono secondo me maturi per il passaggio a Linux e vedremo se fra 4-5 anni Microsoft sarà ancora la regina incotrastata dei SO o farà la fine di IBM con il suo OS2 (vi ricordate il logo un elefantino.... mi ricorda l'agilità di Vista Ha Ha Haa....)
  • > personalmente scrissi a più riviste indicando
    > come i tempi fossero prematuri e che solo una
    > larga disponibilità di DVD recorder a prezzi
    > accessibili

    Esatto e lo stesso discorso vale per linux. Finchè non ci saranno hardware in massa nei più comuni store che forniranno dentro la scatola il cd con i driver per linux così come fanno già per windows, linux non prenderà mai piede ed il giochetto di infilare dei driver open source spesso incompleti come fa ubuntu alla lunga si trasformerà in un boomerang.
  • - Scritto da: 0verture
    > > Esagero? Vedremo fra 4 - 5 anni quale sara' il
    > > sistema operativo piu' utilizzato se Windows o
    > > Linux!
    >
    > 10 Anni fa (cioè due volte rispetto ad adesso e
    > tre rispetto la tua previsione) si trovavano già
    > in edicola riviste che annunciavano trionfalmente
    > che linux c'era, che linux era pronto, che linux
    > avrebbe spazzato via tutto e tutti nel giro di un
    > amen
    > ecc.ecc.
    >
    > 10 Anni dopo siamo ancora qui a fare la selezione
    > del hardware compatibile leggendo i codici sugli
    > integrati...
    >
    > Forse certi maghi, certi veggenti, farebbero
    > meglio a cambiare
    > mestiere...

    Si vabeh, anche Ridley Scott nel lontano '82 pensava che soltanto nel 2019 si sarebbe viaggiato nello spazio tra pianeti e stelle lontane.

    Tu piuttosto pensi di poter fare una previsione accurata per i prossimi 10 anni del mondo IT ??? Io dubito ..

    ;)
    non+autenticato
  • Ridley Scott nel lontano '82 ha fatto previsioni riguardo il 2019.
    Quelle riviste nel 1998 facevano previsioni riguardo il 2000 ed a volte anche meno.
    Quello che abbiamo visto verificarsi in 10 anni, secondo certi guru avrebbe dovuto avvenire in 8 mesi e quello che forse si verificherà tra 10 anni secondo certi geni è già qui in mezzo a noi.

    A tutta questa gente si vede che nessuno ha spiegato il concetto di "figura di merda"
    Parliamoci chiaro, la crema, la parte migliore degli utenti utili, il mondo linux se l'è perso in anni di promesse andate a vuoto. Oramai rimangono solo più i fanatici e quelli che sono riusciti a ritagliarsi un mercatino, che spaventati dal casino venuto fuori, paradossalmente fanno di tutto per tenere la baracca ferma.
  • > Parliamoci chiaro, la crema, la parte migliore
    > degli utenti utili, il mondo linux se l'è perso
    > in anni di promesse andate a vuoto. Oramai
    > rimangono solo più i fanatici e quelli che sono
    > riusciti a ritagliarsi un mercatino, che
    > spaventati dal casino venuto fuori,
    > paradossalmente fanno di tutto per tenere la
    > baracca
    > ferma.

    ma di cosa stai parlando ???? dove l'hai letto.. quando ? mi sono perso qualche cosa ??? cosa prendi ???
    non+autenticato
  • Se Linux si diffonde anche sui cellulari sarà sì il sistema operativo più diffuso al mondo.

    Ricorda che i computer desktop stanno morendo o stanno cambiando riciclandosi sotto ad un TV a schermo piatto... Ormai il laptop è la macchina prediletta dagli utenti, e i nettop il computing mobile del futuro.
    E i gli smartphone la personal communication e l'ubiquità insieme alla convergenza tra web e telefonia.

    Oggi Microsoft ha prodotti solo per il desktop e i laptop, un prodotto vecchio e inadeguato sui nettop e sui futuri desktop economici (EeeBox) e una scarsa penetrazione nel mondo degli Smartphone.

    Linux scalzerà Microsoft prima sui nettop e a breve distanza anche sugli smartphone.

    Per lei la vedo dura nei prossimi anni dato che i settori in cui si trova sono quelli che si "ritirano" ogni anno sempre più...
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Se Linux si diffonde anche sui cellulari sarà sì
    > il sistema operativo più diffuso al
    > mondo.
    >
    > Ricorda che i computer desktop stanno morendo o
    > stanno cambiando riciclandosi sotto ad un TV a
    > schermo piatto... Ormai il laptop è la macchina
    > prediletta dagli utenti, e i nettop il computing
    > mobile del
    > futuro.
    > E i gli smartphone la personal communication e
    > l'ubiquità insieme alla convergenza tra web e
    > telefonia.
    >
    > Oggi Microsoft ha prodotti solo per il desktop e
    > i laptop, un prodotto vecchio e inadeguato sui
    > nettop e sui futuri desktop economici (EeeBox) e
    > una scarsa penetrazione nel mondo degli
    > Smartphone.
    >
    > Linux scalzerà Microsoft prima sui nettop e a
    > breve distanza anche sugli
    > smartphone.
    >
    > Per lei la vedo dura nei prossimi anni dato che i
    > settori in cui si trova sono quelli che si
    > "ritirano" ogni anno sempre
    > più...

    Esatto, ma che ci vuoi fare in giro ci sono molti saccentoni che non riescono a vedere ad un palmo dal loro naso. Poi si stupiscono che qualcuno riesca a prevedere tendenze del mercato così evidenti, ma che loro assieme ad una nutrita schiera di esperti vedono solo quando ormai sono già avvenute.
  • Linux non sarà il sistema più diffuso del mondo perchè la Candy lo chiuderà dentro le sue prossime lavatrici ma quando andando a mediaworld, prenderai una qualunque scatola di un qualunque hardware e nella tabella "requisiti di sistema" troverai scritto a chiare lettere che linux è supportato e, aprendola, troverai un CD contenente dei driver di facile installazione anche per linux così che pure il contadino senza internet sarà in grado di farlo girare sul suo linux.
    Stesso discorso (o molto simile) per il software: quando troverai per linux programmi professionali che gireranno senza porti limitazioni sul tipo di distribuzione allora finalmente linux sarà il sistema più diffuso al mondo.
    Tutto il resto è niente.
  • Stai facendo confusione tra sistema più diffuso per scelta degli utenti e perché gli utenti se lo trovano preinstallato e lo usano.

    Ora come ora gli utenti si trovano preinstallato Windows sui computer desktop e laptop.

    Da poco si trovano computer con preinstallato Linux con tutto funzionante.
    ╚ l'esempio di EeePC di Acer Aspire One, di MSI Wind PC e l'Acer che spamma in tutti i siti italiani il Mediaworld. Macchine complete e sulle quali Linux è personalizzato e ottimizzato.

    Lo stesso succederà con gli smartphone. Linux sarà completo, personalizzato e ottimizzato.

    E si diffonderà senza che la gente saprà cosa c'è sul loro apparecchio.

    Quando la gente vedrà che non ci potrà aprire i DOC e non ci farà girare il software per la Filatelia e la Gestione Condominio, sarà troppo tardi per riportare al negozio il PC e succederà che si schiarirà il cielo...
    ...Si aprirà tutto un mondo di software di gestione Filatelia e Condominio per Linux, e ci sarà parecchio lavoro per coloro che stanno studiando Linux oggi.

    Quindi che tu sia un sistemista o un programmatore, quando ti sveglierai domani, inizia a studiare e programmare su Linux, perché L'inizio della decadenza di Micro$oft e del suo mercato saturo, sta cominciando adesso con questi apparecchi...
    non+autenticato
  • Sono due che sono complementari più che 2 distro come qualcuno dice, uno è focalizzato alle specifiche mentre l'altro più verso la tecnica.
    Logico che si univano soprattutto perchè il BOSS Symbiam ora è diventato più minaccioso e Google più reale.
    non+autenticato
  • > Logico che si univano soprattutto perchè il BOSS
    > Symbiam ora è diventato più minaccioso e Google
    > più
    > reale.

    Logico ? Nel mondo linux, quello che in genere è giustificabilmente tale, stranamente non lo è e trova schiere di fanatici pronti a dimostrare l'impossibile oltre che a screditare il possibile ed il certo.
  • - Scritto da: 0verture
    > Logico ? Nel mondo linux, quello che in genere è
    > giustificabilmente tale, stranamente non lo è e
    > trova schiere di fanatici pronti a dimostrare
    > l'impossibile oltre che a screditare il possibile
    > ed il
    > certo.

    Non so, magari tu il "mondo linux" l'hai conosciuto solo attraverso PI, e allora capisco che ti abbia fatto una brutta impressione, ma non siamo mica TUTTI dei fanatici scriteriati!Occhiolino
    non+autenticato
  • Qua su PI ho trovato diverse gocce che hanno fatto traboccare il vaso ma ti posso assicurare che ho scovato roba abbastanza analoga anche altrove ed in altri tempi...
    Purtroppo i germi di questa condizione disastrosa si respiravano nell'aria da molto prima che la massa dei thementi scoprisse linux e venisse a trollare su pi.
  • Ma disastrosa cosa?

    EeePC con Linux stravende e tutti gli altri stanno facendo il proprio nettop con Linux.

    Mediaworld e Unieuro hanno migliaia di Acer con Linux e li pubblicizzano ovunque anche sul sito Repubblica.it e Corriere.it.

    Firefox ha stracciato ogni record nel mondo del software scaricabile.

    Le Ubuntu/Mandriva/Fedora non fanno che migliorare ed essere scaricate a milioni di copie.

    Android e il passaggio a Nokia di Trolltech sono segni che Linux sarà il sistema operativo del futuro nel mondo del Mobile.

    Questa alleanza di 40 aziende significa che Linux avrà un supporto e investimenti pazzeschi.

    L'unico disastro io lo vedo per i concorrenti, Windows client/server/mobile.
    Mentre Mac a tenersi la quota di "diversi" del 6% come il Partito Radicale in Italia.
    non+autenticato
  • > Ma disastrosa cosa?
    >
    > EeePC con Linux stravende e tutti gli altri
    > stanno facendo il proprio nettop con
    > Linux.

    Cosa gli fanno girare sopra ? Una distro che non viene cagata da nessuno, in modalità easy ovvero in modalità kiosk. Poco conta che si può disabilitare: il 90% degli acquirenti lo userà come il computer della clementoni mentre per le cose normali sarà ancora e solo windows.
    Compliments...



    >
    > Mediaworld e Unieuro hanno migliaia di Acer con
    > Linux e li pubblicizzano ovunque anche sul sito
    > Repubblica.it e
    > Corriere.it.

    Se Asus ha messo xandros che è un'emerita sconosciuta, Acer l'ha battuta tirando fuori dal cilindro un tal limpus linux che è di nuovo un kiosk ulteriormente segato rispetto all'altro. Però giusto per far contenti tutti, l'Aspire One con più ram e disco rigido viene venduto con xp.
    Compliments (e 2)....


    >
    > Firefox ha stracciato ogni record nel mondo del
    > software
    > scaricabile.

    Chissà perchè... forse perchè non ci sono 5000 fork dello stesso browser ? (a parte quel coso inutile di iceweasel)


    >
    > Le Ubuntu/Mandriva/Fedora non fanno che
    > migliorare ed essere scaricate a milioni di
    > copie.


    Certo come no... è sempre un successone. A leggere questi discorsi pare che linux domini il pianeta e che i sistemi operativi dominanti non siano windows e macosx. Peccato che i fatti dicano l'esatto opposto.



    >
    > Android e il passaggio a Nokia di Trolltech sono
    > segni che Linux sarà il sistema operativo del
    > futuro nel mondo del
    > Mobile.

    Linux sarà il futuro se gli investimenti ed il lavoro di sviluppo convergerà verso degli obiettivi tecnici ed economici ben precisi. Niente gente e progetti che pascolano senza meta. Niente fanatici che perdono tempo, solo gente che lavora su cosa, dove, come, se e quando serve.

    >
    > Questa alleanza di 40 aziende significa che Linux
    > avrà un supporto e investimenti
    > pazzeschi.

    Questa alleanza è un passaggio obbligato per garantire a linux uno sviluppo ed un peso nel mercato, cosa che non possiede altrove.


    >
    > L'unico disastro io lo vedo per i concorrenti,
    > Windows
    > client/server/mobile.

    Intanto fino adesso grazie alla vostra anarchica disorganizzazione non lo vedono neanche col binocolo


    > Mentre Mac a tenersi la quota di "diversi" del 6%
    > come il Partito Radicale in
    > Italia.

    Ti faccio notare che il mercato di linux è sotto 1% (e che quei programmi open source che vantano dei risultati tangibili è solo in virtù del fatto che vengono scaricati ed installati su molte macchine windows) il che è una vergogna dopo tutti questi anni.
  • Le opinioni sono condivisibili, ma resta il fatto che il Geko è tra i più utilizzati tra i motori, per cui direi che di "fork" in senso lato ce ne sono parecchi.
    Firefox ha avuto successo perché chi ha avuto la voglia di cambiare rispetto a quello che già si trovava installato l'ha trovato migliore. Anche io sono pigro e tendo ad usare quello che mi trovo già installato perché "se fanno la stessa cosa tanto vale tenere quello che già ho". Poi stanco del comportamento di IE ho pensato di passare a Firefox e mi sono trovato meglio. Però quando si tratta di cambiare Sistema Operativo o si fa per curiosità o per disperazione. Se si aggiunge che l'utente normale è poco curioso e quando è disperato si rivolge ad un tecnico che neppure accenna all'esistenza di Linux (a torto o a ragione non sta a me giudicare) è abbastanza facile spiegare perché Linux stesti sui desktop. Se si aggiunge che per molta gente Linux = Difficilissimo, anche se poi dopo 2 settimane riuscirebbero ad usarlo come usavano prima Windows (cioè poco) allora credo che sia abbastanza facile spiegare la situazione del mercato.
    non+autenticato
  • La maggior parte della gente è stata cresciuta con l'idea che il computer è una macchina, uno strumento che deve svolgere il proprio lavoro nel metodo migliore possibile dove per "migliore" s'intende più rapido, di maggiore qualità e soprattutto più semplice.

    L'idea che i più hanno dell'informatica è che se negli anni 80 c'era la macchina con il computer parlante e pensante, quasi 30 annì dopo il minimo è avere un sistema che non dia rogne cosa che con linux non è assolutamente la regola.

    Leggiti i commenti di paolo besser negli articoli del numero precedente su linux e su cosa s'aspetta la gente da un computer così capisci come stanno le cose.
  • - Scritto da: 0verture

    > Cosa gli fanno girare sopra ? Una distro che non
    > viene cagata da nessuno, in modalità easy ovvero
    > in modalità kiosk. Poco conta che si può
    > disabilitare: il 90% degli acquirenti lo userà
    > come il computer della clementoni mentre per le
    > cose normali sarà ancora e solo
    > windows. Compliments...

    Xandros è una distribuzione commerciale basata su Debian nata dalle ceneri di Corel Linux.
    ╚ la Debian commerciale per antonomasia.
    Come Ubuntu è il branch libero e community-driven.

    E poi non importa come la gente userà questo Linux. L'importante è che si diffonda e si elimineranno le due piaghe più importanti che affliggono il personal computing: i formati proprietari, e il web annacquato dai dialetti di Micro$oft, del suo browser Internet Explorer che non segue gli standard e i tool di sviluppo guarda caso fuori standard anche loro ma compatibili con IE.

    Milioni di piccole macchine con Linux che navigano il web e che se hanno problemi con i portali incompatibili con Firefox e browser standard causeranno perdite economiche per chi ha portali fatti coi tool Micro$oft e fuori standard, obbligandoli a correggerli e a seguire gli standard.

    Per non parlare della diffusione di ODF, Ogg, Theora, ecc.

    > Se Asus ha messo xandros che è un'emerita
    > sconosciuta, Acer l'ha battuta tirando fuori dal
    > cilindro un tal limpus linux che è di nuovo un
    > kiosk ulteriormente segato rispetto all'altro.
    > Però giusto per far contenti tutti, l'Aspire One
    > con più ram e disco rigido viene venduto con
    > xp. Compliments (e 2)....

    Assolutamente falso perché l'Aspire One viene venduto con HD da 80G sia con Linux che con Windows. Quello con Linux costa $50 in meno di quello con Windows.
    http://www.expansys.com/p.aspx?i=169450
    Alla fine con l'opensource ci risparmia anche l'utente.

    Linpus Linux è una distribuzione coreana basata su Fedora. Acer è un'azienda taiwanese.
    La scelta di una distribuzione sviluppata in oriente è un chiaro esempio di come l'opensource può dar da vivere e favorire lo sviluppo di realtà locali invece che ad un'unica multinazionale che ne detiene il copyright esclusivo.
    Cosa doveva mettere la Acer, una Suse o una Mandriva?

    Tra l'altro Linpus Linux è stato personalizzato per Acer dalla Linpus e da ingegneri coreani a contatto con Acer, e nonostante ciò accede a tutti i repository di software di Fedora, per cui il problema dell'approvvigionamento di software non si pone.

    > Chissà perchè... forse perchè non ci sono 5000
    > fork dello stesso browser ? (a parte quel coso
    > inutile di iceweasel)

    Ci sono numerosi browser basati su Gecko, il motore di Firefox. Firefox è il capostipite, il più famoso.

    Fork o non fork, tutti i browser che usano Gecko si comportano e renderizzano le pagine allo stesso modo di Firefox. Diverse facce un solo motore. Comunque è ancora un punto a favore dell'opensource e del Web che torna a dover essere standard e seguire il W3C se vuole essere fruito dai milioni di utenti che usano Firefox e suoi fork e derivati.

    > Certo come no... è sempre un successone. A
    > leggere questi discorsi pare che linux domini il
    > pianeta e che i sistemi operativi dominanti non
    > siano windows e macosx. Peccato che i fatti
    > dicano l'esatto opposto.

    Infatti io non ho negato la diffusione di Windows, ma Linux ha ormai superato l'installato MacOSX da moolto tempo.
    Fino a qualche anno fa era impensabile vedere così tanto fermento intorno a Linux e al suo mondo. Oggi non c'è giornata che non passino notizie che lo vedono protagonista.

    Per cui le cose vanno a gonfie vele e non fanno che migliorare. Non sono come le volete far passare voi M$ closed minded fan boys.

    > Linux sarà il futuro se gli investimenti ed il
    > lavoro di sviluppo convergerà verso degli
    > obiettivi tecnici ed economici ben precisi.
    > Niente gente e progetti che pascolano senza meta.
    > Niente fanatici che perdono tempo, solo gente che
    > lavora su cosa, dove, come, se e quando serve.

    Ma quando i coloni americani arrivarono in questa nuova sterminata terra, non avevano già in progetto la costruzione di Las Vegas o di New York.
    In una terra inesplorata come quella dell'opensource e dell'IT si esplora, per l'appunto, nuove applicazioni e possibilità. Saranno poi le più fortunate per caratteristiche o per una recettività dei mercati a diventare killer application e fare la fortuna dei propri ideatori insieme con le aziende che ne hanno visto una opportunità di business e le hanno adottate e finanziate.

    Il caos sta lì apposta perché le molecole inizino ad aggregarsi e prendere forma in organismi, e sostanze... Sia in modo spontaneo che con l'azione di una intelligenza/risorsa energetica esterna.

    > > Questa alleanza di 40 aziende significa che Linux
    > > avrà un supporto e investimenti pazzeschi.
    >
    > Questa alleanza è un passaggio obbligato per
    > garantire a linux uno sviluppo ed un peso nel
    > mercato, cosa che non possiede
    > altrove.

    Perché è diverso da quello che ho scritto io?

    > Intanto fino adesso grazie alla vostra anarchica
    > disorganizzazione non lo vedono neanche col
    > binocolo

    Anarchia e disorganizzazione sono presupposto necessario affinché si esplorino nuove strade e si inventino nuovi prodotti.
    Se si seguono solo i mercati alla fine il progresso umano si ferma e sia società che cultura si appiattiscono perché si va tutti verso le strade remunerative nell'immediato andando a saturare quei settori...
    ... Guarda caso, in attesa che un altro gruppo di anarchici e disorganizzati esplori nuove strade ed inventi cose nuove...

    > Ti faccio notare che il mercato di linux è sotto
    > 1% (e che quei programmi open source che vantano
    > dei risultati tangibili è solo in virtù del fatto
    > che vengono scaricati ed installati su molte
    > macchine windows) il che è una vergogna dopo
    > tutti questi anni.

    Linux come sistema operativo desktop è all'8% come il MacOSX.
    Fonte TG leonardo e Neapolis che attingono a fonti ufficiali provenienti da agenzie di stampa che hanno conteggi di distribuzioni commerciali, preinstallati su PC in giro per il mondo, e statistiche fornite dalle community delle distribuzioni più scaricate ed usate.

    Linux è oltre il 50-60% nel settore server, ed è forse al 70% in quello educativo. Specie dopo le scelte fatte da paesi poveri ma anche molto popolosi come Brasile, Venezuela, India, Cina e molti paesi africani.
    non+autenticato
  • Avete parlato di Android ma vi siete "dimenticati" il recente buyout di Nokia che ha acquisito il controllo totale di Symbian... motivo fondamentale che ha "forzato" le suddette aziende ad intraprendere una strada differente (Android e' una potenziale minaccia futura... Symbian e Windows Mobile rappresentano il presente).
    non+autenticato
  • L'unione fa la forza. Tutte queste compagnie, invece di dar via ad una guerra senza quartiere mascherata da "diritto alla libertà" che avrebbe inevitabilmente portato ad una carneficina a tutto vantaggio di chi già domina il settore (microsoft e symbian), hanno aperto il cranio e si sono alleate...

    Chiaramente altrove ognuno continui pure a coltivarsi il proprio orticello, poi che venga ad ululare alla luna il proprio disprezzo per quel mondo brutto e cattivo che non lo vuole considerare come crede di meritare...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 giugno 2008 00.18
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: 0verture
    > Chiaramente altrove ognuno continui pure a
    > coltivarsi il proprio orticello, poi che venga ad
    > ululare alla luna il proprio disprezzo per quel
    > mondo brutto e cattivo che non lo vuole
    > considerare come crede di
    > meritare...

    <OT>
    Uffa, ma perchè tutta questa avversione verso le distro di linux??
    E' vero, ce ne sono un botto, ma quelle "principali" si contano sulle dita di una mano, e progetti come la LSB (Linux Standard Base) hanno aiutato negli anni a livellare drasticamente le differenze tra distro e distro, a tutto beneficio dell'utente finale. Uso linux dal 2000 e ti assicuro che è veroSorride
    Il fatto che ci sia un così ampio proliferare di distro è solo perchè a volte è comodo avere una distro fatta per risolvere un compito specifico (tipo PartedMagic che amo alla folliaOcchiolino ), o magari semplicemente perchè si può fare, quindi perchè no?A bocca aperta
    E al fin della fiera, tutte questi "orticelli" sono basate sulle "solite note", e forse anche per questo io tutta questa frammentazione nel mondo linux proprio non la vedo...Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • *tutti questi "orticelli" sono basati

    ops... pardonSorride
    non+autenticato
  • Nonostante un susseguirsi copioso di fatti (cioè di realtà che vanno accettate a prescindere da quello che ci può far piacere o meno) che ci hanno mostrato in tutti i modi possibili come linux non riesca a guadagnarsi una fetta interessante di mercato a causa di questo eccessivo frazionamento c'è ancora chi se ne esce con questa cretina domanda del perchè non piacciono le troppe distribuzioni ?

    Proprio vero che la verità verrà svelata con l'arrivo di Haiku: un (1) os open source riuscirà dove centinaia hanno fallito... e quel giorno continuate a chiedervi perchè...
  • - Scritto da: 0verture
    > Proprio vero che la verità verrà svelata con
    > l'arrivo di Haiku: un (1) os open source riuscirà
    > dove centinaia hanno fallito... e quel giorno
    > continuate a chiedervi
    > perchè...

    E non sai quanto sono impaziente che esca Haiku R1!Occhiolino
    Anche io seguo quel magnifico progetto da tempo, e non sono certo un fondamentalista che vede in linux la panacea per tutti i mali, semplicemente lo trovo molto più usabile e sicuro del resto che ci viene propinato, per ora...
    Ma ritengo anche che se uno decide un bel giorno di farsi una distro per conto suo, non sia giusto puntargli il dito e dirgli "smettila di frammentare la comunità perchè non ci aiuti a guadagnare mercato!"Con la lingua fuori
    Tanto è sicuro, se devo consigliare una disto a qualcuno, alla fine non sono molte le alternative che nominerei.

    PS.: comunque scusa se ti sei sentito offeso in qualche modo, non era di certo mia intenzioneOcchiolino
    non+autenticato
  • Non è una questione di sentirsi offesi o di credere di avere ragione.
    Ad esporre fatti, si dicono fondamentalmente delle ovvietà, delle cose "incolori". I fatti vanno accettati come tali. Se non piace il messaggio che portano, si cercano le cause e si fa in modo di risolverle in modo da evitare che quei fatti si possano ripetere.
    Perdere tempo a cercare di screditarli perchè non li si vuole accettare è indice di immaturità che nel perpetuarsi del tempo è solamente capace di rovinare degli interessanti progetti come ad esempio sta avvenendo con linux. Una comunità composta in larga parte da elementi immaturi che perdono le loro giornate a ciarlare su presunte cospirazioni e complotti architettati ad arte dentro i confini di Redmond invece di utilizzare internet come un grande tavolo e capire nella pratica cosa non va in linux, per ridurlo alla situazione attuale, non fa altro che bloccarne lo sviluppo.
    A tal proposito il mercato risponde di conseguenza, basta vedere come si sta mettendo con i mini portatili: da piccoli cavalli di troia per guadagnare terreno nel mondo del desktop a banalissimi kiosk per navigare in internet come spiegato a chiare lettere da Acer che nel frattempo s'è affrettata a specificare che l'Aspire One upgradato invece vanterà (rullo di tamburi) XP...
    Ma miraccomando eh, anche lì è colpa di microsoft (che però ha deciso di segarlo xp...) e delle sue cospirazioni degne della Società di Thule non di una comunità che si fa sfuggire per le mani tutte le occasioni migliori (se penso ancora al botto che avrebbe potuto fare linux quando vista faceva totalmente schifo -sia chiaro che adesso continua a fare schifo ma già un po' di meno-)

    Che pessimo destino... ma del resto quando lo si cerca con tutte le proprie forze...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 giugno 2008 02.22
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: 0verture
    > Ad esporre fatti, si dicono fondamentalmente
    > delle ovvietà, delle cose "incolori". I fatti
    > vanno accettati come tali.

    Quali fatti?
    Non basta evocarli perché esistano.
    Cita qualcuno di questi 'fatti' di cui blateri, altrimenti tutto il resto delle tue affermazioni non ha fondamento.

    Successivamente dovresti dimostrare che i 'fatti' da te citati abbiano un reale rapporto con le cause che secondo te li hanno generati. Ovvero dovresti dimostrare l'esistenza di una conseguenzialità tra le seconde ed i primi. Sei in grado di farlo oppure ritieni che si debbano accettare passivamente le tue pregiudizievoli conclusioni?

    Blaterare di teorie prive di senso come fossero dogmi è indice di immaturità, oltre che di ingiustificata presunzione.

    > rovinare degli interessanti progetti come ad
    > esempio sta avvenendo con linux.

    Il progetto Linux gode di ottima salute, in ogni settore informatico. Da quello enterprise ai desktop, da quello degli apparecchi smartphone al settore embedded. La notizia contenuta nell'articolo ne è un indizio chiaro.

    > Una comunità composta in larga parte da elementi
    > immaturi

    Hai letto la lista delle aziende che vi aderiscono? Conosci quelle che già vi collaborano? Hai presente i nomi degli elementi che ne fanno parte?
    In che modo puoi affermarne l'immaturità? Sei in grado di giustificare la tua affermazione? Hai statistiche? Fonti affidabili? Oppure è un'altra frase indimostrabile che usi come base per le tue teorie complottistiche?

    > invece di utilizzare internet come un grande tavolo e
    > capire nella pratica cosa non va in linux

    La rete è il mezzo attraverso cui il software libero si è diffuso ovunque. Conosci un modo migliore di utilizzarla?
    Cosa non va in Linux?
    Tu lo sai?
    Sei in grado di indicarlo?
    Oppure è un'altra tua fantasia?

    > per ridurlo alla situazione attuale, non fa altro che
    > bloccarne lo sviluppo.

    La situazione attuale è migliore di quella di ieri, che è migliore di quella di un mese fa, a sua volta migliore di quella di un anno fa, ecc.
    La crescita di Linux e dei sistemi basati su di esso è costante da oltre quindici anni. Questo è un fatto.
    Lo stato attuale non può essere dunque definita come 'riduzione'. Tantomeno lo sviluppo è bloccato o pare esserlo. Questo articolo basta a smentire le tue affermazioni.

    > basta vedere come si sta mettendo
    > con i mini portatili

    Appunto. Tutti i modelli si presentano equipaggiati anche con una distribuzione GNU/Linux. Che cosa ne deduci?

    > una comunità che si fa sfuggire per le mani tutte
    > le occasioni migliori

    Per esempio?
    Mi pare tu immagini una 'comunità' organica di gente unita per puro interesse che si contrappone all'Azienda Unica.
    La tua visione è irreale ed inverosimile.
    Dovresti parlare delle comunità (al plurale) di persone che ne fanno parte senza interessi economici. Su qesta base ci sono aziende che hanno riconosciuto il valore (produttivo, e quindi anche economico) del modello che le comunità rappresentano.
    Oltre a queste ci sono aziende che rifiutano tale modello e restano ancorate allo sviluppo 'a cattedrale' del software.

    Quindi nessuna 'comunità' si fa sfuggire 'occasioni', semplicemente perché la 'comunità' di cui parli non esiste. E nemmeno quelle che chiami 'occasioni'.

    Linux non è un'azienda, dunque non può fallire.
  • - Scritto da: 0verture

    > Nonostante un susseguirsi copioso di fatti (cioè
    > di realtà che vanno accettate a prescindere da
    > quello che ci può far piacere o meno) che ci
    > hanno mostrato in tutti i modi possibili come
    > linux non riesca a guadagnarsi una fetta
    > interessante di mercato a causa di questo
    > eccessivo frazionamento ?

    Link ad analisi tecnico - finanziare serio ?
    krane
    22544
  • Non ti basta andare a mediaworld e non trovare un caxxo di diverso da una chiavetta bluetooth riportare trionfalmente che gira *PURE* su linux neanche fosse un sistema alieno.
    Non ti basta dover ancora ricercare la compatibilità delle schede audio leggendo i codici sui chip ?
    Siamo nel 2008 ed un sistema operativo la cui comunità pretende di insegnare ai mondi microsoft ed apple come le cose devono girare, certe cose non se le può più permettere.
    Questi sono i fatti.

    Preferisci qualche analisi finanziaria magari ad opera di gentaglia che in passato ha foraggiato la bolla delle .com o i subprime ora ?
    Se ti realizzi nelle menzogne sono fatti tuoi. Affonda pure ma vai giù da solo.
  • - Scritto da: 0verture
    > Non ti basta andare a mediaworld e non trovare un
    > caxxo di diverso da una chiavetta bluetooth
    > riportare trionfalmente che gira *PURE* su linux
    > neanche fosse un sistema alieno.

    Non significa nulla. Io so che anche tutto il resto funziona con un sistema GNU/Linux.
    Anzi, se dimostra qualcosa è proprio la forza di tale sistema: la diffusione cresce anche senza pubblicità e cartelloni, senza aiuti ufficiali e nonostante il monopolio di fatto di una delle maggiori multinazionali del pianeta.
    Ieri era del tutto assente, oggi appare su qualche scatola che ne certifica il supporto.

    Comunque gira qualche negozio diverso.

    > Non ti basta dover ancora ricercare la
    > compatibilità delle schede audio leggendo i
    > codici sui chip?

    Informati: non c'è bisogno di nulla del genere. Il supporto c'è.
    Ma voglio farti notare la costruzione della tua frase: "...dover ancora ricercare..."
    In questa frase è presente implicitamente l'idea di progresso da una compatibilità "non presente" ad una da "dover ricercare" fino al "dover ancora ricercare".
    Quindi, anche se non lo ammetti, sai bene anche tu che parliamo di una evoluzione, non certo di un 'calo' di qualche genere. Nonostante un sistema commerciale che considera Linux, come dici tu stesso, quasi un elemento 'alieno'.

    > Siamo nel 2008 ed un sistema operativo la cui
    > comunità pretende di insegnare ai mondi microsoft
    > ed apple come le cose devono girare

    Non 'pretende di insegnare', ma 'insegna da tempo' come le cose girano.

    > certe cose non se le può più permettere.

    Quali 'cose'?

    > Questi sono i fatti.

    Non hai citato alcun fatto, anche se ti sono stati chiesti. Queste sono tue illazioni, tra loro contraddittorie. Hai fonti affidabili su cui basare una discussione circostanziata?

    > Preferisci qualche analisi finanziaria magari ad
    > opera di gentaglia...

    No, bastano le fonti su cui hai sviluppato i tuoi pensieri. Non saranno mica solo tue fantasie, vero?

    > Se ti realizzi nelle menzogne sono fatti tuoi.
    > Affonda pure ma vai giù da solo.

    Quindi non hai alcun fondamento alle tue affermazioni? Per te pretendere basi razionali e fattuali vuol dire 'affondare'?
    Bellezza mia, sei ad un passo dal dichiararti il nuovo Messia.
  • - Scritto da: 0verture
    > Non ti basta andare a mediaworld e non trovare un
    > caxxo di diverso da una chiavetta bluetooth
    > riportare trionfalmente che gira *PURE* su linux
    > neanche fosse un sistema alieno.

    Veramente si comincia a vedere...
    L'ho visto su HD USB e schede di rete, quindi direi che il trend e' decisamente in salita.

    > Non ti basta dover ancora ricercare la
    > compatibilità delle schede audio leggendo i
    > codici sui chip ?

    Quando ti e' successo l'ultima volta ? A me non accade piu' neanche quando installo una slacware o una gentoo !!!

    > Siamo nel 2008 ed un sistema operativo la cui
    > comunità pretende di insegnare ai mondi microsoft
    > ed apple come le cose devono girare, certe cose
    > non se le può più permettere.

    Veramente mi sembra che sei solo tu a vedere questa cosa...

    > Questi sono i fatti.

    A me sembri fatto tu...

    > Preferisci qualche analisi finanziaria magari ad
    > opera di gentaglia che in passato ha foraggiato
    > la bolla delle .com o i subprime ora ?

    Io constato che aziende come IBM e Sun si sono messe ad investire su linux, a fare server e hw la cui compatibilita' con linux e' garantita, anche HP si e' mossa in tale direzione; questa e' una tendenza in continuo aumento.
    Hai analisi finanziarie contrarie o continui a nasconderti dietro a dati che non c'entrano niente ?

    > Se ti realizzi nelle menzogne sono fatti tuoi.
    > Affonda pure ma vai giù da solo.

    Guarda che sei tu che stai affondando nelle menzogne, porti addirittura esempi che c'entrano con i cavoli a merenda... (Ma non sono poi cosi' male i cavoli... Anche a merenda!)
    krane
    22544