Alfonso Maruccia

IsoHunt, connessione al sicuro dagli spioni

Il motore di ricerca di torrent annuncia la disponibilitÓ di una protezione pensata per bypassare i filtri degli ISP. E per tenere il naso dei governi che ostacolano il P2P fuori dai download altrui

Roma - Sono tempi duri per il P2P senza restrizioni su rete BitTorrent, tempi di leggi ammazza-privacy e governi impegnati a fare a fette gli host di noti tracker asiatici. Spionaggio di stato, governi che appoggiano rigide posizioni anti-condivisione dell'industria multimediale, misure sufficienti a scatenare una corsa ai sistemi di cifratura web da parte dei principali protagonisti del mondo BitTorrent.

Una corsa recentemente iniziata dal solito The Pirate Bay, che ha risposto all'approvazione della cosiddetta "legge Orwell" in Svezia con l'implementazione di un layer protettivo del traffico web basato sullo standard SSL. Una corsa a cui partecipa ora anche isoHunt, il motore di ricerca di torrent messo sotto scacco dalle major ma che non si rassegna al suo destino apparentemente segnato di vittima degli strali dell'industria.

Anche isoHunt, come Pirate Bay, ha annunciato dunque la possibilità per gli utenti di navigare protetti sui server, senza che nessuno possa mettere becco in quali torrent si decida di scaricare e su quale tipo di contenuti si vada alla ricerca.
La decisione di "andare su SSL" di isoHunt sarebbe ad ogni modo legata al recente blocco subito nell'emirato di Dubai, impegnatosi, come recentemente la Malaysia, a filtrare il traffico verso i portali di torrent. "Abbiamo deciso di implementare il protocollo SSL per evitare le intercettazioni sulla ricerca, per bypassare i proxy lenti e per aggirare i blocchi come quelli di Dubai" ha dichiarato a TorrentFrek il battagliero founder di isoHunt Gary Fung.

Assieme a isoHunt, anche il sito-partner TorrentBox potrà usufruire del layer protettivo aggiuntivo, il cui impiego verrà monitorato dagli admin nel corso delle prossime settimane per esaminarne l'impatto sul lavoro dei server e l'indice di gradimento da parte degli utenti. Nel caso, isoHunt valuterà la possibilità di investire denaro in hardware dedicato alla sola gestione del protocollo SSL per la sicurezza e la privacy dei condivisori.

Alfonso Maruccia
26 Commenti alla Notizia IsoHunt, connessione al sicuro dagli spioni
Ordina
  • bwahahahahahahah!
    non+autenticato
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Vietare traffico cifrato tranne quello verso enti
    > certificati dal
    > governo.
    > Dura lex et Dura letio

    Vietare prezzi eccessivamente alti per i software.
    Vietare l'obbligo di utilizzare il solo sistema operativo fornito a corredo di un portatile (pena il decadimento della garanzia).
    Vietare la libertà di scelta nell'utilizzo dei software e sistemi operativi da utilizzare nella pubblica amministrazione.
    Vietare qualsiasi accordo di cartello per favorire questo o quell'amico fornitore di prodotti e/o servizi.
    Vietare ai politici il rimborso dei taxi che non prendono perché hanno l'auto blu.
    Vietare a Briatore di bloccare mezza città per il suo matrimonio.

    Dura lex dura letio
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Vieteremo ai medici di imporre l'acquisto di
    > software come cura
    > obbligatoria.

    Nessuno mi vieta di usare software gratuito efficace quanto quelli a pagamento... e non c'è bisogno di alcuna ricetta medica, né obbligo d'acquisto da nessuna parte.

    > vedremo cosa potremo fare (resti pure in attesa
    > per un paio di
    > decenni)...

    Spiacente, la mia pazienza è già andata oltre i limiti della decenza. Quella decenza che certi signori hanno buttato via anni fa, e che ora comandano il mercato consumer in lungo e in largo. Gioco al quale non voglio più stare. Scusate, fatemi scendere.

    >
    > > Vietare la libertà di scelta nell'utilizzo dei
    > > software e sistemi operativi da utilizzare nella
    > > pubblica
    > > amministrazione.
    >
    > 'vietare la libertà' cozza coi principi che lei
    > ha firmato col sangue nel momento stesso in cui è
    > venuto alla luce nell'italica
    > regione.

    D'accordo... sintassi infelice, la mia... intendevo dire che è assurdo vedere obbligate le istituzioni e la pubblica amministrazione svenarsi per acquistare pacchetti di software commerciali quando potrebbero benissimo risparmiare miliardi di euro ogni anno semplicemente utilizzando software e sistemi operativi gratuiti, oltre a macchine dal prezzo decisamente più basso di un normale pc, con conseguente risparmio anche in termini di energia elettrica, e quindi di minor impatto ambientale.

    >
    > > Vietare qualsiasi accordo di cartello per
    > > favorire questo o quell'amico fornitore di
    > > prodotti e/o
    > > servizi.
    >
    > ci stiamo lavorando, nel frattempo (10-20 anni da
    > oggi) pensi a comportarsi
    > rettamente.

    Ove per "comportarsi rettamente" s'intende, presumo, sottostare ai voleri dei signori del mercato di cui sopra, giusto? Spiacente, ma continuerò a limitarmi al minimo indispensabile, acquistando software originale solo ed esclusivamente ove richiesto, ed utilizzando software freeware ed open source ovunque mi sia possibile sostituire i pacchetti software a pagamento. Questo mi pare piuttosto corretto, ed entro i parametri della legalità italiana.

    >
    >
    > > Vietare ai politici il rimborso dei taxi che non
    > > prendono perché hanno l'auto
    > > blu.
    >
    > > Vietare a Briatore di bloccare mezza città per
    > il
    > > suo
    > > matrimonio.
    >
    > I suoi piagnistei verranno vagliati da
    > un'apposita
    > commissione.

    Non si tratta di piagnistei, ma semplicemente di far notare come molti soldi dei contribuenti vengano sperperati inutilmente per rimpinguare le tasche di pochi eletti... eletti da noi, tra l'altro... sigh...Triste

    > Pagata da lei.

    Diverrò meno retto, a questo punto...Occhiolino

    >
    > Nel frattempo mandaremo qualcuno a controllare
    > che i suoi strumenti elettronici siano a norma e
    > che contengano la necessaria backdoor
    > istituzionale.
    > In caso contrario provvederemo ad inserire la
    > backdoor nei suoi strumenti e, magari, qualche
    > strumento nella sua
    > backdoor.

    Si accomodino pure... ma dubito fortemente che lor signori potranno penetrare i miei sistemi, giacché di mestiere faccio proprio in modo che ciò non accada...Occhiolino
  • contenuto non disponibile
  • > appunto.
    > Quindi, vista la assoluta non necessarietà di
    > quello a pagamento non è corretto imporre un
    > tetto al suo
    > prezzo.

    Ma non è nemmeno corretto imporre prezzi esorbitanti, i quali anziché scoraggiare il fenomeno della pirateria, l'aumentano a dismisura... a questo punto viene facile domandarsi se dietro la pirateria non ci siano paradossalmente le software house che alzano i prezzi continuamente...Occhiolino

    > lei sta divergendo da quello che ci aspettiamo
    > sia il comportamento del cittadino
    > modello.

    "Prendimi la targa ed arrestami, sbirro...!"Sorride

    > abbiamo giusto un satellite che gira attorno alla
    > terra.
    > possiamo farla scendere lì.

    Grazie, faccio da me...

    > non sono obbligate.
    > Infatti esiste il repository del riuso che tutte
    > le PA sono obbligate a consultare prima di
    > decidere quale pacchetto
    > acquistare.

    Vorrei tanto vederlo, sto repository... ihihihihih!!!Sorride

    > No. a quelli del governo al quale ha aderito nel
    > momento stesso in cui l'ha invaso con la sua
    > esistenza.

    Ihihihihihihihihihihih!!! Stai a vedere che adesso mi daranno pure la caccia...

    > penetriamo (fig.) i sistemi con la stessa
    > facilità con cui penetriamo (let.) i loro
    > gestori.

    Provaci... ihihihihihihih!!!Sorride
  • contenuto non disponibile
  • > Ascolta, su ttuti gli altri punti ti ho preso un
    > po' in
    > giro.
    > Su questo so cosa dico perchè fa parte del mio
    > lavoro.
    > Tu hai detto che una cosa del tutto inesatta sul
    > funzionamento delle
    > PA.
    > Io ti ho mostrato che le cose funzionano al
    > contrario, dato che
    >
    > 1) Esiste un repository del riuso
    > 2) La PA è libera di scegliere, DOPO aver
    > obbligatoriamente verificato i progetti del
    > repository, se prendere una soluzione del
    > repository stesso, oppure fare un bando per uno
    > nuovo (open source o closed
    > source).
    > 3) In base alla licenza del nuovo prodotto può
    > inserirlo nel
    > repository.
    >
    > probabilmente l'hai sparata senza conoscere le
    > cose, ma almeno abbia la decenza di non provare a
    > difendere la tua ignoranza con una
    > battutina..

    Meno caffè, chico... ho risposto con una battutina anch'io, perché so anch'io di cosa parli... dato che anche io ci lavoro, nella PA...Occhiolino Sono semplicemente stato al tuo gioco, perché mi stavo divertendo...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 luglio 2008 17.51
    -----------------------------------------------------------
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Vietare traffico cifrato tranne quello verso enti
    > certificati dal governo.
    > Dura lex et Dura letio

    Permettendo cosi' a qualsiasi stato estero di appropriarsi di informazioni confidenziali, fare spionaggio industriale eccetera...
    L'Europa non ci stara' mai (spero).

    Ricordiamoci di questo :
    http://cryptome.org/echelon-ep-fin.htm
    krane
    22544
  • Le libertà e la privacy non si barattano!Neanche per tutelare gli autori e contenuti...
    Tutelare sì ma senza esagerare perchè il controllo totale è come dichiarare che tutti siamo terroristi!
    non+autenticato
  • E la libertà degli autori a guadagnare con il proprio lavoro? sono favorevole al P2P, ma spesso ci vedo molta ipocrisia...
    non+autenticato
  • Scherzi, guai se qualcuno OSA fare soldi con qualche idea/invenzione/opera frutto della propria mente...bisogna per forza condividerla a gratis!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > E la libertà degli autori a guadagnare con il
    > proprio lavoro? sono favorevole al P2P, ma spesso
    > ci vedo molta
    > ipocrisia...

    Guadagnare va bene, ma arricchirsi con un solo pacchetto software no.
    Il giorno che un antivirus costerà 10-15 euro lo compreremo tutti, stanne certo.
    Il giorno che Windows, in qualsiasi versione, sarà davvero affidabile almeno al 95%, che sia possibile scegliere comunque tra Windows ed altri sistemi (OpenSolaris, Linux, FreeBSD, QNX e via dicendo), e che sarà venduto a prezzi umani, lo compreremo tutti, di sicuro.
    Il giorno che Microsoft Office offrirà davvero molto di più di OpenOffice ed altri pacchetti software Office-compatibili gratuiti, lo compreremo tutti, puoi stare tranquillo.
    Che gli sviluppatori, i distributori, le software house ed i commercianti debbano guadagnarci siamo d'accordissimo... tutti hanno diritto di campare, ci mancherebbe... ma campare non significa farsi il villone a Miami o la macchina da 100mila euro vendendo un'idea!!! Cerchiamo di dare una botta al cerchio ed una alla botte, per favore... negli estremismi non c'è mai niente di buono. Guadagni giusti per chi sviluppa le proprie idee mettendole a disposizione di tutti, a prezzi umanamente accessibili... altro che i 369 euro di Office!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 luglio 2008 15.15
    -----------------------------------------------------------
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: david74
    >
    > > Il giorno che un antivirus costerà 10-15 euro lo
    > > compreremo tutti [and so on]
    >
    > Sbagli enormemente.
    > Infatti nonostante esistano antivirus gratuiti,
    > la gente continua a scaricare dei pesantissimi e
    > poco aggiornati AV dal
    > mulo...
    > Al che 10-15 euro...

    Parlo di antivirus efficaci sul serio, non di immondizie pubblicitarie come AVG in forma gratuita...
    Fin tanto che un Norton, un NOD32 o un McAfee costeranno uno sproposito, è ovvio che la gente continuerà a scaricarli illegalmente. Sono per il legale anch'io, che credi... ma che sia legale a prezzi umanamente accessibili.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: david74
    >
    > > Parlo di antivirus efficaci sul serio, non di
    > > immondizie pubblicitarie come AVG in forma
    > > gratuita...
    >
    > A parte il fatto che Nessun Antivirus è efficace
    > sul serio (visto che chiunque può scrivere un
    > nuovo eseguibile che cancella tutti i dati dal PC
    > e nessun AV lo potrebbe fermare), a parte il
    > fatto che i test fatti su Antivir PE (gratuito)
    > lo indicano come equivalente ai più blasonati, a
    > parte il fatto che uno tanto ignorante da
    > scaricare un qualunque eseguibile dal mulo (che
    > sia legale o meno) non capirebbe i punti uno e
    > due, ti ho solo fatto un esempio (ma te ne potrei
    > fare un milione) di software gratuito che viene
    > snobbato.
    > La gente non vuole nemmeno perdere tempo a
    > compilare un form, figurarsi a pagare con una
    > carte di credito o andare in un
    > negozio...

    Appunto!!! Vedi che diciamo la stessa cosa?Occhiolino EVVIVA IL GRATUITO, SPESSO EFFICACE QUANTO IL PAGATO!!!Sorride
    Naturalmente, ripeto, RIMANENDO NEL LEGALE.Occhiolino E lo dico da acquirente regolare di licenze Windows, Office e quant'altro, oltre che utilizzatore a tutto spiano di software free ed open source.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: david74
    >
    > > Appunto!!! Vedi che diciamo la stessa cosa?Occhiolino
    >
    > no.
    > Tu dicevi che se esistesse un AV a 15 euro la
    > gente farebbe a gomitate per
    > acquistarlo.
    > questo è falso perchè la gente è
    > 1) disinformata
    > 2) abituata a scaricare dal mulo a prescindere.

    Se parliamo di utonti (cioè dei cosiddetti "utenti medi", gente che è già tanto che ha capito che la Megane si accende con la carta elettronica inserita nell'apposita fessura anziché con una comune chiave meccanica), siamo assolutamente d'accordo. Io parlo di gente che come e come te mastica informatica da tempo e ci capisce quantomeno qualcosa... Sono sysadmin da 13 anni, perciò parlo con cognizione di causa...Occhiolino
  • > Il giorno che Microsoft Office offrirà davvero
    > molto di più di OpenOffice ed altri pacchetti
    > software Office-compatibili gratuiti, lo
    > compreremo tutti, puoi stare
    > tranquillo.

    ...e nel frattempo è lecito scaricarlo gratis? Se fa così schifo uno si tiene OpenOffice, no? Se le cose stanno così perchè volere la possibilità a tutti i costi di scaricare Office?
    non+autenticato
  • Augh.

    "quando due Elefanti si combattono, è sempre l'erba a rimanere schiacciata"

    Ho parlato

    Nilok
    Nilok
    1925