Giustizia a Roma, IT fermo per soldi

Il black-out informatico che ha colpito la Procura di Roma nelle scorse ore č dovuto al mancato pagamento di bollette

Roma - Il sistema informatico su cui si appoggiano i servizi della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma ieri ha subito un lungo black-out, lasciando a terra tutti coloro che necessitavano di accedere ai dati e ai registri degli uffici.

In particolare, hanno subito disagi gli utenti degli impianti in funzione presso i due uffici ai quali sono attribuite le responsabilità per il movimento dei fascicoli processuali, e ai quali si deve l'andamento dell'attività processuale.

A colpire l'attenzione, però, non è tanto il fatto che si sia verificato un black-out dei sistemi IT, quanto la ragione per cui ciò è accaduto. Ai sistemi non è stata fornita la necessaria manutenzione e i controlli di sicurezza non sarebbero stati eseguiti.
Il motivo? La ditta incaricata di eseguire questi servizi non riceve i dovuti pagamenti da più di due anni.

Della questione è stato informato il ministero della Giustizia.
6 Commenti alla Notizia Giustizia a Roma, IT fermo per soldi
Ordina
  • Toglici l'intellettuale e lo scrittore (e x e y e zA bocca aperta). Ma la voglia di capire, coordinare, stabilire logiche... No.Sorride

  • Tanto per rimanere in tema col giornalismo privo di fatti in italia ma basato sulle opinioni...

    Come fate a dire che:
    "A colpire l'attenzione, però, non è tanto il fatto che si sia verificato un black-out dei sistemi IT, quanto la ragione per cui ciò è accaduto. Ai sistemi non è stata fornita la necessaria manutenzione e i controlli di sicurezza non sarebbero stati eseguiti."

    Eravata in sala server?
    Sapete perchè c'è stato il black out?
    O, semplicemente, tirate ad indovinare?
    O, ancor più semplicemente, avete copincollato la notizia da qualche fonte casuale?

    Ai miei occhi una bella fetta di credibilità in meno.
    Peccato: credevo in punto informatico.
  • Tecnico ATU ?Occhiolino
  • Giustissimo ! Tutti questi enti pubblici che vogliono lavori perfetti con un "pagheremo".

    I soldi delle tasse li vogliono puntuali con tanto di multe !!!

    Paghi entro 60 giorni o ti metto in mora e ti chiedo il 300 % di danni !

    ITALIA = MERDA !
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Marcoaldi
    > Giustissimo ! Tutti questi enti pubblici che
    > vogliono lavori perfetti con un
    > "pagheremo".
    >
    > I soldi delle tasse li vogliono puntuali con
    > tanto di multe
    > !!!
    >
    > Paghi entro 60 giorni o ti metto in mora e ti
    > chiedo il 300 % di danni
    > !
    >
    > ITALIA = MERDA !

    Il brutto è che adesso si beccheranno una denuncia per interruzione di pubblico servizioTriste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Marcoaldi
    > Giustissimo ! Tutti questi enti pubblici che
    > vogliono lavori perfetti con un
    > "pagheremo".
    >
    > I soldi delle tasse li vogliono puntuali con
    > tanto di multe
    > !!!
    >
    > Paghi entro 60 giorni o ti metto in mora e ti
    > chiedo il 300 % di danni
    > !

    Non e' questo il punto, il punto e' che il tribunale resta fermo e tutti i cittadini che hanno bisogno della protezione della legge (dall'edicola rapinata che vorrebbe i malviventi condannati a uno come te che vuol fare causa a una ditta perche' non paga ...) restano a piedi.

    Il punto insomma e' che alla TV sentiamo sparate sul fatto che per far funzionare la giustizia servono le leggi sulle intercettazioni, sul blocco dei processi, sulla immunita' del presidente del consiglio mica i soldi per pagare i fornitori ...

    Mi sa che della giustizia (avendo qualche problemuccio con la medesima) a chi comanda non puo' fregare di meno.
    non+autenticato