Sony Ericsson con Remi andrà controcorrente

Non ci sono ancora i touch-phone all'orizzonte per il brand nippo-svedese, che sembra più interessato a riproporre lo stile del T610, un modello di successo di alcuni anni fa, in un nuovo cellulare HSDPA

Roma - Il T610 di Sony Ericsson è stato un bestseller che è rimasto nel cuore di molti utenti che ancora lo utilizzano, o che lo rimpiangono. Al punto che la joint-venture nippo-svedese starebbe pensando di proporne una sorte di remake attualizzato. Che al momento ha solo un nome in codice, Remi.

Sony Ericsson REMIIl rumor, in circolazione in rete da alcuni giorni, è partito dall'Unofficial Sony Ericsson Blog che, a 5 anni dal lancio del T610, riferisce del progetto dell'azienda di rinverdirne i fasti. Una strada indubbiamente differente da quella di altre aziende inebriate dalla nuova tendenza che sembra vedere nei touch-phone il futuro del mercato, una strada che potrebbe premiare il coraggio di un brand che ha sempre caratterizzato prodotti dallo standard piuttosto elevato.

Del Remi, al momento, non si sa molto: si dovrebbe trattare di una barretta sottile (circa 10 millimetri), con parti della scocca in alluminio, dotato della piattaforma software A2 (la stessa del modello W890), del supporto alle reti HSDPA, di una fotocamera da 3,2 megapixel (apparentemente a fuoco fisso).
Quando potrebbe arrivare sul mercato? È ancora troppo presto per dirlo. Ma il suo sbarco potrebbe essere una gradita notizia per coloro che vogliono un telefono cellulare di stile, e non semplicemente di moda.

(fonte immagine)
2 Commenti alla Notizia Sony Ericsson con Remi andrà controcorrente
Ordina