WALL-E localizzato in arabo

I distributori del videogame scelgono una via poco battuta da altre case

Roma - THQ non ha dubbi: per affermarsi nel mercato videoludico arabo e in particolare in paesi come Egitto e Arabia Saudita è necessario compiere uno sforzo produttivo in più e offrire i propri titoli in lingua locale.

il robottinoE così il distributore ha confermato che il suo videogame WALL-E, associato all'uscita dell'omonimo film Pixar (Disney), sarà distribuito in quelle regioni in versione localizzata.

Luke Keighran, dirigente delle vendite THQ, ha spiegato: "Siamo felicissimi di essere parte di questa cosa, lanciare un gioco in arabo incontra i desideri di ogni giocatore arabo. Questa è per noi una grande opportunità per crescere ancora in territori promettenti come Arabia Saudita ed Egitto, nonché una solida dimostrazione del nostro interesse per il mercato mediorientale".
A guidare questo sforzo sono i creatori del gioco, quelli di Pluto Games. Secondo Keighran "è l'entusiasmo di Pluto Games che ha reso questa un'opzione commercialmente sostenibile e spero che sarà solo il primo di una lunga serie di titoli in arabo". Sul sito ufficiale del gioco per ora nessun accenno alla versione araba.

Qui sotto il trailer ufficiale del game.