Pioneer svela un Blu-ray da 400 GB

Il colosso giapponese ha messo a punto il primo superdisco a laser blu da 400 GB, ottenuto sovrapponendo 16 layer di registrazione. Ma le possibilità che gli attuali player leggano i futuri dischi multilayer appaiono molto sottili

Tokyo - Mentre le tecnologie di archiviazione olografica promettono mari e monti, ma nel concreto non sembrano ancora pronte per scalzare dal mercato i supporti ottici, i principali produttori di dischi Blu-ray (BD) stanno lavorando a media in grado di memorizzare centinaia di gigabyte. Tra questi c'è Pioneer, che ieri ha annunciato lo sviluppo del primo BD da 400 GB.

Pioneer svela un Blu-ray da 400 GB Pioneer ha spiegato che questo prototipo contiene 16 strati di registrazione, o layer, da 25 GB ciascuno: gli odierni BD da 50 GB ne contengono, come noto, soltanto due. L'uso di un numero così elevato di layer ha obbligato i progettisti a mettere a punto una tecnologia multilayer significativamente più avanzata di quella impiegata sui BD a doppio strato: nei BD da 400 GB, infatti, i layer sono così vicini l'uno all'altro da incrementare notevolmente il rischio di interferenze e perdite di dati.

Per risolvere questi problemi, Pioneer afferma che le testine ottiche dei suoi futuri drive a laser blu adotteranno una speciale lente sferica per la riduzione delle aberrazioni e un elemento sensibile alla luce capace di leggere segnali anche molto deboli con un elevato rapporto segnale/rumore. Per il resto, le testine ottiche conserveranno le stesse specifiche di quelle attuali: questo, secondo l'azienda, "potrebbe consentirci di mantenere la compatibilità tra i nuovi dischi ottici a 16 layer e i dischi BD".
Non è tuttavia chiaro se Pioneer parli semplicemente di compatibilità verso il passato - che se assente, minerebbe drasticamente le potenzialità commerciali dei futuri media - o anche di compatibilità tra i player preesistenti e i futuri BD multilayer. Quest'ultima ipotesi, tuttavia, appare davvero remota.

Il produttore giapponese non ha fornito alcuna stima su tempi di commercializzazione e prezzi, ma appare chiaro che i BD da 400 GB siano ancora lontani all'orizzonte. Alcuni dettagli in più verranno forniti il prossimo 13 luglio, in occasione della International Symposium on Optical Memory and Optical Data Storage 2008 che si terrà ad Hawaii.

Tra le società che stanno lavorando ai BD multilayer vi sono anche Sony e TDK: quest'ultima, nel 2006, ha svelato un prototipo di disco da 200 GB composto da 6 layer da 33 GB ciascuno.
13 Commenti alla Notizia Pioneer svela un Blu-ray da 400 GB
Ordina
  • Ah, le vecchie VHS...registravi un film e magari si vedeva non perfettamente ma si vedeva. E’ chiaro, la tecnologia va avanti ma ora con i DVD, basta un niente, un graffietto, e non riesci a vedere piu' nulla; saltano interi capitoli o meglio ritornano all'inizio. Non parliamo dei DVD noleggiati: il 30% da problemi. Anche DVD di ottime marche alla lunga danno problemi. In pratica odio il DVD ma non ho alternative. Di quelli piu’ importanti (filmini di famiglia) tengo n-copie sia su dischi che su PC...e meno male che ci sono queste copie allora chissa' quanti dati avrei perso. Ora dico io, se per il DVD basta nulla per renderlo inservibile (!)... per i Blue-Ray, che hanno una densita' maggiore o per questi fantomatici 400gb, per ogni cacatina di mosca quanti dati si perderanno? Ma l'importante e' vendere...

    Camelot
    non+autenticato
  • Che inutilità, scommetto che nemmeno l'1% della popolazione ha un lettore blu ray sul pc, nn parliamo dei maste. Direi che piuttosto che pensare a dischi da mille mila gb potrebbero pensare a ridurre i costi di produzione
    non+autenticato
  • Ormai si combatte la guerra a chi produce dischi sempre più capienti.... ma al tempo materiale per scrivere 400Gb su un supporto ottico ci hanno pensato?

    ci vorranno parecchie ore asd.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jack Master
    > Ormai si combatte la guerra a chi produce dischi
    > sempre più capienti.... ma al tempo materiale per
    > scrivere 400Gb su un supporto ottico ci hanno
    > pensato?
    >
    > ci vorranno parecchie ore asd.

    Yawn..! Le stesse cose le dicevano ai tempi dei primi masterizzatori CD ...
    non+autenticato
  • 1. l'unica nota positiva sarebbe che i player per leggere i dati dei nuovi dischi aumenteranno di molto la loro sensibilità e quindi la capacità di leggere Bd anche non perfettamente masterizzati
    2. Le memorie olografiche saranno anche futuribili, ma anche in questo caso la commercializzazione non sembra dietro l'angolo
    3. 400 Gb non servono certo ad un film in alta risoluzione, quindi tali supporti sarebbero inutili per il cinema, avrebbero uno spazio solo in ambito informatico
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > 3. 400 Gb non servono certo ad un film in alta
    > risoluzione, quindi tali supporti sarebbero
    > inutili per il cinema, avrebbero uno spazio solo
    > in ambito
    > informatico

    Inutili per il cinema??!
    Guarda che i film vengono attualmente girati in digitale o convertiti da 35mm a digitale in formato 2K .. qualcuno già utilizza il 4K. L' UHDV arriverà sul mercato consumer verso il 2012-2014 e per allora serviranno 1000GB di disco probabilmente.
    non+autenticato
  • e io che televisore dovrò comprare? con una risoluzione di 1.000.000.000.000.000.000 MPX per fotogramma?
  • Si certo come no il mercato non è ancora passato all'alta risoluzione e secondo te tra 6 anni sarà già pronto ad una ulteriore transizione, con un aumento della risoluzione di almeno 100 volte rispetto al full hd.
    Guarda che non si sta parlando di fotografia digitale consumer...


    - Scritto da: chojin
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > 3. 400 Gb non servono certo ad un film in alta
    > > risoluzione, quindi tali supporti sarebbero
    > > inutili per il cinema, avrebbero uno spazio solo
    > > in ambito
    > > informatico
    >
    > Inutili per il cinema??!
    > Guarda che i film vengono attualmente girati in
    > digitale o convertiti da 35mm a digitale in
    > formato 2K .. qualcuno già utilizza il 4K. L'
    > UHDV arriverà sul mercato consumer verso il
    > 2012-2014 e per allora serviranno 1000GB di disco
    > probabilmente.
  • Ok, per i backup e gli archivi s 400 Gb farebbero comodo, ma se davvero c'è anke il minimo rischio di perdita di dati perckè i layer sono troppo vicini preferirei che dimezzassero l numero di layer e quindi la capacità (200 Gb).

    Meglio meno spazio, ma sicuro, che tanto spazio con molti rischi.
    non+autenticato
  • Ma nessuno ha letto che ci sono solo in lettura, quei cosi, anche perchè già con un blu ray normale, ci metto molto tempo a masterizzare, figurati con una cosa del genere Oo
    Sgabbio
    26177
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)