Gaia Bottà

Microsoft: la Commissione UE sbaglia

Redmond non intende pagare la multa inflitta dall'Antitrust europeo. Nella richiesta di annullamento punta il dito contro l'Unione: hanno commesso degli errori

Roma - Che Microsoft non abbia intenzione di pagare la multa più cospicua comminata dall'Antitrust europeo è noto da tempo. Le argomentazioni che ha portato a favore dell'annullamento della sanzione di fronte al tribunale di primo grado della Corte di giustizia sono state rese pubbliche solo ora: Microsoft considera sproporzionata la multa di 899 milioni di euro e accusa l'Antitrust di aver commesso degli errori nel valutare la sua posizione.

La richiesta di annullamento inoltrata da Microsoft nei mesi scorsi si incardina nell'annoso braccio di ferro che vede contrapposta l'azienda alle autorità europee: Bruxelles ha accusato Microsoft di aver richiesto ai concorrenti di pagare "prezzi irragionevoli" per ottenere l'accesso a certi protocolli server. Per questo motivo ha imposto a Redmond di sborsare 899 milioni di euro, risultato del trascorrere dei giorni in cui Microsoft ha rifiutato di adeguarsi a quanto previsto dalla Commissione nelle sentenze in materia del 2004 e del 2006.

Ma a parere di Microsoft, si legge nella richiesta di annullamento depositata dal colosso di Redmond nei mesi scorsi e appena riassunta e pubblicata dal tribunale di primo grado della Corte di giustizia, la decisione non ha fondamento. La Commissione Europea, hanno spiegato da Redmond, avrebbe commesso chiaramente un errore di valutazione non avendo dato peso al fatto che le tariffe richieste da Microsoft per accedere ai protocolli server sarebbero state inferiori rispetto a quelle giudicate ragionevoli da esperti indipendenti. La Commissione non avrebbe inoltre considerato il fatto che le tariffe chieste da Microsoft sarebbero state espressamente proposte per facilitare le negoziazioni con coloro che avessero voluto approfittare dei protocolli.
Microsoft protesta, ritiene che il proprio parere non sia stato ascoltato. Ma la Commissione è sicura del proprio verdetto e non sembra intenzionata a rivedere l'entità della multa: "La Commissione - ha confermato a Reuters un portavoce del Commissario Kroes - ritiene che la decisione di imporre la sanzione abbia fondamento legale". (G.B.)
18 Commenti alla Notizia Microsoft: la Commissione UE sbaglia
Ordina
  • Mi sono sempre chiesto dove finisca il denaro proveniente da questo tipo di sanzioni. Chi lo intasca? Non credo vada in "opere di bene"...
    non+autenticato
  • Augh,

    899 milioni di euro di multa per la microsfot sono BRICIOLE...

    Ma siccome è il "principio" che conta ecco che si danno da fare per "avere ragione": impresa irrealizzabile per chi "da torto" ai propri clienti!!!

    Ho parlato

    Nilok
    Nilok
    1925
  • - Scritto da: Nilok
    > Augh,
    >
    > 899 milioni di euro di multa per la microsfot
    > sono
    > BRICIOLE...
    >
    > Ma siccome è il "principio" che conta ecco che si
    > danno da fare per "avere ragione": impresa
    > irrealizzabile per chi "da torto" ai propri
    > clienti!!!
    >
    > Ho parlato
    >
    > Nilok


    Hai detto na Caxxata
    Augh!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Drago84
    > - Scritto da: Nilok Augh,

    > Hai detto na Caxxata
    > Augh!

    Come al solito... Ma non rispondetegli neanche: cosi' chi l'ha messo in black list non becca i suoi post attraverso le risposte...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 luglio 2008 19.27
    -----------------------------------------------------------
    krane
    22544
  • Ogni volta che MS chiede un prezzo che non si ritiene valido, non si puo' proprio boiccottare MS per 2 anni.

    Esempio: si vuole realizzare programmi per chissacosa.
    MS vuole per l'accesso alle informazioni XXX Euro.
    La cifra non mi va bene, bene per 2 anni smetto di sviluppare tutti i programmi windows dando precendeza ad altri OS.
    Dovessero fare tutti cosi' MS si darebbe una mossa.
    Altro che avvocati, multe, burocrati e altro.
  • Ehm chi non dovrebbe sviluppare più programmi per un sistema operativo che ha il monopolio dei desktop?

    Sarebbe un suicidio.

    La Micro$oft sta ancora approfittando del monopolio, per fare i prezzi che dice lei sia sugli utenti finali che sulle software house. È il prezzo del monopolio.

    Ed essendo un monopolio purtroppo non possono agire gli utenti o le singole aziende, ma devono farlo i governi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Ehm chi non dovrebbe sviluppare più programmi per
    > un sistema operativo che ha il monopolio dei
    > desktop?
    >
    > Sarebbe un suicidio.

    e fino a quando:

    - la maggioranza sviluppa per questo

    - si faranno cause per incentivare lo sviluppo per windows

    - si ignorano gli altri

    non credo che la situazione possa cambiare.


    > La Micro$oft sta ancora approfittando del
    > monopolio, per fare i prezzi che dice lei sia
    > sugli utenti finali che sulle software house. È
    > il prezzo del monopolio.

    e fa bene, che gli altri si sveglino, comincino a supportare MacOs, Ubuntu, altri Os.

    Fino a quando la gente non troverà sugli scaffali programmi e Periferiche con scritto "X Ubuntu", "X OsX", "X Mandriva", la situazione non potrà cambiare.
    Compreresti un lettore di Dischi Video del quale nessuno fa Film ?

    >
    > Ed essendo un monopolio purtroppo non possono
    > agire gli utenti o le singole aziende, ma devono
    > farlo i
    > governi.
  • >
    > e fa bene, che gli altri si sveglino, comincino a
    > supportare MacOs, Ubuntu, altri
    > Os.

    anzi fa male, perchè più tratta bene i propri collaboratori ( di altre ) ditte e più questo sono incentivati a sviluppare per windows.


    > > Ed essendo un monopolio purtroppo non possono
    > > agire gli utenti o le singole aziende, ma devono
    > > farlo i governi.

    perchè, le aziende non possono investire ad esempio in "Ubuntu", in "Mandriva".
    Fino a quando non si comincia sicuramente non si può.
    Apple nel suo piccolo lo ha fatto e ha dimostrato che è possibile farlo.
  • Ma scusate, sono protocolli microsoft, ne farà quello che vuole, e come dire di dovere multare la Apple perchè i suoi iPhone hanno sistemi che non permettono l'istallazione di software terzi, sono prodotti commerciali, e come tali non devono essere regolati dal senso etico ma da quello del profitto, chi di voi in posizione di monopolio regalerebbe i propri prodotti o la possibilità di interfacciarsi con loro, sapendo che richiedendo una quota per farlo avreste solo da guadagnarci perchè essendo un monopolio... le alternative reali scarseggiano e gli altri sarebbero quasi "obbligati" a fare quello che vuoi...

    Quello che dici sul boicotaggio dei prodotti microsoft invece lo trovo giusto, se un'azienda fa una cosa che non mi va bene allora la boicotto, faccio in modo di trovare un'alternativa valida, non vado in tribunale per obbligare quell'azienda a fare quello che dico io, l'intel non ha fatto guerre legali contro la apple perchè fino a qualche anno fa non sviluppava per piattaforme x86!

    Uso l'esempio della Apple perchè (anche se a dir la verità penso che i mac siano sistemi eccellenti) facendoci caso è quella che più di tutte fa fare sui suoi sistemi solo quello che vuole lei, prima ho parlato dell'iphone, rimanendo su di lei e anche vero che la wind e la 3 non sono andate in tribunale a forzarla a vendere l'iphone anche a loro, bensì la 3 ha contrattato è c'è l'ha fatta, e la wind semplicemente punta maggiormente sulla concorrenza.

    Ripeto quello che almeno io pensò sia giusto ognuno con il proprio prodotto deve essere libero di fare quello che vuole, se poi la microsoft se ne approfitta troppo arrivera il giorno in cui per l'esigenza di poter fare certe cose senza pagare microsoft nascerà una alternativa, in questo caso all'utilizzo di certi protocolli, e allora finirà il monopolio, i monopoli in questo modo danneggiano se stessi, più loro irritano i clienti, più i clienti sono spinti a trovarsi delle alternative, e una volta fatte è la fine, così la UE sta solo interferendo con il ciclo normale delle cose...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Levi4than

    > Ripeto quello che almeno io pensò sia giusto
    > ognuno con il proprio prodotto deve essere libero
    > di fare quello che vuole, se poi la microsoft se
    > ne approfitta troppo arrivera il giorno in cui
    > per l'esigenza di poter fare certe cose senza
    > pagare microsoft nascerà una alternativa,

    Cioe' prima le dai la possibilita' di controllare totalmente il mercato e poi speri che esca un'alternativa ???

    Complimenti per il ragionamento : Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    krane
    22544
  • Tu invece stai solo uccidendo il mercato, la microsoft non ha ucciso nessuno per stare li dove è, tramite marketing e strategie anche brutali si è imposta, usare la legge per levarle diritti che ha conquistando lottando con le altre aziende è assolutamente lesivo della concorrenza, in un mercato "drogato" dallo stato le cose vanno sempre male, lo stato deve dare delle regole al mercato, non intervenire con la forza dopo anni che una situazione permane solo perchè si ci si è resi conto che un'azienda è troppo potente, bisognava pensarci prima, dal canto suo microsoft non fa altro che i suoi interessi, non è una onluss o una fondazione ma una società a scopo lucrativo, e anche se il nome suona male, è grazie a queste società se oggi ci siamo evoluti fino a questo punto, intervenire con la legge significa stroncarle e danneggiare la comunità (vedi la metafora di Adam Smith sulla mano invisibile)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Levi4than
    > Tu invece stai solo uccidendo il mercato,

    Io ? Tutto da solo ??
    Che puuuutenza... Allora ti elimino i negozi nell'arco di 10 km di casa tu tie' !

    > la microsoft non ha ucciso nessuno per stare li
    > dove è, tramite marketing e strategie anche
    > brutali si è imposta, usare la legge per levarle
    > diritti che ha conquistando lottando con le
    > altre aziende è assolutamente lesivo della
    > concorrenza,

    Studia la storia di Standard Oil e At&T.
    Cosi' magare capisci come lo stato si difende dal corporativismo estremo.

    > in un mercato "drogato" dallo stato le cose
    > vanno sempre male, lo stato deve dare delle
    > regole al mercato,

    E quando vengono infrante ?

    > non intervenire con la forza dopo anni che
    > una situazione permane solo perchè si ci si è
    > resi conto che un'azienda è troppo potente,

    Le regole c'erano, come hai detto tu, l'azienda le ha infrante ripetutamente, quindi ???

    > bisognava pensarci prima,

    Purtroppo DoNascimento non ha avvertito nessuno di quel che ha visto nella sfera di cristallo, quindi non vedo come si possa pensare prima...

    > dal canto suo microsoft non fa altro che i
    > suoi interessi, non è una onluss o una
    > fondazione ma una società a scopo lucrativo, e
    > anche se il nome suona male, è grazie a queste
    > società se oggi ci siamo evoluti fino a questo
    > punto, intervenire con la legge significa
    > stroncarle e danneggiare la comunità (vedi
    > la metafora di Adam Smith sulla mano invisibile)

    Vedi AT&T e Standard Oil.
    krane
    22544
  • Ma scusate, sono protocolli microsoft, ne farà quello che vuole, e come dire di dovere multare la Apple perchè i suoi iPhone hanno sistemi che non permettono l'istallazione di software terzi, sono prodotti commerciali, e come tali non devono essere regolati dal senso etico ma da quello del profitto, chi di voi in posizione di monopolio regalerebbe i propri prodotti o la possibilità di interfacciarsi con loro, sapendo che richiedendo una quota per farlo avreste solo da guadagnarci perchè essendo un monopolio... le alternative reali scarseggiano e gli altri sarebbero quasi "obbligati" a fare quello che vuoi...

    Quello che dici sul boicotaggio dei prodotti microsoft invece lo trovo giusto, se un'azienda fa una cosa che non mi va bene allora la boicotto, faccio in modo di trovare un'alternativa valida, non vado in tribunale per obbligare quell'azienda a fare quello che dico io, l'intel non ha fatto guerre legali contro la apple perchè fino a qualche anno fa non sviluppava per piattaforme x86!

    Uso l'esempio della Apple perchè (anche se a dir la verità penso che i mac siano sistemi eccellenti) facendoci caso è quella che più di tutte fa fare sui suoi sistemi solo quello che vuole lei, prima ho parlato dell'iphone, rimanendo su di lei e anche vero che la wind e la 3 non sono andate in tribunale a forzarla a vendere l'iphone anche a loro, bensì la 3 ha contrattato è c'è l'ha fatta, e la wind semplicemente punta maggiormente sulla concorrenza.

    Ripeto quello che almeno io pensò sia giusto ognuno con il proprio prodotto deve essere libero di fare quello che vuole, se poi la microsoft se ne approfitta troppo arrivera il giorno in cui per l'esigenza di poter fare certe cose senza pagare microsoft nascerà una alternativa, in questo caso all'utilizzo di certi protocolli, e allora finirà il monopolio, i monopoli in questo modo danneggiano se stessi, più loro irritano i clienti, più i clienti sono spinti a trovarsi delle alternative, e una volta fatte è la fine, così la UE sta solo interferendo con il ciclo normale delle cose...

    Almeno questo è come la penso io...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo75
    > Ogni volta che MS chiede un prezzo che non si
    > ritiene valido, non si puo' proprio boiccottare
    > MS per 2 anni.

    Quindi nessun guadagno per 2 anni: metti che ci siano da pagare 10 impiegati (non in nero) piu' le bollette e l'affitto degli uffici basteranno 500.000 ?

    Me li dai tu ?

    > Esempio: si vuole realizzare programmi per
    > chissacosa.
    > MS vuole per l'accesso alle informazioni XXX Euro.
    > La cifra non mi va bene, bene per 2 anni smetto
    > di sviluppare tutti i programmi windows dando
    > precendeza ad altri OS.
    > Dovessero fare tutti cosi' MS si darebbe una
    > mossa.
    > Altro che avvocati, multe, burocrati e altro.
    krane
    22544
  • In Italia, se perdi una causa dopo aver contestato una multa, paghi il doppio. Perché non si può fare lo stesso con Steve?
  • non è il quantitativo della multa che gli fa quel danno che ms sente...è la modalità!
    dovrebbero semplicemente sequestrare delle partite di scatole di windows e vietarne la vendita
    dopo che non vendono per una settimana in tutta europa inizieranno a pagare le multe...forse...
    non+autenticato
  • Ci sta...

    non si devono permettere di dire alla commissione europea come si applicano le leggi, se non dimostrano di aver ragione che paghino pure il triplo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davide Impegnato
    > In Italia, se perdi una causa dopo aver
    > contestato una multa, paghi il doppio. Perché non
    > si può fare lo stesso con
    > Steve?

    Perché dici Steve, che tutti pensiamo a Giobbs?
    Dì Stiiv monkey-dancing chair-tossing BòllmerA bocca aperta

    Developers! Developers! Developers!
    Funz
    13000