Red Hat e Oracle: Linux è desktop

Le due aziende si dicono pronte a dare al client di Red Hat Linux la potenza dei database Oracle e i tool per collaborazione e condivisione. Nuova linfa per la battaglia campale che vuole un Linux potente e versatile sul desktop

Red Hat e Oracle: Linux è desktopSan Francisco (USA) - La conferma della collaborazione avviata da Oracle e Red Hat per un grande progetto di sviluppo su Linux per il desktop smuove ulteriormente le acque in cui nuota un instancabile Pinguino.

Se fino a poco tempo fa il mercato desktop era visto dalle aziende legate a Linux come un terreno ostile e quasi impenetrabile, oggi le cose stanno rapidamente cambiando. A dimostrarlo, oltre alla recente nascita di realtà come Lindows, Xandros ed altre società che trovano il loro core business nell'offerta di soluzioni desktop basate su Linux, c'è l'ingresso in questo nuovo spazio di storici distributori come Red Hat e SuSE o, ancora, il recente annuncio con cui Sun ha delineato una nuova strategia che prevede la vendita di workstation Linux basate sull'architettura standard dei PC.

Una certa parte dell'industria si va dunque convincendo che per Linux sia effettivamente arrivato il momento tanto atteso: porsi come un'alternativa credibile a Windows anche in un mercato, quello dei PC desktop, dove il sistema operativo di Microsoft gode oggi di una posizione quasi monopolistica.
Red Hat, che con il recente rilascio della versione 8.0 della propria distribuzione ha già dimostrato di voler corteggiare con molta più convinzione, rispetto al passato, gli utenti desktop, è ora intenzionata ad espandere la propria strategia con l'aiuto di Oracle.

Insieme alla partner, l'azienda dal cappello rosso ha infatti annunciato di voler migliorare la versione client della propria distribuzione dando la possibilità agli utenti Linux di far girare il software di Oracle sui PC desktop e i notebook.

La strategia si tradurrà nel porting verso la versione desktop di Red Hat Linux di due software chiave di Oracle: Enterprise Manager, una suite di prodotti per la gestione dei database, e Oracle Collaboration Suite, un insieme di applicativi per la collaborazione aziendale che includono funzionalità di calendario e messaggistica.

Matthew Szulik, presidente e CEO di Red Hat, sostiene che rispetto al passato Linux ha ora tutti gli strumenti per ben figurare nel desktop. E ritiene che software come Mozilla, KDE e Gnome abbiano ormai raggiunto un buon livello di maturità e siano pronti per dare agli utenti desktop una valida alternativa a Windows. Nonostante questo, Szulik è convinto che il cammino verso questa meta è appena iniziato e il lavoro da fare è ancora tanto.

Il boss di Red Hat sostiene che le grandi società open source che puntano al mercato desktop devono innanzitutto essere sicure di poter crearsi solide basi nel settore dei server, al momento assai più remunerativo: in questo modo, secondo Szulik, diviene possibile affrontare con più lucidità e incisività la sfida rappresentata dall'introduzione del Pinguino sui PC di case e uffici.
37 Commenti alla Notizia Red Hat e Oracle: Linux è desktop
Ordina
  • Scusate, ho comprato in edicola il pacchetto
    di 3 cd di RH 8 lite.
    a parte non riesco ad installarlo come
    il 7.2 prof. di cui sono in possesso,
    cosa ha di meno questo lite ?

    forse è meglio che lo upgrado secco al prof...Sorride
    non+autenticato
  • Mandrake ha sempre creduto a LINUX sui Desk-Top SOHO, PIM, e HOME, mentre altri lo snobbavano pensando solo al mercato Server Entreprise.
    Ira tutti, anche i colossi Red-Hat e SuSe che prima deridevano Mandrake ora danno ragione a Mandrake e come Mandrake si sono buttate anima e corpo anche per LINUX sui Desk-Top.
    Il fatto è che LINUX è per tutto anche se non tutto e scalzerà la coifeca Microsoft.
    non+autenticato
  • sce con il mangiare una pizza (visto che tutto si carbonizza).
    non+autenticato
  • Questa notizia non è nuova.
    In realtà un sistema Unix-like che funziona molto bene anche come desktop c'è già, si tratta di MacOSX. Quello è un bell'esempio di come un desktop linux dovrebbe essere. Altri esempi possono essere BeOS (Che fine ha fatto?).

    Io penso che per Linux manchino ancora due fattori per poter essere un buon desktop (e un sistema più facilmente amministrabile):

    - una cultura specifica nella gente, oggi fin troppo cannibalizzata mentalmente da windows
    - la creazione di interfacce facili e amichevoli per governare gli aspetti principali del sistema (quelle oggi disponibili sono spesso penose e sgraziate)
    - finalmente un motore di rendering grafico potente e flessibile (quello attuale è lodevole ma sfigura se confrontato con quello che offre il mercato)

    Bisogna convincersi che alla gente comune, interessa si che un sistema sia robusto/stabile/ecc. ma sono solo parole e tutti le possono dire, soprattutto quando l'utente non è sempre in grado di verificarle. Ma quello che colpisce l'utente potenziale è la facilità d'uso, e i colori ultravivaci. Tutta fuffa direte voi... ma è comunque una bella storia!

    Ciao!

    p.s.: è ovvio che sta roba non è pane per Torvalds o i kernel gurus che, giustamente, sono schifati anche dall'idea. Ci vuole gente che abbia sensibilità estetica e grafica e che ragioni come l'umile utente, non come guru dotato di poteri sovrumani che vive bene anche solo possedendo una ciotola e un lenzuolo.
    non+autenticato


  • - Scritto da: UnoChePassa
    > Altri esempi possono essere BeOS (Che fine
    > ha fatto?).

    Defunto definitivamente, AFAIK. Be Inc. è stata acquisita da PALM, che non ha intenzione di sviluppare nè supportare ulteriormente BeOS. C'è da sperare nei cloni OS, in qualcuno che acquisti BeOS (come è successo per OS/2, diventato eComStation) o che la comunità OS lanci una raccolta di fondi a la Blender

    > - la creazione di interfacce facili e
    > amichevoli per governare gli aspetti
    > principali del sistema (quelle oggi
    > disponibili sono spesso penose e sgraziate)

    Più che altro sono spesso fuori standard: invece che essere dei frontend per i file testuali di configurazione, agiscono da soli ignorandoli, e così poi uno cambia distro e non ci si raccapezza più

    > - finalmente un motore di rendering grafico
    > potente e flessibile (quello attuale è
    > lodevole ma sfigura se confrontato con
    > quello che offre il mercato)

    Personalmente credo che occorra trovare una valida alternativa all'X Server per le istallazioni desktop... quanti hanno bisogno, su una workstation, di far girare programmi usati da altri pc client?
    Una volta ho sentito parlare di QT Embedded, ma temo sia rimasta relegata ai palmari

    non+autenticato


  • - Scritto da: Co.Bra.
    >
    >
    > - Scritto da: UnoChePassa
    > > Altri esempi possono essere BeOS (Che fine
    > > ha fatto?).
    >
    > Defunto definitivamente, AFAIK. Be Inc. è
    > stata acquisita da PALM, che non ha
    > intenzione di sviluppare nè supportare
    > ulteriormente BeOS. C'è da sperare nei cloni
    > OS, in qualcuno che acquisti BeOS (come è
    > successo per OS/2, diventato eComStation) o
    > che la comunità OS lanci una raccolta di
    > fondi a la Blender

    Palm ha già dichiarato di non essere interessata al rilascio dei sorgenti. Esiste però un progetto per clonare, ed in futuro migliorare, BeOS:

    www.openbeos.org


    > > - la creazione di interfacce facili e
    > > amichevoli per governare gli aspetti
    > > principali del sistema (quelle oggi
    > > disponibili sono spesso penose e
    > sgraziate)
    >
    > Più che altro sono spesso fuori standard:
    > invece che essere dei frontend per i file
    > testuali di configurazione, agiscono da soli
    > ignorandoli, e così poi uno cambia distro e
    > non ci si raccapezza più

    ????????

    Certo che le interfacce sono dei frontend ai programmi a linea di comando o ai file testuali...
    Il fatto che siano diversi da una distro e l'altra è un altro discorso...

    >
    > > - finalmente un motore di rendering
    > grafico
    > > potente e flessibile (quello attuale è
    > > lodevole ma sfigura se confrontato con
    > > quello che offre il mercato)
    >
    > Personalmente credo che occorra trovare una
    > valida alternativa all'X Server per le
    > istallazioni desktop... quanti hanno
    > bisogno, su una workstation, di far girare
    > programmi usati da altri pc client?

    Bella questione....
    Il problema che così facendo creeresti una grossa incompatibilità fra i sistemi...    
    non+autenticato


  • - Scritto da: TeX

    > www.openbeos.org

    E' quello che intendevo per "Cloni OS"

    > Certo che le interfacce sono dei frontend ai
    > programmi a linea di comando o ai file
    > testuali...
    > Il fatto che siano diversi da una distro e
    > l'altra è un altro discorso...

    No, io mi riferivo al fatto che, soprattutto un paio di anni fa, c'erano delle distro il cui kernel usava file di configurazione non standard, e quindi tu se te le settavi a mano o cercavi di portare il tuo solito tool su un'altra distro, scoprivi che le modifiche venivano bellamente ignorate. Ora sembra che la situazione sia cambiata

    > Bella questione....
    > Il problema che così facendo creeresti una
    > grossa incompatibilità fra i sistemi...

    Mah, non me ne intendo, ma credo sia possibile farlo. Voglio dire, ora abbiamo XServer + Librerie (QT o altro) + Windowmanager + Desktop Environment... non si può snellire la cosa, senza creare grosse incompatibilità?
    non+autenticato
  • concordo al 101 %
    Senza un`interfaccia grafica che governi COMPLETAMENTE il sistema (installazione, gestione e uso) non si fa il desktop, apple ha aperto la strada windows lo ha dimostrato, (bene o male), chi non vuol capire si arrangia.
    non+autenticato
  • C'e' stato il tempo di Windows, penso che lo abbiamo usato tutti. Ora e' il tempo di Linux. Senza drammi, solo realta'.
    Penguin on desktop
    Penguin on desktop
    Penguin on desktop

    non+autenticato


  • - Scritto da: Artico
    > C'e' stato il tempo di Windows, penso che lo
    > abbiamo usato tutti. Ora e' il tempo di
    > Linux. Senza drammi, solo realta'.
    > Penguin on desktop
    > Penguin on desktop
    > Penguin on desktop

    E' il vostro momento e siete al 1%....
    non+autenticato
  • Oggi come oggi vado in negozio di hardware compro una qualsiasi periferica e sono sicuro che ci trovo i driver per win. Con linux ancora no.

    Oggi come oggi vado in un qualsiasi negozio di computer, compro l'ultimo gioco o sw uscito e sono sicuro (a meno di problemi sul sistema) che funziona. Con linux non è minimamente pensabile.

    Non è ancora il tempo di linux desktop....
    Se lo sarà o no dipende da tutti gli addetti ai lavori (leggasi software house,hardware house)
    non+autenticato


  • - Scritto da: giunco
    > Oggi come oggi vado in negozio di hardware
    > compro una qualsiasi periferica e sono
    > sicuro che ci trovo i driver per win. Con
    > linux ancora no.

    Infatti io che ho linux compro solo logitech, nvidia/ati, realtek, creative.... ricco io o coglioni quelli che comprano la geiforz e la rialtec e poi si lamentano che non funzia ? per risparmiare 10 euro poi...
    sciacquati la bocca prima di parlare del supporto di linux, i drivers nvidia in 4/5 release sono al pari di quelli windows come funzionalità, con win si deve comunque aspettare mesi per avere dei drivers decenti.

    PS.: Ho uno scanner Primax di nonna che su linux funziona e su winXP NO, ho dovuto reinstallare win2k per farlo funzionare.

    > Oggi come oggi vado in un qualsiasi negozio
    > di computer, compro l'ultimo gioco o sw
    > uscito e sono sicuro (a meno di problemi sul
    > sistema) che funziona. Con linux non è
    > minimamente pensabile.

    oltre ad essere pensabile è possibile:
    UT, UT2003, Quake3, UltimaOnline, NeverWinter Nights... non saranno molti ma almeno sono i migliori.

    > Non è ancora il tempo di linux desktop....
    > Se lo sarà o no dipende da tutti gli addetti
    > ai lavori (leggasi software house,hardware
    > house)

    no dipende ANCHE dal fatto che ce gente che "paga" per non far fare i portingSorride
    non+autenticato
  • >Infatti io che ho linux compro solo
    > logitech, nvidia/ati, realtek, creative....
    > ricco io o coglioni quelli che comprano la
    > geiforz e la rialtec e poi si lamentano che
    > non funzia ?

    Allora non ci siamo capiti.......
    I driver non voglio scaricarmeli dal support del sito o magari da qualcuno che ha il mirror ma li voglio nel CD con PROCEDURA IN AUTOINSTALLAZIONE.
    Non mi pare che la SB Live Audigy, la Pinnacle PCTV PRO, lo IOMEGA peerless, l'USBDRIVE abbiano tutto questo.


    >oltre ad essere pensabile è possibile:
    > UT, UT2003, Quake3, UltimaOnline,
    > NeverWinter Nights... non saranno molti ma
    > almeno sono i migliori.


    Mi dici il negozio dove posso trovarli?
    Grazie.
    non+autenticato


  • - Scritto da: ginco
    > Allora non ci siamo capiti.......
    > I driver non voglio scaricarmeli dal support
    > del sito o magari da qualcuno che ha il
    > mirror ma li voglio nel CD con PROCEDURA IN
    > AUTOINSTALLAZIONE.
    > Non mi pare che la SB Live Audigy, la
    > Pinnacle PCTV PRO, lo IOMEGA peerless,
    > l'USBDRIVE abbiano tutto questo.

    AHAAHHAAHHAHAAHHAAH e tu lasci quelli di default di windows e non li aggiorni ?
    Una cosa sola, i drivers nvidia in winXP FREEZANO con la mia geforce256, SISTEMATICAMENTE.
    Senza contare il fatto che spesso sono obsoleti...

    > >oltre ad essere pensabile è possibile:
    > > UT, UT2003, Quake3, UltimaOnline,
    > > NeverWinter Nights... non saranno molti ma
    > > almeno sono i migliori.

    > Mi dici il negozio dove posso trovarli?
    > Grazie.

    Qualsiasi dato che è lo stesso gioco sia per pc che per linux, cambia solo il fatto che FINALMENTE alcune ditte hanno deciso di INSERIRE nei cd i binari e l'installer per linux (epic, id)
    non+autenticato
  • Ginco non ha bisogno di usare Linux, mentre Numero28 ha bisogno di usare Windows. (fullstop)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Lu pen
    > Ginco non ha bisogno di usare Linux, mentre
    > Numero28 ha bisogno di usare Windows.
    > (fullstop)

    Già, e finchè non arrivano i porting sarò costretto per molto tempoA bocca storta
    Mi consola il fatto che almeno ci lavoro e non è solo una guerra di religione anche se è una lama a doppio taglioSorride
    Fortunatamente con WinNT si lavora decentemente.
    non+autenticato
  • AHAAHHAAHHAHAAHHAAH e tu lasci quelli di
    > default di windows e non li aggiorni ?
    > Una cosa sola, i drivers nvidia in winXP
    > FREEZANO con la mia geforce256,
    > SISTEMATICAMENTE.
    > Senza contare il fatto che spesso sono
    > obsoleti...

    Ma scusa, hai problemi a configurare uno scanner, hai problemi a configurare un geffo, ma sei capace installare win correttamente?


    > > >oltre ad essere pensabile è possibile:
    > > > UT, UT2003, Quake3, UltimaOnline,
    > > > NeverWinter Nights... non saranno
    > molti ma
    > > > almeno sono i migliori.

    Non mi pare che sul cd di UT e UltimaOnline c'era la procedura di installazione per linux.

    Per quanto riguarda NeverWinter il sito riporta:
    " Currently Linux version is in full development"
    Questo vuol dire che non c'e' sul cd e al massimo te lo fanno scaricare dal loro sito.

    Come volevasi domostrare.
    non+autenticato


  • - Scritto da: ginco
    > Ma scusa, hai problemi a configurare uno
    > scanner, hai problemi a configurare un
    > geffo, ma sei capace installare win
    > correttamente?

    Si, dal 1990, mai avuto problemi.
    Il problema arriva quando tu hai uno scanner primax e scopri che i drivers per 2k ci sono ma non funzionano, quelli per XP neanche a parlarne, il sito? è morto...
    Almeno su linux i drivers non perdono di compatibilità...

    > Non mi pare che sul cd di UT e UltimaOnline
    > c'era la procedura di installazione per
    > linux.

    infatti te li scarichi in 3 minuti dai relativi siti, mi riferivo in particolare a UT2003, capostipite (credo) del supporto linux integrato nel cd e NON di terze parti.

    > Per quanto riguarda NeverWinter il sito
    > riporta:
    > " Currently Linux version is in full
    > development"
    > Questo vuol dire che non c'e' sul cd e al
    > massimo te lo fanno scaricare dal loro sito.

    certo... ripeto, era riferito al caso UT2003 e tutti i giochi EPIC e ID a venire...

    > Come volevasi domostrare.

    che hai detto una cazzataSorride
    non+autenticato
  • >infatti te li scarichi in 3 minuti dai relativi >siti

    Hai mai pensato di fare una visita psicanalitica ?

    Fai pace con il cervello, prima sostieni una tesi, poi la smentisci e sostieni il contrario, ma siete in due li dentro?

    Rileggiti i post (ti consiglio di stamparli) studiateli la notte e poi basta con questa storia !!



    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)