markvp

Camminare lavorando? Fa bene

Ed è produttivo. Almeno secondo Details Worktools che ne ha fatto la propria bandiera. Personalizzabile, tutto servocomandato ed ergonomico, arriva l'ufficio salutista del futuro. Che i produttori vorrebbero nel presente

Roma - In molti casi il lavoro d'ufficio consiste nel sedere per diverse ore davanti al computer. Un'attività considerata responsabile dell'obesità e di diverse altre patologie, un'attività al centro dell'attenzione di Details Worktools, che ha sfoderato la sua soluzione: WalkStation.

La nuova WalkstationSi tratta di un principio su cui diverse aziende hanno condotto sperimentazioni già da tempo e che ora, grazie alla lunga attività di perfezionamento e collaudi, nella versione proposta da Details Worktools ha raggiunto notevoli affidabilità ed efficacia: "La reazione è stata ovunque molto positiva, abbiamo tanti clienti che tornano soddisfatti", dice Bud Kilpa, presidente dell'azienda.

Secondo John Challenger, presidente di Challenger Gray & Christmas, prodotti e servizi di questo genere rappresentano il futuro dei luoghi di lavoro, sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo, proprio per quelle aziende che intendano "battere" obesità e altri malanni dei propri dipendenti, limitandone così i costi sanitari: "Le aziende stanno riconoscendo l'opportunità di individuare metodi per mantenere il controllo dei loro costi nel settore della salute - spiega Challenger - In altre parole cercano di assicurarsi che in azienda le persone di salute cagionevole non penalizzino quelle in buona salute".
La Walkstation
La casa spiega che si tratta della combinazione di un piano di lavoro ad altezza variabile, completamente servocomandato, abbinato ad uno speciale tapis roulant simile a quelli impiegati da molti centri sportivi, ma a bassa velocità (massimo 3,2 Km/ora).

Esso consente di camminare in modo confortevole pur continuando a lavorare e, nel frattempo, di bruciare calorie. Il piano di lavoro viene portato ad altezza opportuna automaticamente, per essere impiegato in piedi, anziché da seduti. Inoltre, è possibile scegliere ripiani sagomati diversamente, a seconda delle proprie esigenze di lavoro.

Resta solo da convincere le persone a farne uso: non bastavano i software che impongono ricordano di essere ligi alle pause, non era sufficiente far pedalare i pigri davanti alla TV, generando anche elettricità da rivendere: ora si cammina lavorando (o si lavora camminando?). Magari potrebbe essere interessante interconnettere tutte queste apparecchiature: così lo spettatore TV fornirebbe energia al podista lavoratore stimolato da un software che ricorda di pedalare di più.

Marco Valerio Principato

(fonte immagine)
20 Commenti alla Notizia Camminare lavorando? Fa bene
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)