L'identificazione passa per le impronte vocali

Experian e VoiceVault promettono il riconoscimento e la convalida in pochi secondi dell'identitÓ di chi telefona ai centri servizi di banche, grandi aziende ed enti pubblici

Milano - Experian e VoiceVault annunciano la messa a punto di un nuovo servizio per l'identificazione di chi telefona o manda messaggi vocali. Il suo nome è Voice Check, il suo target sono le esigenze di sicurezza di banche, aziende ed enti pubblici. E si basa sulle impronte. Vocali.

"Voice Check - spiegano le due aziende - permette la verifica più sicura e rapida del chiamante o del mittente di messaggi vocali senza richiedere a chi ne fa uso di dotarsi di sistemi e applicazioni. Sono infatti i sistemi Experian e VoiceVault a provvedere ai controlli, in automatico, con applicazioni integrate e in rete di telefonia e informatica".

L'organizzazione (banca, pubblica amministrazione o altra azienda) deve chiedere agli interlocutori di poter acquisire la loro impronta vocale, chiedendo di pronunciare una frase chiave, poi memorizzata nei sistemi di Experian. "Così, ad esempio - precisano - quando a un'organizzazione che utilizza Voice Check arriva una chiamata da un interlocutore registrato (e che dunque ha dato il consenso alla verifica ad opera di quell'ente), il servizio provvede in pochi secondi a recepire dal telefono la voce del chiamante che pronuncia la frase chiave, inviarla ai sistemi Experian che la confrontano con quella depositata, e a ritornare via Web l'esito della verifica d'identità".
"La biometria vocale - osserva una nota congiunta diffusa da Experian e VoiceVault - è già una tecnologia di comprovata sicurezza per identificare in modo univoco le persone. Ma il software di biometria vocale impiegato in Voice Check è il più evoluto. ╚ in grado di misurare oltre 130 elementi di caratterizzazione della voce, ciò che rende praticamente impossibile le forzature con voci registrate o anche abilmente contraffatte. E infatti, quella integrata in Voice Check è l'unica tecnologia biometrica che ha ottenuto la certificazione UE per le Firme Digitali Avanzate".