Gaia Bottà

Bucato un sito di Kaspersky

Il responsabile è un cracker turco: con una SQL injection comunica al mondo il proprio patriottismo

Roma - Kaspersky sotto attacco: un defacer turco ha iniettato dei contenuti estranei nel codice delle pagine del sito malese della security company.

Hacked!Si presenta come m0sted il responsabile dell'attacco: ha lasciato la propria firma sulla homepage e su numerose pagine interne, motiva la SQL injection con il proprio spirito patriottico.

Non è la prima occasione in cui qualcuno approfitta delle vulnerabilità dei servizi online offerti da Kaspersky per scopi diametralmente opposti a quelli dell'azienda, non è la prima occasione, ricorda l'esperto Dancho Danchev, in cui le security company sono prese di mira da malintenzionati o da hacker desiderosi di mettersi in mostra.
Danchev ritiene che gli utenti possano considerarsi al sicuro, che nessuno di loro scaricherà malware invece di protezioni: il sito malese di Kaspersky è al momento offline, i tecnici stanno lavorando per tappare la falla. (G.B.)

(fonte immagine)