Luca Annunziata

IBM offre Lotus Foundation alle PMI

Un pacchetto basato su Linux che si gestisce da solo. Letteralmente. Pronto a lavorare in 30 minuti, mettendo a disposizione i servizi essenziali. Punto Informatico ne parla con la filiale italiana di Big Blue

Roma - "Lotus Foundation è dedicato alla piccola impresa, non piccola e media: lo dico volutamente per non incorrere nella classica discussione in cui la media impresa di IBM può arrivare a centinaia di clienti. Il pacchetto è pensato per realtà da 5 a 150 dipendenti: la tipica piccola e media impresa italiana". È netto Davide Pannuto, Lotus Marketing Manager di IBM Software Group Italia: sul piatto c'è un pacchetto lanciato lo scorso lunedì dal gigante di Armonk, in anteprima europea qui in Italia perché "l'Italia è il mercato dalle caratteristiche ideali per questo tipo di prodotto".

Davide PannutoLotus Foundation è basata su Linux e ovviamente sulle ben note tecnologie Domino e Notes di IBM, ma, giura IBM, ha già una sua storia alle spalle: "Questa è la prima versione di Foundation, ma si tratta di una tecnologia consolidata sul mercato da 7 anni, giunta ormai alla sua sesta versione: è il risultato dell'acquisizione di Net Integration Technologies avvenuta all'inizio dell'anno - spiega Pannuto a Punto Informatico - che fino ad oggi aveva commercializzato con successo questo prodotto con il nome di NITIX".

Foundation altro non è che un pacchetto software che racchiude molti servizi: Lotus Notes per la posta, Domino per la collaborazione, Symphony per la produttività individuale, firewall, antivirus e antispam, un software di backup e di ripristino dei documenti conservati sul server, LDAP, VPN, FTP, file server e print server. Secondo Pannuto, porta in dote "tutti quei servizi i base di cui una piccola azienda ha bisogno per lavorare", e la procedura di installazione non durerebbe nel complesso più di 30 minuti.
"Sia dal punto di vista dei nostri business partner che da parte del cliente - prosegue - non è necessaria alcuna skill particolare: pur installando software di sicurezza su un sistema Linux, non è necessaria alcuna competenza specifica o certificazione per farlo". Basta seguire le indicazioni dell'interfaccia via browser, e in pochi minuti si dovrebbe già essere in grado di iniziare a lavorare: "Lo stesso cliente finale può interagire con il pannello di controllo", oppure, se lo preferisce, potrà rivolgersi ai partner di IBM per le eventuali modifiche e aggiornamenti al sistema da effettuare in seguito.

L'architettura di FoundationIl vero punto di forza di Lotus Foundation, comunque, secondo Pannuto è il cosiddetto motore autonomico che agisce come un controllore di tutti i servizi attivi: "Se qualcuno di questi servizi dovesse non funzionare, se ci fossero problemi di sicurezza, se qualche configurazione di rete dovesse andare fuori posto, ci sarebbe lui a prendersene cura: durante la procedura di installazione aiuta autoconfigurando i servizi, in caso di problemi interviene a riparare, nel caso di personalizzazioni da una mano ad autogestire il sistema".

Il sistema, garantisce, è già utilizzato da oltre 15mila aziende: "È così che NETIX aveva ottenuto il suo successo: offrendo la possibilità all'utente finale di non avere praticamente mai un blocco di sistema, e garantendo ai partner la possibilità di gestire una gran mole di piccoli clienti che altrimenti avrebbe difficoltà a gestire". IBM sostiene che Foundation permette appunto di mantenere una totale omogeneità dal punto di vista del software installato e, precisa Pannuto, questo aspetto lo rende diverso dalla concorrenza: "Quando installo un server SBS di Microsoft devo seguire una procedura diversa per ogni cliente: service pack, diverse versioni di Office, ogni procedura finisce per essere diversa dalle altre".

Foundation, e NITIX prima di esso, dovrebbe consentire di ridurre al minimo la manutenzione: "Con 2600 partner affiliati - racconta - Net Integration Technologies forniva un supporto 24 ore al giorno per 5 giorni alla settimana con appena 6 persone". Quando saranno disponibili aggiornamenti, IBM produrrà un pacchetto di installazione unico, da "dare in pasto" - è questa l'espressione usata - al server, sul quale si occuperà di ripetere l'installazione aggiungendo i nuovi elementi senza intaccare quanto è già presente.
23 Commenti alla Notizia IBM offre Lotus Foundation alle PMI
Ordina
  • Mai provato a programmarci sopra?

    Non è per nulla intuitivo ed è molto limitato.

    Quasi quasi preferisco outlook...
    non+autenticato
  • Ci lavoro da anni!
    Non è vero che è un incubo...è fantastico invece per quanto sia rapido sviluppare applicazioni.
    Ovvio essendo un prodotto particolare devi formarti ed approfondire le conoscenze.
    E poi ricordo anche che dietro c'è una community italiana attivissima che ti supporta.

    Pensa un po' a ottobre fanno anche un evento

    guardali qua http://www.dominopoint.it
  • - Scritto da: grydan
    > Ci lavoro da anni!
    Idem

    > Non è vero che è un incubo...è fantastico invece
    > per quanto sia rapido sviluppare
    > applicazioni.

    Mai provato a stampare?A bocca aperta

    > Ovvio essendo un prodotto particolare devi
    > formarti ed approfondire le
    > conoscenze.
    > E poi ricordo anche che dietro c'è una community
    > italiana attivissima che ti
    > supporta.

    Conosco bene...


    > Pensa un po' a ottobre fanno anche un evento
    >
    > guardali qua http://www.dominopoint.it

    Per fortuna ho cambiato lavoroOcchiolino
    non+autenticato
  • Certo che ho provato non vedo quale sia il problema.
    Dipende se sei rimasto alla Release del 1999 o cosa
  • - Scritto da: grydan
    > Certo che ho provato non vedo quale sia il
    > problema.
    > Dipende se sei rimasto alla Release del 1999 o
    > cosa

    v 6.5, forse le successive le hanno migliorate un po'.
    non+autenticato
  • Prova a passare alla versione 8.
    non+autenticato
  • "Ma dovendo offrire all'utente finale, a questo tipo di clientela in particolare, un motore autonomico, questa chiusura è un bene perché semplifica la gestione"

    Ora si dice così
    CSOE
    728
  • Ho partecipato all'avento di lancio ed in realtà dovranno uscire delle API per creare pacchetti (add-on) che ti permetterà di estenderne le funzionalità.

    Quindi non credo sia troppo chiuso
  • > Quindi non credo sia troppo chiuso

    L'importante è che sia closed source, il fatto che ci siano plug-in è secondario.

    Tanto anche quelle saranno closed.
    CSOE
    728
  • Sì, ma sai ad IBM si perdona di essere closed...

    Due pesi... due misure...

    - Scritto da: CSOE
    > > Quindi non credo sia troppo chiuso
    >
    > L'importante è che sia closed source, il fatto
    > che ci siano plug-in è secondario.
    >
    >
    > Tanto anche quelle saranno closed.
  • NON sono due pesi e due misure:

    IBM prende dal mondo open ma, allo stesso tempo, dona pure ed è questo che fa la differenza.

    Poi se vogliamo far finta di non vedere...
    non+autenticato
  • per lo small business italiano 1700 euro sono tanti... troppi per avere qualcosa che "già hanno" per lo small business italiano orami ci vogliono prezzi veramente smart, vicini al gratuito!
    non+autenticato
  • Che senso hanno i prezzi in base al numero di utenti? Se non scala comprerai dell'altro hardware e quindi un'altra licenza software, no?
    non+autenticato
  • Bhè ma ragazzi tenete presente che Foundation ha anche l'antivirus basato su core Karsperky se non erro e antispam compresi con gli aggiornamenti e sopratutto fa da bilanciatore delle linee ADSL!!!
    (Potete collegare alla macchine N linee oltre a quella primaria e lui le gestisce in % in base al carico o come linea di backup)

    Fa veramente una vagonata di cose e sopratutto è stabilissimo ( Nitix è da 10 anni che è sul mercato estero e sono tutti soddisfatti del prodotto)

    Il loro sistema di backup è stato brevettato
  • Si può dire quello che si vuole sulle soluzione "tecniche" di MS, però a livello marketing lo sapeva già da anni che alcune fasce di clienti volevano soluzioni pronte all'uso, infatti è da anni che vende il famoso "Small Business Server" nelle varie versioni. OK, IBM aveva già i prodotti ma conosciuti (da chi?) con un altro nome, ma il lancio mi sembra poprio in stile MS.
    Ben venga comunque, quello che ho sempre sostenuto si sta realizzando forse, concorrenza si ma anche sistemi più "semplici" da usare e ben supportati.
    non+autenticato
  • Sono d'accordo con te, poi l'idea di un pacchetto allinone ovviamente non è niente di nuovo
    non+autenticato
  • Beh qui si parla di qualcosa di + rispetto a SBE:

    -antivirus
    -antispam
    -Pacchetto office (che non mi convince molto xchè ha un'interfaccia un pò alla office 2007
    -mail e gestione documentale dell'accoppiata domino+notes (che IMHO è decisaemnte meglio di exchange)
    -backup centalizzato
    -supporto ftp

    e tanto altro ancora. il costo è imho decisamente basso. Soprattutto nell'ottica di installarlo senza l'obbligo di acquistare windows vistaA bocca aperta

    Sono curioso di provare questa soluzione. Ero stato invitato a una presentazione ma non l'ho molto considerata!
  • - Scritto da: barra78
    > Beh qui si parla di qualcosa di + rispetto a SBE:
    >

    Certo, ci deve essere qualcoa di più altrimenti sarà difficile battere la concorrenza


    > -mail e gestione documentale dell'accoppiata
    > domino+notes (che IMHO è decisaemnte meglio di
    > exchange)

    Come server di posta non è migliore secondo me, anche il client fa pena, se invece consideriamo tutte le altre potenzialità allora è certamente superiore (e del resto non si tratta più di un server di posta come exchange)


    > e tanto altro ancora. il costo è imho decisamente
    > basso.

    Non concordo sul prezzo
    non+autenticato
  • > Come server di posta non è migliore secondo me,

    Parli di exchange o dell'exchange integrato in SBE? no perchè il 2o ha 1/100 delle possibillità dei quello venduto a parte!

    > anche il client fa pena, se invece consideriamo
    > tutte le altre potenzialità allora è certamente
    > superiore (e del resto non si tratta più di un
    > server di posta come
    > exchange)

    Il client è imho spettacolare proprio x l'insieme di possibilità. Certamente x posta e null'altro è un cesso!

    > Non concordo sul prezzo

    Beh tieni conto di tutto quello che offre e del fatto che non ci devi mettere su windows. 150€ a postazione quando con microsoft hai: 750€ circa dell'sbe+50€ a postazione oltre le prime 5. Ci devi contare la licenza windows pro (110?), antivirus e antispam (25/40 x i client e 200€ x il server).

    Il tutto senza il minimo supporto tecnico da parte di entrambe le soluzioni. Con la soluzione ibm metti centos. Se ti serve supporto tecnico x l'os le sottoscrizioni RHEL costano dai 250€ in su. Quelle microsoft sinceramente non so ma x i privati ho contraollato qualche gg fa si parte dai 400€ all'anno!
  • - Scritto da: barra78
    > > Come server di posta non è migliore secondo me,
    >
    > Parli di exchange o dell'exchange integrato in
    > SBE? no perchè il 2o ha 1/100 delle possibillità
    > dei quello venduto a
    > parte!
    >

    L'exchange in SBS mi risulta che abbia le stesse caratteristiche di quello standard, puoi creare una solo db di posta ma del resto è per piccole medie imprese, non credo si possa chiedere di più. Se ti risulta altro fammi sapere.


    > > anche il client fa pena, se invece consideriamo
    > > tutte le altre potenzialità allora è certamente
    > > superiore (e del resto non si tratta più di un
    > > server di posta come
    > > exchange)
    >
    > Il client è imho spettacolare proprio x l'insieme
    > di possibilità. Certamente x posta e null'altro è
    > un
    > cesso!
    >

    Io parto sempre da un concetto: se sei abituato ad usare un certo prodotto allora per te sarà sempre il "migliore" come usabilità. Come per me può essere più semplice usare Outlook per te può essere migliore il Notes. Il mio commento deriva dal fatto che ho lavorato per più di qualche azienda che utilizzano Domino e il client Notes, per gestire la posta lo hanno abbandonato. Continuano invece ad usarlo per le altre applicazioni legate a Domino.
    Tra parentesi, io uso thunderbird.


    > > Non concordo sul prezzo
    >
    > Beh tieni conto di tutto quello che offre e del
    > fatto che non ci devi mettere su windows. 150€ a
    > postazione quando con microsoft hai: 750€ circa
    > dell'sbe+50€ a postazione oltre le prime 5. Ci
    > devi contare la licenza windows pro (110?),
    > antivirus e antispam (25/40 x i client e 200€ x
    > il server).
    >

    Per i prezzi mi sembra che l'unica differenza la faccia l'antivirus, un SBS anche se premium costa intorno ai 500 euro compreso dei primi 5 utenti, parlo di OEM, altrettanti per altri 5 utenti. Se devi aggiungere un antivirus mediamente costano un 50 euro a client. Inoltre non ti obbliga ad avere un certo sistema nei client, puoi anche usarlo con macchine ubuntu, che te frega? E del resto anche con la soluzione IBM potresti avere i client con xp. Riguardo la suite d'ufficio anche qui c'è da dire una cosa: se la paragono per forza con Office allora sicuramente vince ( a livello prezzi) la soluzione IBM, tuttavia vorrei ricordare che SBS non ti obbliga ad utilizzare Office, puoi sempre usare altri prodotti come ad esempio openOffice
    non+autenticato
  • > L'exchange in SBS mi risulta che abbia le stesse
    > caratteristiche di quello standard, puoi creare
    > una solo db di posta ma del resto è per piccole
    > medie imprese, non credo si possa chiedere di
    > più. Se ti risulta altro fammi
    > sapere.

    Non conosco Exchange standard ma mi è stato detto che sono molto diversi dalla microsoft stessa. Ho un'unico impianto con SBS e a seguito del problema ho contattato x email microsoft x chiedere una cosa del tipo "com'è che mi capita questa cosa?" risposta: devi acquistare la versione standard che è + completa e quindi ti sistema da solo questo limite (non ricordo sinceramente il problema). Io ho aggirato ilproblema e non ho + chiesto info.



    > Per i prezzi mi sembra che l'unica differenza la
    > faccia l'antivirus, un SBS anche se premium costa
    > intorno ai 500 euro compreso dei primi 5 utenti,
    > parlo di OEM, altrettanti per altri 5 utenti.

    Ho controllato effettivamente il prezzo è calato di 250€ rispetto all'ultima copia acquistata!


    > Se devi aggiungere un antivirus mediamente costano
    > un 50 euro a client. Inoltre non ti obbliga ad
    > avere un certo sistema nei client, puoi anche
    > usarlo con macchine ubuntu, che te frega? E del
    > resto anche con la soluzione IBM potresti avere i
    > client con xp. Riguardo la suite d'ufficio anche
    > qui c'è da dire una cosa: se la paragono per
    > forza con Office allora sicuramente vince ( a
    > livello prezzi) la soluzione IBM, tuttavia vorrei
    > ricordare che SBS non ti obbliga ad utilizzare
    > Office, puoi sempre usare altri prodotti come ad
    > esempio
    > openOffice

    Vero. Però è interessante la soluzione chiavi in mano le migliaia di piccole aziende italiane. Non hanno un sistemista interno, non hanno grandi capacità nell'utilizzo del pc, non hanno tempo da perdere x casini.

    Inoltre non hai considerato il sistema di backup incluso. Nelle mail di presentazione che mi avevano mandato si parlava di uno strumento decisamente potente (non ricordo i dettagli e ora non sono in lab). Certamente superiore allo strumento integrato in windows server 2003 (non so però cosa sia incluso nell'sbe2008).

    CMQ sono felice di un pò di concorrenza in questo settore.
  • Credo che tu non abbia capito molto bene come funziona questo oggetto.
    Non è una semplice soluzione all-in-one composta da tanti servizi che devono essere installati, configurati, gestiti, fatti "combaciare" l'un l'altro, come può essere SBS e l'universo di prodotti che ci girano intorno...

    Qui stiamo parlando di una blackbox che si autocostruisce e si automantiene.
    Dai un pc alla nonna Pina, lei infila il cd di foundations nel pc e in 30 min ha tutto quel popò di roba pronto e funzionante.
    Se si fondono i dischi ci pensa lui a ridondare o swappare alla bisogna, tu devi solo prendere un disco nuovo e attaccarlo (ci pensa lui a ripristinare tutto).
    Non devi porti il problema del "qual'è l'ordine corretto dei servizi da far partire", ci pensa lui.
    Vuoi fare il backup? puoi programmarlo in modo che usi i dischi come unità nastro e vada a ciclare, puoi staccare i dischi e riporli al sicuro come se fossero dat.

    Tutto questo scimmia proof, non so se rendo l'idea... altro che SBS...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tasslehoff Burrfoot
    > Credo che tu non abbia capito molto bene come
    > funziona questo
    > oggetto.
    > Non è una semplice soluzione all-in-one composta
    > da tanti servizi che devono essere installati,
    > configurati, gestiti, fatti "combaciare" l'un
    > l'altro, come può essere SBS e l'universo di
    > prodotti che ci girano
    > intorno...
    >
    > Qui stiamo parlando di una blackbox che si
    > autocostruisce e si
    > automantiene.

    Si si.. si AUTOMANTIENE... e magari si autoriproduce! Ma dai, è il solito bundle con un servizio che controlla se gli altri servizi sono su, e poi alcune di queste cose dipendono dall'hardware, ad esempio il controller RAID, non puoi controllarlo se non hai i software necessari.

    > Dai un pc alla nonna Pina, lei infila il cd di
    > foundations nel pc e in 30 min ha tutto quel popò
    > di roba pronto e
    > funzionante.
    > Se si fondono i dischi ci pensa lui a ridondare o
    > swappare alla bisogna, tu devi solo prendere un
    > disco nuovo e attaccarlo (ci pensa lui a
    > ripristinare
    > tutto).

    W la nonna

    > Non devi porti il problema del "qual'è l'ordine
    > corretto dei servizi da far partire", ci pensa
    > lui.

    Infatti con SBS devi dargli l'ordine... ma dai!

    > Vuoi fare il backup? puoi programmarlo in modo
    > che usi i dischi come unità nastro e vada a
    > ciclare, puoi staccare i dischi e riporli al
    > sicuro come se fossero
    > dat.
    >

    Quello che vuole fare la PMI infatti, staccare i dischi a caldo.
    non+autenticato