Alfonso Maruccia

IFPI diffida anche per un mp3 legittimo

Gaffe dell'industria fonografica, che ottiene la rimozione di un brano mp3 che non avrebbe dovuto essere rimosso. Troppo forte il timore di ripercussioni legali

Roma - La crociata legale delle major contro la circolazione di certi contenuti musicali si è inceppata di nuovo: IFPI ha diffidato un blogger statunitense affinché cancellasse un mp3, mp3 che però era del tutto legittimo.

In particolare, il tenutario di So Much Silence, blog a tema musicale che spesso pubblica i brani della band indie Travis, si è visto contattare da IFPI per l'ennesimo mp3 pubblicato.

Nella lettera speditagli dagli avvocati, sostiene il blogger, IFPI indica quell'mp3 ma non lo attribuisce alla band Travis ma all'"artista noto come Hercules and Love Affair", ossia a qualcuno che non è mai apparso sulla home page del blog.
Nella diffida, IFPI cita esplicitamente il DMCA, la famigerata normativa USA sul copyright, avvertendo il blogger che se ignorerà la diffida "lei e la sua azienda potranno essere accusate delle conseguenti violazioni".

Non solo la missiva inviata dall'organizzazione è ricolma di errori e approssimazioni che fanno pensare ad un copia e incolla più che ad una lettera ad hoc, ma la stessa band indipendente che ha prodotto quell'mp3, Travis appunto, si è detta convinta della bontà della libera distribuzione. "Lasciala online - ha scritto al blogger il cantante dei Travis, Fran Healy - hai certamente la mia benedizione in qualità di uno dei quattro proprietari dei diritti d'autore di quella specifica registrazione". Healy era stato contattato dal blogger attraverso MySpace subito dopo la ricezione della diffida.

Nonostante l'intervento di Healy, però, il blogger ha comunque deciso di rimuovere tutto. ""Sono restio a ripubblicare la canzone - scrive - perché temo che il prossimo passo sarà IFPI che muove causa contro l'host del server del mio sito, mettendo fine alla festa". IFPI avrà anche sbagliato obiettivo, ma proprio l'obiettivo sbagliato, chiosa qualcuno, lo ha raggiunto di sicuro.

Alfonso Maruccia
13 Commenti alla Notizia IFPI diffida anche per un mp3 legittimo
Ordina
  • ...contro il P2P.

    Sbaglio, ho hanno tirato già la rete edonkey un'altra volta?
    non+autenticato
  • Rimuovere tutto...poteva dire di rivolgersi altrove, su di una pagine web dove lo avrebbero trovato.
    Cosi' facendo rischi di dare l'imput sbagliato ai blogger che vogliono linkare musiche free.
    STATE ATTENTI PERCHE' SE LINKATE SIETE FREGATI! anche se sono brani linkabili!
    A tutto svantaggio dei produttori liberi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Rimuovere tutto...poteva dire di rivolgersi
    > altrove, su di una pagine web dove lo avrebbero
    > trovato.
    > Cosi' facendo rischi di dare l'imput sbagliato ai
    > blogger che vogliono linkare musiche
    > free.
    > STATE ATTENTI PERCHE' SE LINKATE SIETE FREGATI!
    > anche se sono brani
    > linkabili!
    > A tutto svantaggio dei produttori liberi...

    Vorrai mica che le sanguisughe debbano rinunciare al pasto completo! IndiavolatoIndiavolato
    Per quei tizi gli indipendenti non fanno guadagnare, quindi essendo una perdita per i loro portafogli, vanno zittiti una volta per tutte...Triste
    non+autenticato
  • ... perchè non lasciarlo online?

    Che facciano causa! Così poi dovranno pagare migliaia di dollari di risarcimento, visto che quel file non è cio' che loro credono (LOL manco lo hanno ascoltato!) ma un'altra cosa legittimamente autorizzata dai detentori del copyright!

    BUFFONIIIII
    non+autenticato
  • mi anticipasti tematicamente, volevo dire anche io

    BUFFONIIIIIIIII
    non+autenticato
  • si però nel frattempo l'avvocato te lo devi pagare e quindi lui potrebbe non avere i soldi da anticipare...
    inoltre ste associazioni a scopo di rapina si sa benissimo che riescono a farla franca quasi sempre, quindi chissà cosa avrebbero tirato fuori...
    non+autenticato
  • Penso che non ci siano problemi ad autodifendersi o addirittura a denunciare l'intervento delle sanguisughe senza alcun avvocato, praticamente a costo zero: quando la causa è palesemente ad esito sicuro neanche la potenza del sanguisughe può cambuare le carte in tavola.
  • Si parla di America, il luogo dove l'impossibile diventa possibile, specie se ci sono di mezzo soldi e avvocati.
  • - Scritto da: rockroll
    > Penso che non ci siano problemi ad autodifendersi
    > o addirittura a denunciare l'intervento delle
    > sanguisughe senza alcun avvocato, praticamente a
    > costo zero: quando la causa è palesemente ad
    > esito sicuro neanche la potenza del sanguisughe
    > può cambuare le carte in
    > tavola.


    Quello che tu pensi non è la realtà dei fatti.
    Primo la legge bisogna conoscerla, non basta andare davanti al giudice e dire "io ho ragione per questo e questo motivo".
    Secondo, la legge potrebbe non ammettere di difendersi da soli (in Italia non puoi).
    Quindi esser chiamati in causa è una sfiga a prescindere, in Italia o all'estero, e solo chi non ha mai avuto a che fare con un avvocato (obbligatorio perché è così) può credere altrimenti.
    non+autenticato
  • In Italia non puoi difenderti da solo? Sì che puoi.
    Naturalmente non sto parlando di stupri e omicidi, ma di cause di poco valore, che possono essere portate all'attenzione del giudice di pace.
    Purtroppo quello che manca è la fiducia della gente in questo strumento.
    Ci sarebbe anche l'arbitrato, ma aldilà delle tecnicaglie, sono convinto che chi ha interesse a rivolgersi a un giudice arbitro non vuole fare le cose da solo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rockroll
    > Penso che non ci siano problemi ad autodifendersi
    > o addirittura a denunciare l'intervento delle
    > sanguisughe senza alcun avvocato, praticamente a
    > costo zero: quando la causa è palesemente ad
    > esito sicuro neanche la potenza del sanguisughe
    > può cambuare le carte in
    > tavola.

    ad esito sicuro???
    una casa contro l'associazione dei fonografici???
    negli stati uniti d'america???????
    non+autenticato
  • - Scritto da: ExTrEmE
    > ... perchè non lasciarlo online?

    Il DMCA è un decreto estremamente garantista per i detentori dei diritti d'autore, informati un pò e vedrai che è al limite del paranoico, mi sa che praticamente se io scrivo al tuo sito e ti dico "Quella foto che hai messo è coperta da mio diritto d'autore" tu devi toglierla subito E POI MAGARI si vede se avevo ragione
    non+autenticato
  • Hanno raggiunto il loro obiettivo.
    Spaventare a morte la gente. Anche se sai di aver ragione, ti auto-censuri. "Non si sa mai..."
    Quesa è la logica che va combattuta.
    non+autenticato