Inchiostro elettronico per l'Esquire

Suscita attenzione l'iniziativa della celebre testata

Roma - La versione statunitense dell'Esquire, testata assai popolare, sta per introdurre una novità che suscita grande interesse, ossia l'integrazione di una prima pagina in inchiostro elettronico. Una iniziativa che sembra indicare la maturità raggiunta dalle tecnologie e-ink.

una copertina del magazineIn 100mila copie dell'Esquire Magazine sarà inserito a mano uno speciale display dotato di batteria, un display sul quale apparirà la scritta lampeggiante "Benvenuti nel 21esimo secolo". Sebbene sarà solo in bianco e nero, viene considerata una prima assoluta.

Una trovata pubblicitaria, evidentemente, che però l'editore del magazine ritiene rappresenti anche un evento storico. "Spero che finirà allo Smithsonian" ha dichiarato il direttore dell'Esquire, David Granger, che ha comunque anticipato: "questo è solo l'inizio, la versione 1.0".
A fornire le tecnologie l'azienda leader del settore, E Ink che come noto da tempo spinge i suoi nuovi sistemi sui gadget e che già rifornisce con la medesima piattaforma anche Amazon per il suo lettore ebook.
8 Commenti alla Notizia Inchiostro elettronico per l'Esquire
Ordina
  • In un secolo in cui abbiamo problemi di ecologia e smaltimento
    questi spreconi pensano bene di buttar via in cazzate
    addirittura delle batterie

    Mi spiace non essere iscritto a Esquire,
    cancellerei l'iscrizione con immenso piacere.

    zio H.

    PS
    Le riviste online esistono da molto tempo,
    se davvero vogliono fare gli "aggiornati"
    escano solo su iphone Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: zio Hack
    > Le riviste online esistono da molto tempo,
    > se davvero vogliono fare gli "aggiornati"
    > escano solo su iphone Occhiolino

    C'è una bella differenza tra leggere sull'iphone e su un e-reader, sia in termini di fatica per gli occhi, dimensioni dello schermo che di consumo batterie. Un e-reader consuma energia solo quando cambi pagina.
    Cmq non criticherei così tanto questa promozione, è un modo per far conoscere ai lettori su carta dell'esistenza dell'e-ink e di provarlo in prima persona. L'editoria prima o poi passerà ad esso ed è un bene che vengano fatti primi passi per promuoverlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zio Hack
    > In un secolo in cui abbiamo problemi di ecologia
    > e
    > smaltimento
    > questi spreconi pensano bene di buttar via in
    > cazzate
    > addirittura delle batterie

    Complimenti a questo ambientalismo spicciolo e miope, che si basa spesso e volentieri sul sensazionalismo e sulla visibilità piuttosto che affrontare (o ancor prima capire) i problemi reali.
    Andiamo avanti con la logica del somaro, gobbo sotto il peso del suo fardello al punto che non riesce più ad alza la testa ed andare avanti.
    L'e-ink non condannerà il mondo e non lo salverà...ma sarà terreno fertile per le campagne dei soliti noti, in cerca di pubblicità, più che di una soluzione.

    Un esempio? il presidente del circolo legambiente di Udine, che corre qua e là a diffondere psicosi su dati errati, stampati su chili e chili di carta straccia a bordo di una Fiat Uno del 1990, non catalizzata, che sparge benzene (cancerogeno, ndr), PM10 e simili a palate, e consumando tipo 1 litro ogni 5 km. Il massimo. Avanti così.

    Buon divertimento.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zio Hack
    > In un secolo in cui abbiamo problemi di ecologia
    > e
    > smaltimento
    > questi spreconi pensano bene di buttar via in
    > cazzate
    > addirittura delle batterie
    >
    > Mi spiace non essere iscritto a Esquire,
    > cancellerei l'iscrizione con immenso piacere.
    >
    > zio H.
    >
    > PS
    > Le riviste online esistono da molto tempo,
    > se davvero vogliono fare gli "aggiornati"
    > escano solo su iphone Occhiolino

    'a verde delle mie ghette, ma che stai a dì?

    sostituire *tutta* la carta dagli uffici a te sembra una cavolata?
    inizia a zappare la terra se vuoi fare l'ecoambientalistra, farai una vafore ai tuopi colleghi (veri).
  • Se su un giornale possono mettere una copertina con le e-ink, mi sembra chiaro che i lettori e-reader vengono venduti a uno sproposito. Avranno altre cose rispetto alla semplice copertina dell'esquire ma non giustificano i 359 dollari del Kindle.
    non+autenticato
  • Ulteriore prova potrebbe essere questa iniziativa http://www.techcrunch.com/2008/07/21/we-want-a-dea.../ per una tablet a 200$. Vedremo se ce la fanno, ma non è impossibile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 200
    > Ulteriore prova potrebbe essere questa iniziativa
    > http://www.techcrunch.com/2008/07/21/we-want-a-dea

    L'avevo già visto, ma quello non usa l'e-ink. Io non voglio un subcomputer, voglio un robo dove ci metto i pdf e me li leggo con l'e-ink senza stancarmi la vista come avviene sul computer. Più altri vantaggi che non sto a ripetere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: 200
    > > Ulteriore prova potrebbe essere questa
    > iniziativa
    > >
    > http://www.techcrunch.com/2008/07/21/we-want-a-dea
    >
    > L'avevo già visto, ma quello non usa l'e-ink. Io
    > non voglio un subcomputer, voglio un robo dove ci
    > metto i pdf e me li leggo con l'e-ink senza
    > stancarmi la vista come avviene sul computer. Più
    > altri vantaggi che non sto a
    > ripetere.

    quoto!