markvp

Come una foto, ma solida

La stampa tridimensionale è su ordinazione, alla portata di tutti. Basta progettare: a stampare gli oggetti pensa Shapeways

Roma - La stampa tridimensionale ingolosisce ormai il mercato: cavalcando questo interesse si fa largo Shapeways, 3D Printing by Internet, la stampa 3D via Internet.

In altre parole, basta semplicemente mettere in moto la fantasia: un pupazzetto, un cubo scomponibile in pezzi Tetris-like, un fermacarte di metallo disegnato a proprio gusto, (quasi) qualunque cosa. Si progetta, si invia la richiesta sul sito ed entro dieci giorni - negli States - l'oggetto richiesto è a casa, nelle proprie mani. "Avete mai desiderato di trasformare in realtà la vostra progettazione 3D? Entrate in Shapeways! Basta caricare il disegno, noi lo stampiamo (in 3D, ndR) e ve lo inviamo. Facile: in dieci giorni, avrete il vostro progetto 3D nelle vostre mani. Ma non è tutto: vi offriamo anche i mezzi per incontrare gli altri utenti di Shapeways, per condividere i vostri lavori e trovare altre ispirazioni", si legge sul sito.

Non solo si tratta di una novità ricca di aspetti tecnicamente innovativi, quali la stampa di oggetti anche se metallici: il tutto è condito con una generosa spruzzata di salsa social.
Nel blog dedicato già fioccano idee, suggerimenti, proposte e realizzazioni di oggetti finora impensabili. Nulla vieta, si legge in un post, di realizzare miniature di oggetti davvero inconsueti, come questo elefante poggiato sulla proboscide.

Shapeways sta rapidamente conquistando testate e blog di ogni dove, passando dai primi rumors a un vero e proprio tam tam ben oltre le aspettative di semplici quanto insoliti comunicati stampa.

Nel filmato, un esempio di sessione di lavoro.



Marco Valerio Principato
47 Commenti alla Notizia Come una foto, ma solida
Ordina
  • Così a naso, sembra una cosa molto simile alla stereolitografia o prototipazione rapida, che in ambito della progettazione è utilizzato ormai da anni.
    Realizzo il progetto con il programma di modellazione tridimensionale, esporto il file in formato stl, lo invio per email ad una azienda che fa prototipazione rapida e dopo un paio di giorni ho in mano la "stampa in 3D".
    Magari ho capito male, ma non ci vedo grandi differenze con quanto citato dall'articolo.
  • Non è qualcosa di simile....è esattamente un processo stereolitografico!

    La differenza è che qui è alla portata di tutti.

    Anche se non è chiaro quali sono i costi..
    non+autenticato
  • Non è niente di assolutamente rivoluzionario, di sistemi di prototipszione rapida, in Italia, oggi ne esistono diversi oltre all laser syntering ed alla stereolitografia. I prezzi sono decisamente abbordabili, basta chiedere a qualche realtà di questo tipo, certo non ancora al prezzo di una stampa fotografica, ma sicuramente abbordabile. Inoltre si possono avere pezzi in diversi materiali, rigidi, colorati, trasparenti, metallici, plastici e quant'altro. L'unica cosa che si deve fornire è un file in formato .stl(stereolitografico) di buona qualità e soprattutto chiuso per poter essere stampato correttamente. Per la modellazione usate pure i programmi che volete, tenete solo presente che sw che nascono per rendering 3D a volte non sono il meglo per la generazione di matmatiche 3D adatte alla prototipazione rapida
    non+autenticato
  • Vi ricordate della "bufala"?
    non+autenticato
  • Non è stata una bufala e il giornale era anche fatto molto bene (gusto mio ovviamente).... è stato un esperimento e come tale andava preso Sorride

    Poi per quello che è costato....non lamentiamoci anche...Imbarazzato
  • Scusate, non ne so nulla, ma cosa e' la stampa 3d?
    Io preparo il disegno 3d di un oggetto, lo passo
    a questi signori e mi torna una spece di statuetta?
    Ma di che materiale? Lo scelgo io?!? La pitturano
    anche se le superfici sono disegnate?
    Qualcuno mi spiega in due parole?
    non+autenticato
  • La stampa 3D è un processo grazie al quale si realizza, grazie ad un processo di stampa, un solido. Vediamo come:
    Il sw che gestisce la stampante taglia il tuo oggetto in tante fette sottili(slicing). Lo spessore di queste fette dipende dalla tecnologia che stai usando e dalla definizione che hai bisogno, in generale si parte da circa spessori da 0,1 mm fino a 0,01 mm. Per visualizzare il concetto è come se si prendesse un oggetto e lo si affettasse sull'affettatrice a spessore costante. Se si immaginasse di riposizionare una fetta sopra all'altra( incollandole ovviamente) e si riotterebbe l'oggetto originale. questo è il concetto di stampa 3D, il sw effettuato lo slicing dell'oggetto 3D virtuale, la stampante realizza le fette e le incolla una sull'altra. Il processo di stampa sfrutta un piano di costruzine che si sposta in verticale verso il basso, aggiunge il materiale necessario per la costruzione della seconda fetta (strato) e così via
    non+autenticato
  • Andrebbe benissimo per i prototipi...invece di un disegno 3d direttamente il pezzo...
  • In ambito professionale i prototipi in rapid prototyping (la stampa 3d viene comunemente chiamata cosi) viene fatta da anni
    non+autenticato
  • - Scritto da: Schiaff
    > In ambito professionale i prototipi in rapid
    > prototyping (la stampa 3d viene comunemente
    > chiamata cosi) viene fatta da
    > anni

    Certo, con macchine che costano un fottio, con rispetto parlando.

    Il bello di questa iniziativa e' che i prezzi sono alla portata di un hobbysta che voglia togliersi uno sfizio.
    non+autenticato
  • > Il bello di questa iniziativa e' che i prezzi
    > sono alla portata di un hobbysta che voglia
    > togliersi uno
    > sfizio.

    un hobbysta il modello se lo fa con la cera - plastilina - das, è piu' divertente e veloce.

    Se questa ditta fosse in UE la cosa potrebbe anche essere interessante, ma se il modello deve venire dagli USA i tempi di attesa, dogana ecc diventano inaccettabili
  • E' simpatico vedere che un oggetto che costa 72 dollari per gli USA, costa 86 per la EU...


    E' della Apple quest'azienda?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nicola
    > E' simpatico vedere che un oggetto che costa 72
    > dollari per gli USA, costa 86 per la
    > EU...

    Sono 86 dollari contro 72 dollari, quindi una differenza di 14 dollari. Forse stavi pensando a 86 Euro.

    Se consideri che il prezzo include le tasse e soprattutto la costosa spedizione mi sembra una differenza di prezzo accettabile.

    Il prezzo per l'europa varia (a seconda del materiale)
    tra i 2.98$ e i 3.30$ al centimetro cubo di materiale usato, con un ordine minimo (mi sembra) di 25$ per coprire le spese di spedizione.
    non+autenticato
  • the price difference is the tax that we have to charge inside the European Union


    mi pare abbastanza chiaro, seppure devo ammettere che sono tutt'altro che economici
  • scrivigli e fagli presente che il cambio e' 1.60 circa con il dollaro quindi piu' di 45-50 euro non glieli dai Con la lingua fuori
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)