Apache e IIS boxano sul ring di Opteron

Per i due rivali la sfida si sposta sui 64 bit di Opteron. AMD ha infatti già presentato i due Web server mentre giravano su Windows a 64 bit e su alcuni prototipi di Opteron

Las Vegas (USA) - Durante l'evento ApacheCon U.S. 2002 AMD ha annunciato che Covalent e Red Hat svilupperanno congiuntamente una versione del più diffuso server Web al mondo, Apache, in grado di supportare l'architettura x86-64 dei futuri processori Opteron.

Le due aziende si sono dette al lavoro per ottimizzare il codice open source di Apache affinché possa funzionare al meglio sia in modalità a 64 bit che in quella a 32 bit. Come noto, infatti, quella adottata dai chip Opteron di AMD è un'architettura ibrida che, a differenza dell'Itanium di Intel, è in grado di "macinare" codice a 64 bit pur mantenendo la piena compatibilità con il software a 32 bit attuale. AMD sostiene che questa caratteristica consente alle aziende di minimizzare le complicazioni legate all'integrazione delle architetture a 32 e a 64 bit preservando gli investimenti passati.

"Covalent sta sviluppando la compatibilità verso i 64 bit perché crede che gli imminenti sistemi server basati sul processore Opteron di AMD forniranno al nostro progetto Apache prestazioni e affidabilità superiori", ha dichiarato Mark Douglas, senior vice president of engineering di Covalent Technologies, che ha poi aggiunto: "La compatibilità è essenziale".
Durante i quattro giorni della conferenza ApacheCon, AMD mostrerà al pubblico una versione preliminare di Apache a 64 bit che gira su alcuni prototipi di sistemi basati su Opteron.

Presso il Comdex Fall 2002, una delle manifestazioni più importanti del settore, il chipmaker di Sunnyvale ha invece mostrato una versione preliminare di Microsoft Internet Information Server (IIS) per Opteron. I due più acerrimi nemici nel campo dei Web server, IIS e Apache, sembrano dunque destinati a scontrarsi fin da subito anche sulla piattaforma a 64 bit di AMD. A fare da "terzo incomodo" ci sarà anche Zeus, un altro server Web il cui porting verso l'architettura x86-64 di AMD venne annunciato lo scorso giugno.

Al Comdex AMD ha mostrato anche versioni a 64 bit preliminari di Windows, Terminal Services e Internet Explorer, tutte già in grado di girare su di un sistema basato su Opteron. Il chipmaker ha mostrato anche una versione a 32 bit di Office XP che girava su Windows a 64 bit, provando in questo modo come sia possibile, su Opteron, far girare in contemporanea applicazioni a 32 e a 64 bit e renderle interoperabili.
9 Commenti alla Notizia Apache e IIS boxano sul ring di Opteron
Ordina
  • Giusto per curiosità ... Apache a 64 bit a che serve? Che vantaggi da rispetto ad un Apache e 32 bit?

    Sapevo che gli unici applicativi a beneficiare del passaggio da 32 a 64 bit erano i DB....
    non+autenticato
  • E i giochi no?
    non+autenticato
  • poter usare usare in maniera pulita più di 4 gb di memoria può essere utile anche ai web server, specialmente a degli ingordi di ram come apache 1.3
    non+autenticato


  • - Scritto da: Barbara
    > Giusto per curiosità ... Apache a 64 bit a
    > che serve? Che vantaggi da rispetto ad un
    > Apache e 32 bit?

    Per esempio continuare a funzionare dopo che tutti i computer saranno a 64 bit e senza supporto per i vecchi applicativi a 32 bit......

    non+autenticato


  • - Scritto da: TeX
    >
    >
    > - Scritto da: Barbara
    > > Giusto per curiosità ... Apache a 64 bit a
    > > che serve? Che vantaggi da rispetto ad un
    > > Apache e 32 bit?
    >
    > Per esempio continuare a funzionare dopo che
    > tutti i computer saranno a 64 bit e senza
    > supporto per i vecchi applicativi a 32
    > bit......
    >

    SE l'applicativo è ben scritto, senza sporchi
    trucchi e dipendenze dalla size dei puntatori,
    è sufficiente una ricompilazione in ambiente
    64 bit per lavorare. In genere problemi di port
    sono legati a trucchi sporchi (tipo operazioni
    bit a bit, shift, sfruttamento del wrapping
    automatico ecc.) che nel passaggio a 64bit
    saltano fuori. Ma questo vale per una minoranza
    di programmi (in genere kernel e compilatori).
    Tanto è vero che Linux e BSD girano tranquillamente a 64bit sia su ia64 che su SPARC
    oppure ALPHA...
    non+autenticato
  • - Scritto da: TeX
    > Per esempio continuare a funzionare dopo che
    > tutti i computer saranno a 64 bit e senza
    > supporto per i vecchi applicativi a 32
    > bit......
    >

    quindi il passaggio a 64 bit serve solo per la maggior parte dei casi perchè è li che stiamo andando e non perchè ci sia una reale necessità?
    non+autenticato


  • - Scritto da: yuptost
    > - Scritto da: TeX
    > > Per esempio continuare a funzionare dopo
    > che
    > > tutti i computer saranno a 64 bit e senza
    > > supporto per i vecchi applicativi a 32
    > > bit......
    > >
    >
    > quindi il passaggio a 64 bit serve solo per
    > la maggior parte dei casi perchè è li che
    > stiamo andando e non perchè ci sia una reale
    > necessità?

    Bella domanda....

    Non lo so. Presumo che alcune applicazioni possano avere dei vantaggi. Le altre è meglio che siano a 64bit per evitare problemi (ehm, questa storia mi ricorda qualche cosa...).

    Di certo sarà necessario usare 64 bit di indirizzamento per superare i 4GB di RAM.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Barbara
    > Sapevo che gli unici applicativi a
    > beneficiare del passaggio da 32 a 64 bit
    > erano i DB....

    E cosa riuscirebbero a fare in più i db a 64 bit che non riescono a fare oggi a 32?
    non+autenticato


  • - Scritto da: yuptost
    > - Scritto da: Barbara
    > > Sapevo che gli unici applicativi a
    > > beneficiare del passaggio da 32 a 64 bit
    > > erano i DB....
    >
    > E cosa riuscirebbero a fare in più i db a 64
    > bit che non riescono a fare oggi a 32?

    Indirizzare più di 4 giga di memoria?
    Allocare file più grandi di 4 GB?
    non+autenticato