Lo Zip Iomega sulla Stazione Spaziale

Iomega ottiene le certificazioni che consentiranno ai suoi dischi di storage di finire nelle mani degli astronauti del progetto internazionale

Roma - C'è aria di festa in casa Iomega, l'azienda che dopo aver sconvolto anni fa il mercato con il lancio del suo drive esterno Zip ha faticato a tenere la rotta del mercato. Iomega ha infatti ottenuto le certificazioni che consentiranno a due dei suoi prodotti di punta di salire a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, il più importante progetto in orbita, al quale come noto collabora attivamente anche l'Italia.

A certificare l'unità "Iomega HDD 20GB USB 2.0 Portable Hard Drive" e quella "Iomega Zip 750MB USB 2.0" è stata l'Agenzia Aerospaziale Russa dopo una serie di test che erano stati effettuati lo scorso settembre dalla Energia Certification Foundation. Test secondo i quali i due dispositivi sopportano allegramente temperature tra i - 15 e i + 40 gradi centigradi. Alle unità è stata riconosciuta la capacità di resistenza anche alle vibrazioni con un carico di 1-15g in una gamma di frequenze da 5 a 2000 hertz. Anche l'unità di hard disk esterno ha passato i collaudi sulle radiazioni avendo superato l'esposizione a radiazioni ionizzanti di 5kRad.

"Ora possiamo affermare tranquillamente - ha dichiarato Ulrike Tegtmeier, VP e managing director di Iomega International S.A. - che i drive Iomega garantiscono la sicurezza dei dati non solo sulla terra ma anche nello spazio. Intendiamo continuare a testare i nostri drive e ci auguriamo diventino uno strumento indispensabile per i turisti dello spazio del futuro".
"Le periferiche Iomega - ha invece affermato il russo Sergei Samusenko, responsabile del dipartimento di analitica, presso il Center for Operation of Ground-based and Space Infrastructure dell'Agenzia Aerospaziale Russa - hanno dimostrato di garantire prestazioni stabili anche in condizioni estreme, consentendo ai nostri specialisti di assegnargli la certificazione per l'utilizzo nell'orbita di RosAviaCosmos e nei sistemi di terra".
TAG: hw
11 Commenti alla Notizia Lo Zip Iomega sulla Stazione Spaziale
Ordina
  • Avevo comprato il primo zip drive, appena era uscito, quello per porta parallela che mi ha rovinato uno dei flopponi.
    poi l'ho cambiato con un tape ditto da 2 gb, e dopo pochi mesi mi ha "mangiato" tutti e due i tape su cui avevo fatto i salvataggi.

    grazie iomega, continua pure a essere orgogliosa di aver superato test spaziali, qui sulla terra pero' non contare sulla mia approvazione.
    non+autenticato
  • > grazie iomega, continua pure a essere
    > orgogliosa di aver superato test spaziali,
    > qui sulla terra pero' non contare sulla mia
    > approvazione.

    su ragazzi non rovinate questo bellissimo redazionale sponsorizzato da Iomega...Occhiolino

    Mi piacerebbe piuttosto sapere se esistono delle alternative economiche e affidabili sul mercato.
    Lo IOMEGA Zip100 USB New Generation mi pare interessante....

    'New Generation' starà per 'non si rompe più'...

    Tamerlano


    non+autenticato
  • > Mi piacerebbe piuttosto sapere se esistono
    > delle alternative economiche e affidabili
    > sul mercato.
    > Lo IOMEGA Zip100 USB New Generation mi pare
    > interessante....

    ho visto delle flash per usb (tipo le chiavi eltron) dai prezzi interessanti, forse non al livello dello zip, pero' piccoli, affidabili e leggeri.
    non+autenticato


  • > ho visto delle flash per usb (tipo le chiavi
    > eltron) dai prezzi interessanti, forse non
    > al livello dello zip, pero' piccoli,
    > affidabili e leggeri.


    appunto sono piu` piccole, piu capienti, piu` veloci e non hanno parti in movimento che nello spazio e` solo un vantaggio e il prezzo per cose spaziali non conta niente, quello di iomega e` solo uno spot pubblicitario fatto dalla stazione spaziale per finanziarsi
    non+autenticato

  • > ho visto delle flash per usb (tipo le chiavi
    > eltron) dai prezzi interessanti, forse non
    > al livello dello zip, pero' piccoli,
    > affidabili e leggeri.

    sì, è vero, adesso le propone anche la Sony, idea molto intelligente anche se per ora decisamente costosa rispetto allo ZIP USB IOMEGA, la chiavetta E' il supporto e dovrebbe costare come i dischetti ZIP (a parità di capienza) per essere concorrenziale.

    Il concorrente più diretto è forse il masterizzatore CD-RW USB che però costa almeno il doppio rispetto allo ZIP anche se si recuperano soldi con il basso costo dei CD-RW...

    Tamerlano

    non+autenticato
  • > Mi piacerebbe piuttosto sapere se esistono
    > delle alternative economiche e affidabili
    > sul mercato.

    senza parlare poi dei masterizzatori su usb, affidabili e dal costo per supporto ridicolo.
    non+autenticato
  • ...dopo aver acquistato 6 dischi (15 euro cduno)in tempi successivi visto che me li "cuccava" dal detto al fatto ed ero costretto a fare il back-up del back-up un giorno ha deciso di defungere (l'hard-ware)
    ...ed io ho tirato un sospiro di sollievo, non avevo più l'angoscia di aprire un disco con il dubbio che fosse illeggibile e per il back-up mi sono arrangiato in altro modo.
    Astronauti..are you ready?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Vertigo
    > Avevo comprato il primo zip drive, appena
    > era uscito, quello per porta parallela che
    > mi ha rovinato uno dei flopponi.
    > poi l'ho cambiato con un tape ditto da 2 gb,
    > e dopo pochi mesi mi ha "mangiato" tutti e
    > due i tape su cui avevo fatto i salvataggi.
    >
    > grazie iomega, continua pure a essere
    > orgogliosa di aver superato test spaziali,
    > qui sulla terra pero' non contare sulla mia
    > approvazione.

    Io avevo quello interno e a dire la verità è sempre andato da dio, mai un disco sfavato ne perdite di dati, peccato che non è diventato uno standardTriste
    non+autenticato
  • Posso regalare alcune unita' JAZ (1 e 2 GB), rotte dopo un anno di _non_ intenso utilizzo sulla terra, con temperature oscillanti tra i 20 ed i 30 gradi. I supporti sono stati resi inutilizzabili dai lettori stessi.

    I miei migliori auguri agli astronauti.
    non+autenticato
  • Solo un pirla poteva comprare il Jaz e pensare lontanamente che non si potesse rompere.

    Detto questo nel caso del Jaz la Iomega si e' comportata da Cicala. L'hanno lasciato un sacco sul mercato, sapendo che era un prodotto con grandi limiti strutturali, perche' era il prodotto su cui avevano un profitto altissimo (dato il costo dei media). Un gran sputtanamento se poi lo si somma al Clicking drive....



    non+autenticato
  • - Scritto da: Zip
    > Solo un pirla poteva comprare il Jaz e
    > pensare lontanamente che non si potesse
    > rompere.
    Dobbiamo essere un esercito, di pirla ... Sorride

    Come attenuante, all'epoca non c'erano molte alternative, e questo spiega il gran quantitativo venduto.
    non+autenticato