9 anni di galera ad un pirata del software

e 11 milioni di dollari di multa

Roma - Clamorosa la sentenza che ha condannato nelle scorse ore a Los Angeles la 52enne Lisa Chen, accusata di far parte di un network internazionale di pirati del software che lavora su larga scala. Chen dovrà scontare 9 anni di carcere e restituire 11 milioni di dollari in danni a Microsoft e Symantec, i cui software erano al centro del suo "business" di duplicazione e distribuzione illegale.

Fino a questo momento la condanna di Chen non ha precedenti tra quelle piovute sulla testa di pirati statunitensi. Chen è stata arrestata insieme ad altre quattro persone lo scorso novembre. Si ritiene che il network di cui fa parte, ma di cui lei non ha mai ammesso l'esistenza, abbia un giro d'affari vicino ai 100 milioni di dollari.

Symantec ha avvertito i consumatori spiegando di cercare di verificare sempre l'origine dei prodotti. "Spesso - ha dichiarato un manager dell'azienda - chi compra non si rende conto che sta acquistando una copia contraffatta".
9 Commenti alla Notizia 9 anni di galera ad un pirata del software
Ordina