Web italiano in 48 milioni di pagine

Questi i numeri di cui parla il motore di ricerca italiano IlTrovatore, secondo cui nel 2002 i domini italiani crescono meno del 2001. Sono 1,5 milioni i File Not Found

Roma - Ad un anno di distanza dalla precedente rilevazione, il motore di ricerca Il Trovatore ha annunciato le proprie rilevazioni 2002 sulle dimensioni del Web italiano. Dalla ricerca emerge una lieve contrazione nella crescita di pagine Web per quanto riguarda i domini.it (Italia),.sm (Repubblica di San Marino) e.va (Stato Vaticano).

Secondo il motore, questo dato rispecchia il delicato momento attraversato dal Web tra la fine 2001 e l'inizio 2002, caratterizzato dalla scomparsa dalla Rete di alcuni siti, il fallimento di progetti online ed il ridimensionamento di altri. In particolar modo, la riduzione di servizi free, quali e-mail, oroscopi, news, forum, chat all'interno di alcuni siti. Un dato che, per certi versi, trova conferma anche nel rallentamento nel 2002, rispetto al 2001, dell'attività di registrazione di nuovi domini.it presso la Registration Authority Italiana.

Nel dettaglio, IlTrovatore ha preso in esame circa 260 mila siti Web attivi, ovvero tutti quelli pubblicamente accessibili nei domini.it,.sm,.va.
Dall'analisi è emerso che il Web Italiano (it, sm, va) è attualmente costituito da circa 48 milioni di pagine, dato in linea con quello rilevato dagli spider de IlTrovatore nel 2001. La novità, rispetto alla precedente analisi, è il considerevole aumento delle Url che portano a pagine non più esistenti. Rispetto al 2001, infatti, si è registrato un incremento del 110%: dai 700.000 "File not Found" del 2001, a 1.472.000.

Altri dati della ricerca:

- sono circa 45,7 milioni le pagine Web raggiungibili nella Rete italiana;
- 146.000 le pagine Web che hanno cambiato locazione in maniera permanente; l'incremento rispetto al 2001, in cui si registravano 84.000 pagine, è del 73% circa.
- 553.000 pagine presentano un redirect verso un altro sito contro le 500.000 del 2001, con un aumento del 10,6%. Il dato indica quindi come sia in crescita la tendenza al cambio di url dovuto ad acquisto di domini o cambi di provider;
- 52.000 pagine Web richiedono la password per l'accesso con un incremento del 73% circa rispetto al 2001, quando le pagine erano 30.000. Dato estremamente interessante poiché dimostra l'aumento di siti con accesso ristretto, procedura generalmente prevista per i servizi a pagamento;
- 1.472.000 i "File not Found", cifra addirittura più che raddoppiata (+110%) rispetto ai 700.000 della misurazione effettuata nel 2001.
TAG: italia
2 Commenti alla Notizia Web italiano in 48 milioni di pagine
Ordina
  • Un esempio su tutti: da spazioweb.inwind.it/nomeutente si è passati a spazioweb.libero.it/nomeutente e poi a spazioinwind.libero.it/nomeutente perchè con il primo cambio molti username erano uguali a quelli di digiland e su pressanti proteste hanno cambiato la url. Poi xoom, tripod, ecc...
    non+autenticato
  • c'e' anche il fatto che molti deficenti e' dire poco che per smania di profitto fabbricano siti con montagne di pubblicita' o verso loghi per cellulari ( si puo' vivere tranquillamente senza !) o peggio siti con dialer..
    Andate a vedere i siti per esempio costruiti con libero...
    E pensare che nel 1997 quando ho cominciato internet era un mondo felice..per forza alcuni Italiani di serie b mentale non erano ancora arrivati a infangare con i dialer
    ( premetto che sono italiano anche io ma purtroppo anche da notizia di punto informatico il dialer e' un fenomeno del tutto o quasi italiano..)
    non+autenticato