IBM rilancia sui Web service con WebSphere 5.0

Big Blue ha rilasciato la nuova versione di WebSphere, application server che supporta J2EE 1.3 e integra le prime funzionalità di autonomic computing per applicazioni e cluster di server

Armonk (USA) - Nella feroce battaglia per la conquista del mercato dei Web service IBM svela la sua nuova arma: WebSphere 5.0. L'ultima versione del suo application server, rilasciata ieri, è compatibile con tutti i maggiori standard del settore, fra cui SOAP, UDDI e Java, ed integra un certo numero di tecnologie open source che, secondo IBM, sono in grado di incrementare le prestazioni e diminuire i costi d'integrazione.

Con il nuovo WebSphere 5.0 Big Blue promette di semplificare i processi di gestione grazie all'integrazione di alcune di quelle funzionalità note con il nome di "autonomic computing":. Fra queste si citano la capacità del software di riconoscere e correggere una vasta gamma di errori e guasti e di automatizzare la gestione di cluster di server.

La carta dell'autonomic computing può giocare un ruolo cruciale in quella strategia con cui IBM sta cercando di guadagnare la leadership del mercato degli application server basati sulla piattaforma Java 2 Enterprise Edition (J2EE), mercato in cui Bug Blue si ritrova a combattere gli avversari di sempre, come BEA, Oracle e Sun.
IBM sostiene che WebSphere 5 è la piattaforma che starà al di sotto dei suoi altri software server, come DB2 e Lotus Notes.

La nuova versione di WebSphere ha la certificazione di conformità con la versione 1.3 di J2EE, ma IBM afferma che il suo server supporta già diverse tecnologie che saranno integrate nelle future versioni della piattaforma Java.

WebSphere 5 supporta le specifiche di riferimento della Web Services Interoperability Organization (WS-I), un consorzio di aziende che promuove l'interoperabilità fra Web service che girano su differenti piattaforme, sistemi operativi e linguaggi di programmazione.

Oggi che l'industria appare unita attorno a standard come il WS-I, IBM sostiene che la battaglia non si gioca più tanto fra i software di application server, ma sul middleware che gira su di essi. Altrettanto importante è poi il livello d'integrazione che ogni singolo server d'applicazioni ha con le tecnologie di database, gestione, sviluppo e comunicazione.

WebSphere 5 supporta Windows, Linux, gli eServer zSeries e iSeries, AIX, Solaris e HP-UX. Il suo prezzo è di 8.000 dollari per la versione monoserver e 12.000 dollari per la versione multiserver.
TAG: sw
10 Commenti alla Notizia IBM rilancia sui Web service con WebSphere 5.0
Ordina
  • Se la 1.4 e' uscita da un pezzo!
    non+autenticato
  • mEglio di niente direi
    non+autenticato
  • La JEE1.4 e' ancora in versione beta.

    Saluti,
       Lorenzo
    non+autenticato
  • ma quanto costa sto coso??? Varrà infinite volte più di apache e tot volte più di IIS? Boh! Che funzionalità particolar... autonoche???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Autonochè^????
    > ma quanto costa sto coso??? Varrà infinite
    > volte più di apache e tot volte più di IIS?
    > Boh! Che funzionalità particolar...
    > autonoche???

    webspere e' un application server e non propriamente un web server,difatti le pagine html
    vengono processate da apache.
    non+autenticato
  • Ma a che serve sto application server? Fate un po' di chiarezza. Chi ce l'ha e chi lo usa?
    Ho lavorato in diversi ambiti di rete e non ne ho mai visto uno. Dev'essere una cosa molto complicata allora...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Io
    > Ma a che serve sto application server? Fate
    > un po' di chiarezza. Chi ce l'ha e chi lo
    > usa?

    praticamente un application server fa da contenitore ai cosidetti enterprise java bean
    ossia dei programmetti che gestiscono al
    loro interno la cosidetta business logic o logica del programma/applicativo.
    schemino:
    jsp -> servlet -> (APPLICATION SERVER EJB) -->
    database

    > Ho lavorato in diversi ambiti di rete e non
    > ne ho mai visto uno. Dev'essere una cosa
    > molto complicata allora...

    si abbastanza richiede un notevole sforzo, questa
    roba comunque viene usata per portali di grandi dimensioni aziende spa insomma gente che ha un pozzo di soldi.
    non+autenticato
  • > praticamente un application server fa da
    > contenitore ai cosidetti enterprise java
    > bean
    > ossia dei programmetti che gestiscono al
    > loro interno la cosidetta business logic o
    > logica del programma/applicativo.
    > schemino:
    > jsp -> servlet -> (APPLICATION SERVER EJB)
    > -->
    > database

    ma se compri un qualsiasi windows server hai gia' tutto...
    e se tis carichi il framework net hai net aggratis..

    non capisco dove sta il vantaggio di websphere..

    ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: maks
    > ma se compri un qualsiasi windows server hai
    > gia' tutto...
    > e se tis carichi il framework net hai net
    > aggratis..
    >
    > non capisco dove sta il vantaggio di
    > websphere..

    a parte che il framework non centra una mazza
    questo application server serve se programmi
    in java.
    e comunque non esiste solo websphere.
    a gratis c'e l'ottimo jboss
    > ciao
    ciao
    non+autenticato
  • Con questo "coso" ci fanno i siti di e-commerce , assistenza clienti ecc ecc che fanno di tutto, roba da S.p.A. e vari. Dire il costo di sto coso non è così semplice visto che ha opzioni vari e che non è che lo installi e funziona. Oltre al costo base devi tener conto anche di un bel contrattino per gli aggiornamenti, su queste cose che mamma IBM ci fa i soldi (a palate).
    In confronto al costo totale di un progetto basato su websphere il costo base è una bazzecola....
    non+autenticato