IBM: Pace, Amore & Linux

Uno slogan da atmosfere anni '60 per la campagna pubblicitaria più costosa della storia imperniata su Linux. Una risposta di IBM alle critiche sull'open source ed una decisa spinta per Linux

Armonk (USA) - Big Blue sembra aver scoperto le sue radici hippie e, rifacendosi agli slogan pacifisti americani degli anni '60, ha lanciato proprio in questi giorni negli Stati Uniti una campagna pubblicitaria pro Linux che proclama "Peace, Love & Linux."

La campagna, che lega fra loro il simbolo della pace, un cuore, un pinguino (logo di Linux) e il marchio della linea di computer eServer, costerà ad IBM una cifra "multimiliardaria" e raggiungerà i tabelloni pubblicitari di Times Square e Silicon Valley, le pagine di diverse riviste e quotidiani e, attraverso video e-mail contenenti "pinguini danzanti", anche migliaia di caselle di posta elettronica.

Andrew Willis, vice presidente al marketing di IBM, sostiene che il messaggio di questa campagna celebra "la libertà di espressione, la creatività, l'innovazione, la collaborazione e la comunità". E pare che questo mix fra tecnologia e atmosfere da "figli dei fiori" piaccia anche a Linus Torvalds, che ha dato il suo benestare all'iniziativa.
Uno degli spot che IBM ha messo on-line, in formato Flash, può essere visionato qui. "Perché IBM sta supportando Linux?", lo spot domanda. "Perché noi lo ammiriamo, crediamo in lui, ne abbiamo bisogno, ed è buono per i clienti". Ed il messaggio continua dicendo che "integrando le piattaforme ed il software è l'unica strada verso la prossima generazione di una vera infrastruttura senza cuciture. Gli standard aperti di Internet hanno reso possibile integrare le reti. Linux fa per le applicazioni ciò che Internet ha fatto per le reti".
68 Commenti alla Notizia IBM: Pace, Amore & Linux
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)