Il 22 febbraio tutti al parto di Joshua

Il nuovo processore uscirà dalla pancia di Via Technologies ormai tra pochi giorni. Il suo arrivo ufficializza le ambizioni del terzo incomodo tra AMD e Intel

Web (internet) - I genitori hanno già da tempo deciso di chiamarlo Joshua ma solo ieri si è saputo che il 22 febbraio vedrà la luce sotto i riflettori di tutto il mondo. Si tratta del nuovo processore di Via Technologies, ambiziosissima azienda che dopo l'acquisto di Cyrix ha intenzione di rompere i giochini miliardari di AMD e Intel, i due colossi del processore.

Il parto, lungamente atteso, consentirà finalmente di vedere un chip pensato per costare poco e aggredire, come fece AMD all'inizio della sua folgorante ascesa contro Intel, il mercato dei processori a basso costo. Da quanto si apprende, Joshua è fabbricato con tecnologie a 0.18 micron, è dotato di cache di primo livello da 64KB con una cache di secondo livello integrata da 256KB. Non contento, mangia anche istruzioni 3DNow! e MMX e si agiterà a frequenze comprese tra i 433 e i 566 MHz.

Se Joshua avrà successo, come pronosticano i visionari del settore, Via potrà finalmente sperare di non essere più conosciuta solo perché costruisce le motherboard dell'Athlon, il processore di AMD che fa tremare Intel.
TAG: mercato