I fotografi accusano l'ipertelefonino Nokia

La pubblicità diffusa da TIM induce a ritenere che un nuovo Nokia è capace di effettuare riprese fotografiche in movimento. Così non è, e i fotografi ricorrono al Giurì della Pubblicità

Roma - I fotografi non ci stanno e si ribellano alla pubblicità che viene diffusa ormai da qualche settimana da TIM in cui si fa sfoggio dei nuovi servizi multimediali. Pubblicità che inducono a ritenere che con un cellulare di nuova generazione, nello specifico un Nokia, si possano "catturare" immagini in movimento e tirarne fuori fotografie di ottima qualità da spedire poi ad amici e conoscenti.

A gridare vendetta contro gli spot TIM-Nokia sono i fotografi dell'Associazione nazionale fotografi professionisti che in una piccata nota spiegano perché hanno deciso di segnalare quella pubblicità al Comitato di Controllo dell'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria, in pratica il Giurì sulla Pubblicità. Una segnalazione che parla apertamente di pubblicità ingannevole:

"Non solo con un Nokia 7650 è decisamente difficile effettuare una ripresa estemporanea di quel genere di un soggetto in movimento tangenziale rapido e congelarne in modo efficace il movimento - si legge nella nota - ma anche e soprattutto la pubblicazione a piena pagina di un file originario 640x480 pixel è in linea di massima possibile, si, ma - SIMULATA A QUALITA' ECCELLENTE come avviene nello spot - è una bufala stratosferica, che tuttavia rischia di generare false aspettative nel vasto pubblico e, diciamocelo, anche in certa utenza professionale.".
Per l'Associazione il tutto si traduce in un danno proprio per i fotografi che non può essere sottovalutato. "Anche molti clienti utenti di immagine digitale (privati, alcune agenzie, perfino alcuni editori) - continua e conclude la nota - vengono erroneamente influenzati da messaggi di questo genere, attribuendo alla fotografia digitale possibilità miracolose - che non ha! Oltre a ridurre al limite del ridicolo le differenze oggettive esistenti fra la fotografia professionale e gli scatti estemporanei da webcam o simili, messaggi di questo genere illudono i potenziali acquirenti degli strumenti "di massa", ingenerando aspettative che possono essere poi frustrate, con un effetto deleterio sul mercato stesso."
29 Commenti alla Notizia I fotografi accusano l'ipertelefonino Nokia
Ordina
  • Un bambino nasce e presto impara che, modulando l?emissione del fiato, ottiene suoni diversi, fino a capire e far capire che ?parlando? può comunicare. Dopo qualche anno è in grado di formulare frasi e discorsi compiuti, ma ci vorrà molto altro tempo perché possa (forse) fare un discorso in pubblico.
    Uno scolaro va a scuola e presto impara a lasciare dei segni su un foglio, fino a capire e far capire che ?scrivendo? può comunicare. Dopo qualche anno è in grado di fare delle composizioni su un tema definito, ma ci vorrà molto altro tempo perché riesca (forse) a scrivere e far pubblicare un libro.
    Un appassionato prende pennelli e colori e inizia ad imbrattare una tela. Benché pieno di talento, ci vorrà tanto tempo, studio e capacità per riuscire a realizzare un quadro che (forse) un gallerista o un collezionista vorranno esporre per le emozioni che riesce a trasmettere.
    Una persona qualunque compra o riceve in regalo un apparecchio fotografico (ma ora basta anche un telefonino!?) e magicamente, con la semplice pressione di un dito, con un facile ?click? capisce che ?fotografando? può vincere il premio Pulitzer.
    Morale: perché affannarsi a imparare a parlare, esprimersi correttamente, dire cose sensate, scrivere, comporre poemi, dipingere sentimenti ed emozioni, quando basta una piccola macchina fotografica per comunicare perfettamente?
    Forse perché sia al bambino che nasce, sia allo scolaro, sia all?appassionato, sia alla persona qualunque, bisognerebbe spiegare che un discorso non è solo una sequenza di suoni, una poesia non è solo una sequenza di parole, un quadro non è solo una sovrapposizione di colori, una fotografia non è solo il catturare una immagine.
    E forse anche perché è difficile spiegare, per fare un parallelo facile, perché dietro a una telecamera o una cinepresa ci deve essere un tecnico ben preparato, coordinato da un regista, con un programma o una trama ben definite e una troupe che affronti e risolva tutti i problemi connessi alla ripresa ed alla realizzazione della sequenza o del servizio, mentre dietro ad un apparecchio fotografico basta un dito per fare ?click?, tanto la tecnologia pensa a tutto il resto.
    Come se bastasse un tecnigrafo o un sistema CAD per costruire una casa, un bel programma di calcolo per progettare un ponte, oppure un buon programma di contabilità per fare un bilancio o magari ancora un laser chirurgico per operare una appendicite.
    Chi si sogna di fare il Geometra, l?Architetto, l?Ingegnere, il Ragioniere, il Commercialista o il Chirurgo semplicemente perché ha a disposizione i suoi stessi strumenti? Supposto, inoltre, che siano veramente gli stessi strumenti.
    E perché tutti si piccano di essere Fotografi solo perché hanno una macchina fotografica?
    non+autenticato
  • Chiedo lumi.
    Che fine hanno fatto gli altri messaggi?
    Avevo anche inserito una risposta!
    E' scomparso tutto.
    Edo
    29

  • - Scritto da: Edo
    > Chiedo lumi.
    > Che fine hanno fatto gli altri messaggi?
    > Avevo anche inserito una risposta!
    > E' scomparso tutto.

    E' il "Nuovo Corso" di PI che inizia a dare i suoi effetti Con la lingua fuori

    Scherzo... magari è stato solo un problema di database.

    AnonimAttilaXihar
    non+autenticato
  • AArfh si
    alla fine ne restera' solo uno (di commento)
    scherzo... i problemi che ci sono stati sui forum ora dovrebbero essere superati.
    incrocio tutto.
    ciao!
    Lamb
    754
  • Tutti quelli che mi vogliono vendere un sito internet mi promettono migliaia di contatti, migliaia di iscritti, mi dicono che sono i migliori e che i concorrenti sono degli inetti smanettoni in confronto a loro, che sono gia' andati a trovare i titolari di altre ditte simili alle mie che hanno fatto il sito con loro e sono soddisfattissimi (megapalla).

    Tutte bufale... ma sembra che siano giustificate se anche in pubblicita' si puo' far vedere il prodotto come i venditori vorrebbero che sia invece di spiegare quello che veramente e'.

    Essere aggressivi nel commercio paga? sempre?
    non+autenticato
  • molti messaggi sembrano proprio scritti dagli spacciatori dei dialer, sotto mentite spoglie: in fondo basta fare attenzione, ma che male c'è, gli avvisi sono chiari....

    TUTTE PALLE: il dialer sono una truffa di grave portata, perché:

    - spacciano per gratis quello che non lo è
    - fanno pagare care cose inutili e che per di più si trovano del tutto gratuitamente in rete (ad esempio le suonerie, basta navigare un po' e se ne trovano a centinaia)
    - introducono un software che compie operazioni del quale il cliente non è a conoscenza
    - favoriscono la nascita i siti civetta inutili e ingannevoli
    - immettono tonnellate di pubblicità immondizia
    - circuiscono i poco esperti

    ABOLIAMO I DIALER E CHI LI SPACCIA

    non+autenticato
  • ...dite bene voi delle foto fatte con il nokia 7650 e WIND non so se avete visto lo spot natalizio dell'operatore arancione... Sullo stesso telefono non sono promette foto, ma addirittura video messaggi...
    non+autenticato
  • ...E RedBull allora ??

    La mettiamo al posto dei paracadute sugli aerei Sorride))
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)