SuSE lancia il suo primo Linux United

A braccetto dell'alleanza UnitedLinux, forte della compatibilitÓ con tutti i maggiori standard del mondo Linux, la nuova versione enterprise di SuSE Linux Ŕ pronta a salire a bordo delle principali piattaforme a 32 e 64 bit

Castelnuovo Rangone (MO) - SuSE Linux ha presentato ufficialmente anche qui in Italia SuSE Linux Enterprise Server (SLES) 8, la nuova versione della distribuzione Linux tedesca orientata al mercato dei server aziendali e basata sul neo standard UnitedLinux 1.0.

SLES 8 si rivolge in particolar modo al mercato delle applicazioni mission critical ed Ŕ certificato per far girare mySAP.com e IBM DB2. Fra i vantaggi portati dall'integrazione in SLES della base di codice comune di UnitedLinux, c'Ŕ il supporto multilingue e la compatibilitÓ con i principali standard Linux: LSB, FHS e OpenI18N.

Il nuovo sistema operativo enterprise di SuSE Ŕ in grado di girare su una vasta gamma di piattaforme hardware, fra cui i processori a 32 e a 64 bit di Intel e AMD, e i server HP ProLiant, Fujitsu Siemens Primergy e l'intera serie IBM eServer.
"Ci˛ fa di SLES8 - ha affermato SuSE - la piattaforma perfetta per il consolidamento di strutture server eterogenee, consentendo una riduzione significativa dei costi per l'amministrazione del sistema".

Oltre che per le applicazioni mission-critical, l'azienda tedesca sostiene che SLES 8 Ŕ adatto per fare da server ad applicazioni e soluzioni middleware, quali database, e-commerce e storage, nonchÚ per sistemi in cluster e ThinClient.

Ad accompagnare SLES 8 c'Ŕ un nuovo tool d'installazione, chiamato AutoYaST, che consente l'installazione automatica di una configurazione di SuSE Linux Enterprise Server definita dall'utente in una rete distribuita: questo, secondo SuSE, riduce notevolmente i tempi di installazione e i costi amministrativi. SLES 8 include poi una versione migliorata di Samba con il supporto agli elenchi di controllo dell'accesso (ACL) per file e directory

Il kernel della nuova distribuzione Ŕ una versione ottimizzata del 2.4.19 con supporto all'I/O asincrono, alla memoria multipath, alla gestione di massimo 600 hard disk fisici, al multiprocessing fino a 32 processori e a 64 GB di memoria principale. Il sistema operativo include inoltre una versione estesa e migliorata di Samba con supporto agli elenchi di controllo dell'accesso (ACL) per file e directory. I file system supportati sono Ext3, ReiserFS, XFS e il file system JFS a 64 bit di IBM.

SuSE sostiene che SLES8 sia il primo sistema Linux dotato del supporto per i thread NGPT (Next-Generation Posix Threads) grazie al quale le applicazioni Unix esistenti possono essere portate facilmente e in modo economico su Linux.

SuSE Linux Enterprise Server 8 per piattaforma x86 Ŕ giÓ disponibile in presso i rivenditori SuSE Linux. Altre versioni di SuSE Linux Enterprise Server 8 per S/390 e zSeries (32 e 64 bit), iSeries, pSeries e per i server basati su Itanium 2 verranno rese disponibili in questi giorni. La versione per i processori Opteron di AMD sarÓ invece rilasciata all'inizio del 2003.