ADSL, da qui a gennaio 4 i nuovi comuni coperti

Sul sito web di Telecom Italia viene aggiornata la pagina sulla pianificazione della copertura ADSL, ferma a settembre. Da novembre a gennaio solo 4 i comuni interessati

Roma - Con una certa sorpresa alcuni lettori di Punto Informatico hanno appreso dell'aggiornamento della pagina dedicata da Telecom Italia ad un argomento che interessa tantissimi: l'ampliamento della copertura ADSL.

La pagina, sembrata a lungo "morta", riportando soltanto dati relativi ai passati mesi estivi, da qualche tempo riporta nuovi dati che comprendono la pianificazione tra novembre 2002 e gennaio 2003.

In questi mesi sono 4 i comuni nei quali si prevede verranno attivate nuove centraline "ADSL-compatibili" e, in particolare: Cisterna di Latina (Roma), Arezzo, San Marino e per ultimo Viareggio.
Sicuro è l'interesse per gli abitanti di questi comuni - almeno di chi vive nelle aree coperte dalle centraline - ma sono in molti a chiedersi perché a dicembre non sia pianificata alcuna novità e, soprattutto, come mai in tre mesi "bollenti" per la crescita dell'ADSL in Italia siano solo 4 i comuni di cui quella pagina prevede la (parziale) copertura.

Guardando le date si dovrebbe dedurre che da oggi al prossimo gennaio verrà attivata una sola centralina.

La speranza di qualcuno tra coloro che hanno scritto a PI è che la pagina sia in sé sbagliata, non contenga cioè tutti i dati. O che ancora una volta non sia aggiornata. A questo punto c'è chi si attende da Telecom Italia un chiarimento viste le numerose dichiarazioni dell'azienda sull'incessante lavoro di aumento della copertura ADSL sul territorio.
TAG: adsl
28 Commenti alla Notizia ADSL, da qui a gennaio 4 i nuovi comuni coperti
Ordina
  • Cisterna di Latina è in provincia di Latina e non Roma
    non+autenticato
  • chiamo la Telecom per sapere se la copertura ADSL era attiva nel mio paese,visto che tutti i paesi vicini l'hanno attivata, e al 187 mi risponde un signore dicendo:" aspetta che faccio una prova per vedere se da lei funziona..."e infatti da me l'ADSL..... FUNZIONA, solo che non posso attivarla!!!!non so per quali motivi burocratici,ma mi domando:
    "Come, mai se da me la rete è coperta telecom non fa attivare Adsl? "
  • la Telecom sostituira tutte le centrali con delle nuove (commutazione a pacchetto) gia nel 2003, la copertura del adsl nel giro di qualche anno sara al 100%,quindi non ha interesse a comprare vecchie centraline adsl con minor capacita.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > la Telecom sostituira tutte le centrali con
    > delle nuove (commutazione a pacchetto) gia
    > nel 2003, la copertura del adsl nel giro di
    > qualche anno sara al 100%,quindi non ha
    > interesse a comprare vecchie centraline adsl
    > con minor capacita.
    non+autenticato
  • Pensate che la centrale che è pianificata per gennaio 2003, è da circa un anno che compare nella lista delle città pianificate, ma la sua copertura slitta sempre..... E pensate che quella centrale serve una delle zone industriali più ricche della Versilia, la zona ind.le "Le Bocchette"...
    In questa zona ci sono ditte molto grosse... ma niente adsl...

    Saluti.

    P.S. Inoltre sono da settembre che cerco di installare adsl, ma telecom dorme...

    Nik da Viareggio.
  • Date a Telecom quel che e' di Telecom. Perche' continuare a pagare bollette esose per il traffico quando potete evitare con una piccola spesa iniziale ed un po' di tempo di fai-da-te?

    La tecnologia funziona; si puo' arrivare fino a 20km in linea d'aria... senza ostacoli in mezzo ai due apparati.
    Questo significa che molto probabilmente portando sul tetto un cavo UTP Cat5e standard (per i meno tecnici: il classico cavo di rete a 4 coppie ritorte; basta che sul cavo c'e' cscritto Cat.5e), spendendo 500 euro di apparati, riuscite a raggiungere l'amico/parente/conoscente al quartiere accanto che ha adsl/fastweb ed e' felice di dividere le spese con voi...

    La legislazione attuale prevede che venga comunicato il progetto al ministero delle telecomunicazioni e se questo non risponde entro 30 giorni siete a cavallo... pagando una tassa di 250 euro all'anno per ogni apparato.
    Ma le wlan attualmente impiegano:
    1) la banda dei 2,4GHz: BANDA DEREGOLAMENTATA = non piu' controllata/controllabile
    2) tecnologie spread spectrum ("spettro spalmato") di origine militare: nate per effettuare trasmissioni non rintracciabili
    Se unite il punto 1) con il punto 2) capirete bene che nessuno vi verra' mai a dire nulla se anche non comunicate niente al ministero... purche' non vi rivendiate il sistema a terzi!!!!

    C'e' gia' tanta gente che l'ha fatto ma non viene pubblicato perche' fino a che la regolamentazione non sara' piu' chiara nessuno vuole rischiare problemi legali... negli altri paesi civilizzati (e piu' civilizzati del nostro, dove per fortuna non hanno Gasparri), intere citta' sono "cablate" in questo modo da privati che, oltretutto, illuminano anche quartieri e parchi pubblici per tutta la gente che passa da li' con un portatile od un palmare.

    SVEGLIAMOCI ITALIA! Se stiamo ad aspettare il governo (che tutela gli interessi del business ma non di certo gli utenti), torneremo a fare i primi tra gli africani...

    1) Pensate ai conoscenti che abitano in zone limitrofe dove c'e' il collegamento piu' veloce.
    2) Vedete se dal tetto e' visibile il loro tetto (anche con un binocolo, basta che non ci siano ostacoli). Se non lo vedete, trovate altre soluzioni (un altro apparato per triangolare od un'altra persona che abita in un'altra posizione).
    3) Scegliete e comprate gli apparati.
    4) Passate il cavo.
    5) Collegate il tutto.
    6) Pensate fieri a quanti soldi non state dando alla compagnia telefonica
    7) Oltre al collegamento internet appena effettuato, trovate altre persone che sono in zona e vorrebbero essere in rete "locale" con voi per scambiarsi documenti, giocherellare, chiacchierare senza alzare il telefono, etc etc etc

    Non ci vuole tanto, credetemi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    detto cosi' sembra facile .....
    prova con cento utenti e vedi che succede !


    anonimopinopallino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > detto cosi' sembra facile .....
    > prova con cento utenti e vedi che succede !
    >
    >
    > anonimopinopallino

    non voglio dire chi commercializza e marca delle apparacchiature comunque si possono avere fino a 128 utenti per sistema


    personalmente ho spostato di 54 Km . collegandomi con un ufficio che ha fastweb. sai che libidine avere in mega a dispozizione tanta roba
    non+autenticato

  • > La legislazione attuale prevede che venga
    > comunicato il progetto al ministero delle
    > telecomunicazioni e se questo non risponde
    > entro 30 giorni siete a cavallo... pagando
    > una tassa di 250 euro all'anno per ogni
    > apparato.

    sei sicuro che ci sia ancora con l'ultimo dpr non era stata tolta la tassa da 250eurozzi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Date a Telecom quel che e' di Telecom.
    > Perche' continuare a pagare bollette esose
    > per il traffico quando potete evitare con
    > una piccola spesa iniziale ed un po' di
    > tempo di fai-da-te?
    >
    > La tecnologia funziona; si puo' arrivare
    > fino a 20km in linea d'aria... senza
    > ostacoli in mezzo ai due apparati.
    > Questo significa che molto probabilmente
    > portando sul tetto un cavo UTP Cat5e
    > standard (per i meno tecnici: il classico
    > cavo di rete a 4 coppie ritorte; basta che
    > sul cavo c'e' cscritto Cat.5e), spendendo
    > 500 euro di apparati, riuscite a raggiungere
    > l'amico/parente/conoscente al quartiere
    > accanto che ha adsl/fastweb ed e' felice di
    > dividere le spese con voi...
    >
    > La legislazione attuale prevede che venga
    > comunicato il progetto al ministero delle
    > telecomunicazioni e se questo non risponde
    > entro 30 giorni siete a cavallo... pagando
    > una tassa di 250 euro all'anno per ogni
    > apparato.
    > Ma le wlan attualmente impiegano:
    > 1) la banda dei 2,4GHz: BANDA
    > DEREGOLAMENTATA = non piu'
    > controllata/controllabile
    > 2) tecnologie spread spectrum ("spettro
    > spalmato") di origine militare: nate per
    > effettuare trasmissioni non rintracciabili
    > Se unite il punto 1) con il punto 2)
    > capirete bene che nessuno vi verra' mai a
    > dire nulla se anche non comunicate niente al
    > ministero... purche' non vi rivendiate il
    > sistema a terzi!!!!
    >
    > C'e' gia' tanta gente che l'ha fatto ma non
    > viene pubblicato perche' fino a che la
    > regolamentazione non sara' piu' chiara
    > nessuno vuole rischiare problemi legali...
    > negli altri paesi civilizzati (e piu'
    > civilizzati del nostro, dove per fortuna non
    > hanno Gasparri), intere citta' sono
    > "cablate" in questo modo da privati che,
    > oltretutto, illuminano anche quartieri e
    > parchi pubblici per tutta la gente che passa
    > da li' con un portatile od un palmare.
    >
    > SVEGLIAMOCI ITALIA! Se stiamo ad aspettare
    > il governo (che tutela gli interessi del
    > business ma non di certo gli utenti),
    > torneremo a fare i primi tra gli africani...
    >
    > 1) Pensate ai conoscenti che abitano in zone
    > limitrofe dove c'e' il collegamento piu'
    > veloce.
    > 2) Vedete se dal tetto e' visibile il loro
    > tetto (anche con un binocolo, basta che non
    > ci siano ostacoli). Se non lo vedete,
    > trovate altre soluzioni (un altro apparato
    > per triangolare od un'altra persona che
    > abita in un'altra posizione).
    > 3) Scegliete e comprate gli apparati.
    > 4) Passate il cavo.
    > 5) Collegate il tutto.
    > 6) Pensate fieri a quanti soldi non state
    > dando alla compagnia telefonica
    > 7) Oltre al collegamento internet appena
    > effettuato, trovate altre persone che sono
    > in zona e vorrebbero essere in rete "locale"
    > con voi per scambiarsi documenti,
    > giocherellare, chiacchierare senza alzare il
    > telefono, etc etc etc
    >
    > Non ci vuole tanto, credetemi.


    puoi farmi sapere chi commercializza questi apparati
    grazie
    non+autenticato
  • Il wireless mi interessa molto soprtattutto perche abito in un comune che dista 8 km da udine che non è ancora coperto dal servizio adsl. Se qualcuno ne sa di più (come installare una wlan, materiali necessari, ecc..) è pregato di scrivermi una mail all'indirizzo yakkkete@email.it , ne sarei veramente molto grato!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)