E l'Italia porta l'e-gov nel mondo

Il nostro paese pone il governo elettronico tra le priorità nel sostegno ai paesi in via di sviluppo della Banca Mondiale. I dettagli

Roma - Deciso passo avanti per l'Italia nelle dinamiche internazionali di sostegno allo sviluppo della società dell'informazione nel mondo. Il ministro italiano alle Tecnologie e all'Innovazione Lucio Stanca è stato infatti nominato Consigliere di Amministrazione della Gateway Foundation. Si tratta della Fondazione Internazionale sull'Ict per lo Sviluppo lanciata dalla Banca Mondiale con il mandato di elaborare e finanziare progetti ed iniziative finalizzate a ridurre, se non addirittura a colmare, il digital divide tra paesi industrializzati e paesi in via di sviluppo.

La nomina è estremamente significativa. Ad aprile l'Italia è entrata nella Fondazione, che amministra 70 milioni di dollari USA, e con la sua adesione di fatto l'e-government, e dunque il sostegno al suo sviluppo nei paesi meno avanzati, è entrato tra le priorità della Fondazione.

Grazie a tutto questo è stato approvato un progetto di cooperazione che sarà portato avanti insieme al Governo italiano, per finanziare specifici progetti di e-government in alcuni Paesi beneficiari. Il programma ha un budget di 5 milioni di dollari americani per due anni.
"Nei prossimi giorni - spiega una nota del Ministero all'Innovazione - verrà ufficializzato un accordo con la Banca Interamericana per lo Sviluppo per allargare l'iniziativa sull'e-Government per lo sviluppo all'area caraibica e latino - americana. Con questo accordo arrivano a circa 20 milioni di dollari USA le risorse finanziarie destinate nel 2002 a questa iniziativa dal Governo italiano".

Alla prima fase esecutiva sono arrivati i progetti che coinvolgono anche l'Italia e rivolti ad Albania, Giordania, Nigeria, Mozambico e Tunisia. "Nel 2003 - conclude la nota del Ministero - l'iniziativa sarà estesa ad altri paesi in via di sviluppo, che verranno individuati tra i 15 che hanno già richiesto l'assistenza del Governo italiano".
TAG: italia
4 Commenti alla Notizia E l'Italia porta l'e-gov nel mondo
Ordina
  • ... e vuole spiegare agli altri come fare. Incredibile.

    Vedremo come va a finire.

    Il certificato di proprietà della mia auto mi è arrivato 6 mesi dopo l'acquisto, e quando ho invitato degli amici moldavi in Italia non hanno potuto richiedere il visto perché l'elenco dei documenti necessari sul sito web dell'ambasciata di Bucarest (la Moldavia non ha ambasciata) era incompleto, e lo è tutt'ora nonostante le mie segnalazioni...

    Si possono imbottire le amministrazioni di PC e programmi, ma se non si è capaci di amministrare non si è capaci, forse sarebbe meglio una organizzazione che insegni la buona organizzazione, ma l'Italia non potrebbe certo avere rappresentanti.

    Va beh, i contadini Albanesi avranno la smart card per salire a bordo di una carretta per portarli in Italia...

    Auguri ai paesi che dovranno essere guidati dall'Italia.
  • Non sono daccordo :

    - Scritto da: ldsandon
    > ... e vuole spiegare agli altri come fare.
    > Incredibile.

    Ci stiamo ammodernando anche noi e le buone idee vanno divulgate...

    > Vedremo come va a finire.
    >
    > Il certificato di proprietà della mia auto
    > mi è arrivato 6 mesi dopo l'acquisto, e

    C'e' gente che muore di fame...

    > quando ho invitato degli amici moldavi in
    > Italia non hanno potuto richiedere il visto
    > perché l'elenco dei documenti necessari sul
    > sito web dell'ambasciata di Bucarest (la
    > Moldavia non ha ambasciata) era incompleto,
    > e lo è tutt'ora nonostante le mie
    > segnalazioni...

    Potevi aiutarli... ;P

    > Si possono imbottire le amministrazioni di
    > PC e programmi, ma se non si è capaci di
    > amministrare non si è capaci, forse sarebbe
    > meglio una organizzazione che insegni la
    > buona organizzazione, ma l'Italia non
    > potrebbe certo avere rappresentanti.

    ... boh, forse si dai...

    > Va beh, i contadini Albanesi avranno la
    > smart card per salire a bordo di una
    > carretta per portarli in Italia...

    ... almeno sapremo se sono criminali o gente normale...

    > Auguri ai paesi che dovranno essere guidati
    > dall'Italia.

    E auguri anche a noi !! Sorride

    Zanzarone
    non+autenticato
  • > Ci stiamo ammodernando anche noi e le buone
    > idee vanno divulgate...

    Ammodernando a parole. E arrivando, come sempre, buoni ultimi.

    > C'e' gente che muore di fame...

    E hanno bisogno di e-government?

    > Potevi aiutarli... ;P

    Cosa credi che abbia fatto? Ero a Bucarest con loro. Sto ancora aspettando la risposta dall'ufficio relazioni con il pubblico del ministero degli esteri. Dopo quattro mesi non hanno ancora risposto alle mie mail...

    > ... boh, forse si dai...

    Sì: "area complicazioni affari semplici - esempi da non imitare".

    > ... almeno sapremo se sono criminali o gente
    > normale...

    No. Craccheranno la card e saranno tutti angioletti. Sbarcati il carabiniere non avrà il lettore, o mancherà il regolamento di attuazione su come usarlo.

    Notizia di ieri sul Corriere: frana a Ponte Tresa. Sul versante italiano corda e paletti per tenere sotto controllo il movimento della frana. Sul versante svizzero prismi e laser. E per loro è normale routine...

    > E auguri anche a noi !! Sorride

    Di sicuro... Sorride

  • Che i paesi sottosviluppati avessero primariamente bisogno di acqua potabile, medicine, ospedali, infrastrutture.... democrazia.

    E invece no.... ora si scopre che hanno bisogno di finanziamenti pwer comprare soprattutto prodotti Microsoft.

    Potenza dell' informatica