Bush vara il dominio .kids.us

Per proteggere i più piccoli in rete gli americani fanno passare ufficialmente le nuove estensioni. Tutte le altre non saranno accessibili. La legge dei Kids

Roma - Siti certificati che possano garantire con una propria dichiarazione l'assenza di contenuti violenti, pornografici o comunque inadatti ai minori. C'è anche questo dietro la Anton's Law, la legge firmata dal presidente americano Bush che prevede la creazione di una "sezione a parte" della rete, confinata nelle estensioni di dominio.kids.us. Estensioni "ricavate" come domini di terzo livello rispetto ai ".us" di cui dispongono gli USA.

"Funzionerà - ha sostenuto lo stesso Bush - come una specie di sezione Bambini in una biblioteca, dove i genitori si possano sentire sicuri di lasciar navigare su internet i propri figli".

In questo quadro, i siti che aderiranno al programma di.kids.us non potranno mettere a disposizione strumenti come le chat o l'instant messaging: entrambi potranno essere "posizionati" all'interno di.kids.us solo dopo apposita certificazione.
La legge, che prevede tra l'altro una serie di misure di sicurezza per chi trasporta bambini in automobile negli Stati Uniti, inizialmente puntava a creare il dominio di primo livello.kids. Un obiettivo a cui si è rinunciato quando sono divenute palesi le difficoltà che l'ICANN, che supervisiona i domini internazionali, avrebbe incontrato per approvare un dominio del genere.
TAG: domini
3 Commenti alla Notizia Bush vara il dominio .kids.us
Ordina