Io, certificato ma senza lavoro

Un lettore racconta le difficoltà a trovare un inserimento nel tessuto produttivo dell'hi-tech italiano, nonostante le certificazioni delle sue capacità

Roma - Spett.le redazione di Punto Informatico, volevo cogliere l'occasione rappresentata dalla pubblicazione della vostra notizia riguardante l'incremento di produttività che la presenza di professionisti certificati determinerebbe nelle aziende, per esporre la mia personale esperienza.

Lavoro da circa tre anni e mezzo nel mondo dell'ICT in qualità sia di sistemista che di trainer, prevalentemente su soluzioni Microsoft. All'inizio ho avuto la fortuna di essere scelto da una grossa multinazionale e di essere formato per erogare corsi per la Pubblica Amministrazione Italiana (si era all'epoca del cosiddetto progetto RUPA).

Terminata la collaborazione (manco a dirlo a tempo determinato), ho pensato fra me e me che, con l'esperienza e la competenza accumulate ed il gran nome della società a cui avevo prestato i miei servigi, avrei trovato ben presto un'occupazione stabile, magari meno prestigiosa della precedente, ma pur sempre valida ed invece, da un paio d'anni a questa parte, passo da un contrattino di tre-sei mesi ad un altro, senza poter programmare il mio futuro a più lunga scadenza.
Visto che principalmente faccio il formatore, mi son detto: "Perché non certificarsi come sistemista Microsoft? Di sicuro, il mio curriculum ne trarrà notevoli benefici!".
Beh, in circa undici mesi sono diventato Microsoft Certified Systems Engineer (MCSE) e Microsoft Certified Trainer (MCT), eppure, dopo l'ultima collaborazione terminata lo scorso mese di marzo, sono a spasso.

Quando vado a fare un colloquio mi si dice: "Sì, in effetti lei ha tutte queste belle certificazioni, ma senza esperienza noi non sappiamo che farcene del suo curriculum".
In un'altra circostanza, sempre ad un colloquio, mi si è domandato se sapevo utilizzare un personal computer.

Tutto questo per dire che uno degli slogan Microsoft secondo cui "Gli specialisti MCP sono i più ricercati sul mercato" non mi sembra corrisponda alla realtà di un mondo, come quello dell'IT italiano, dove l'unica cosa che conta è "la precedente esperienza nel ruolo", anche se si è trattato soltanto di creare degli account utente su Windows NT.

Sarà colpa dei selezionatori di cui si servono le multinazionali, spesso incapaci di analizzare un curriculum tecnico, della crisi che ha colpito il settore dell'informatica dopo l'euforia degli anni scorsi, ma siamo davvero sicuri che fregiarsi di una certificazione aiuti a farsi strada nel mondo dell'IT italiano?

Lettera firmata
171 Commenti alla Notizia Io, certificato ma senza lavoro
Ordina
  • mai pensato di emigrare? E' la soluzione migliore.
    In Olanda, ad esempio, un sistemista Unix Junior prende dai 2500 ai 3500 euro... piu' tutti gli incentivi che il posto ti da': gran belle fighe dinisibite nei paraggi, droga libera (non ne faccio uso, ma è sempre una libertà) e una mentalità piu' aperta in genere...

    mah... povera italia... je soui fotut...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > mai pensato di emigrare? E' la soluzione
    > migliore.
    > In Olanda, ad esempio, un sistemista Unix
    > Junior prende dai 2500 ai 3500 euro... piu'
    > tutti gli incentivi che il posto ti da':
    > gran belle fighe dinisibite nei paraggi,
    > droga libera (non ne faccio uso, ma è sempre
    > una libertà) e una mentalità piu' aperta in
    > genere...

    Mah... sembra che non siano tutte rose e fiori.... Sorride

    http://www.soft-land.org/storie/

    non+autenticato
  • bisognerebbe far certificare anche i selezionatori del personale delle varie aziende e "multinazionali"? Mi sembra che siano loro i pià bisognosi...e le ve lo dico per esperienza diretta. Del resto a uno che riceve una certificazione, sia essa Microsoft o di altri produttori o certificatori, che si sente chiedere se sa usare o meno un PC se non cadono i maroni non so cos'altro possa succedere... la verità è che in giro c'è pieno di gente troppo piena di sè e quando questa gente te la trovi davanti a un colloquio non è mai piacevole. Ecco quali sono i veri ignoranti!

    Wafer
    non+autenticato
  • il problema e' che se uno sul proprio curriculum ha tutte certificazioni e 0 esperienza ( se non come tutor -.....e ti posso assicurare che il tutor non ne sa mai un *****- ), all'azienda poco importa che abbia i @@ teoricamente......a loro serve uno che ha i @@ PRATICAMENTE.

    *senti a me....cambia lavoro e fai il docente*
    non+autenticato
  • Carissimo, normale quello che t'hanno risposto ai colloqui,
    troppi furbi si son certificati ai tempi d'oro ma senza aver mai
    usato i s.o. di Microsoft (al più accendevano w95), e, si sà,
    specialmente per le multinazionali e i piccoli, li freghi una volta
    , come i fiammiferi, poi non li freghi più.
    E poi son ben pochi trainer che fanno ANCHE i sistemisti,
    di più i sistemisti che ogni tanto adesso fanno i trainer........
    Magari tu sei bravo anche sul campo ma...oggi se vuoi lavorare fai un passo indietro, installa client e poi punta ai server...e ringraziamo tutti i bravi ragazzi universitari che
    negli anni scorsi ci hanno cacciato in stò casino !
    su un punto hai ragione : i certificati MS non valgono quelli
    di Oracle o Notes.
    ciao e non prendertela, ci siam passati in tanti
    non+autenticato
  • In Italia contà MOLTO di più un parente nel luogo giusto di qualunque certificazione.
    Le certificazioni in se stesse potrebbero avere un valore: il problema è che chi ha già fatto le stesse, sà esattamente quanto valgono. E questo sicuramente non aiuta......




    Auguri ..... e mettivi un bel pò di faccia tosta.



    Ribelle
    non+autenticato
  • Cavolo com'è vero quello che dici.
    QUalche mese fa ho letto su una testata nazionale importante di una statistica su come gli italini trovano lavoro.
    Al primo posto non vi erano ne le società interinali e ne i certificati o quant'altro, bensì le amicizie ed i parenti.
    Purtroppo è proprio vero quello che dici........
    Un buon parente od un amico valgono più di centinaia di certificazioni.
    Ciao ciao...




    - Scritto da: Anonimo
    > In Italia contà MOLTO di più un parente nel
    > luogo giusto di qualunque certificazione.
    > Le certificazioni in se stesse potrebbero
    > avere un valore: il problema è che chi ha
    > già fatto le stesse, sà esattamente quanto
    > valgono. E questo sicuramente non
    > aiuta......
    >
    >
    >
    >
    > Auguri ..... e mettivi un bel pò di faccia
    > tosta.
    >
    >
    >
    > Ribelle
    non+autenticato
  • Non e' per far dispiacere a qualcuno, ma ad onor del vero non sono d'accordo con l'amico "disoccupato" e soprattutto con i profeti intervenuti argomentando con i soliti, tristi pattern anti-ms..
    Certo il mondo dell'IT e' un guazzabuglio soprattutto perche' mi sembra che il tasso di scolarita' di base sia molto scarso (vedi interventi folkloristici in questo forum).
    Ma non la faccio lunga! Io sono laureato in un ambito giuridico, ma mi sono sempre piaciute le reti. Ho deciso quindi di approfondire questa mia passione...la vita e' troppo breve!!
    Un paio d'anni fa ho iniziato il percorso di certificazione MCSE su Win2000 con corsi in Ctec ed esami successivi.
    Dopo un anno di studio (con il peso del lavoro da portare avanti) ho conseguito la qualifica, poi sono diventato Trainer, continuando costantemente a studiare ed insegnare, certo tecnologie Ms, ma io non credo ai TUTTOLOGI. E voi?
    Qualche mese fa ho deciso di cambiare lavoro volendo occuparmi di ambienti complessi ed in assetto operativo.
    Bene, sono stato assunto da una grande banca e oggi mi occupo dell'amministrazione di un ambiente abbastanza complesso.

    Qual'e' il segreto? Beh, un po' aver superato decentemente una serie di colloqui in ambito tecnico e poi essere gia' pronto per Windows 2000/.net.

    Due anni fa soltanto mi piaceva il networking, oggi sono un punto di riferimento per diverse colleghi sistemisti.

    Non voglio difendere Ms, ma certo la certificazione, come qualsiasi altro skill-test puo' essere un plus solo se non si soffre dell'allergia allo studio mascherata di "navigata" saccenza applicativa condita con un bel po di ics fuori posto.

    A buon intenditor...

    willie
    MCSE,MCSA,MCT

    non+autenticato
  • Io, che sono un pò sospettoso, avrei piacere di conoscere che tipo di lavoro fà tuo padre.
    Di casi come il tuo ne conosco un pò: e sono entrati sul lavoro, guarda caso, grazie ad un sano nepotismo italico .....



    Ribelle
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non e' per far dispiacere a qualcuno, ma ad
    > onor del vero non sono d'accordo con l'amico
    > "disoccupato" e soprattutto con i profeti
    > intervenuti argomentando con i soliti,
    > tristi pattern anti-ms..
    > Certo il mondo dell'IT e' un guazzabuglio
    > soprattutto perche' mi sembra che il tasso
    > di scolarita' di base sia molto scarso (vedi
    > interventi folkloristici in questo forum).
    > Ma non la faccio lunga! Io sono laureato in
    > un ambito giuridico, ma mi sono sempre
    > piaciute le reti. Ho deciso quindi di
    > approfondire questa mia passione...la vita
    > e' troppo breve!!
    > Un paio d'anni fa ho iniziato il percorso di
    > certificazione MCSE su Win2000 con corsi in
    > Ctec ed esami successivi.
    > Dopo un anno di studio (con il peso del
    > lavoro da portare avanti) ho conseguito la
    > qualifica, poi sono diventato Trainer,
    > continuando costantemente a studiare ed
    > insegnare, certo tecnologie Ms, ma io non
    > credo ai TUTTOLOGI. E voi?
    > Qualche mese fa ho deciso di cambiare lavoro
    > volendo occuparmi di ambienti complessi ed
    > in assetto operativo.
    > Bene, sono stato assunto da una grande banca
    > e oggi mi occupo dell'amministrazione di un
    > ambiente abbastanza complesso.
    >
    > Qual'e' il segreto? Beh, un po' aver
    > superato decentemente una serie di colloqui
    > in ambito tecnico e poi essere gia' pronto
    > per Windows 2000/.net.
    >
    > Due anni fa soltanto mi piaceva il
    > networking, oggi sono un punto di
    > riferimento per diverse colleghi sistemisti.
    >
    > Non voglio difendere Ms, ma certo la
    > certificazione, come qualsiasi altro
    > skill-test puo' essere un plus solo se non
    > si soffre dell'allergia allo studio
    > mascherata di "navigata" saccenza
    > applicativa condita con un bel po di ics
    > fuori posto.
    >
    > A buon intenditor...
    >
    > willie
    > MCSE,MCSA,MCT

    Molto interessante in effetti: fai giurisprudenza (no matematica ? ahiahiahiahi) e 'ti piace il networking', quindi trovi lavoro presso una bancaA bocca aperta
    Complimenti a chi ti ha assunto, magari togliendo lavoro a chi ha una laurea tecnicaCon la lingua fuori
    Mi fido mlto di piu dello 'smanettone' provato sul campo, almeno ho la certezza che non va a fare l'avvocato perchè gli scatta una 'passione', ma resta coerente a quella che ha sempre avuto.
    Tristissimo.
    non+autenticato

  • > Molto interessante in effetti: fai
    > giurisprudenza (no matematica ?
    > ahiahiahiahi) e 'ti piace il networking',
    > quindi trovi lavoro presso una bancaA bocca aperta
    > Complimenti a chi ti ha assunto, magari
    > togliendo lavoro a chi ha una laurea tecnica
    > Mi fido mlto di piu dello 'smanettone'
    > provato sul campo, almeno ho la certezza che
    > non va a fare l'avvocato perchè gli scatta
    > una 'passione', ma resta coerente a quella
    > che ha sempre avuto.
    > Tristissimo.

    Io non ho idea di quanti anni tu abbia, ma se ancora non hai capito che se vuoi rimanere a galla,(qualsiasi indirizzo di Laurea tu abbia) devi saper dimostrare di riuscire a cambiare lavoro ed essere un professionista.
    Io lavoro in una societa' d'informatica, dove all'inizio facevo la segretaria bilingue, ma avevo piu' passione e piu' voglia di imparare di tante altre persone, ho studiato, lavoravo per conto mio a casa, e andavo al corso per programmatori riconosciuti dalla regione lazio, dalle 19.00 fino alle 23.00 di tutti i santissimi giorni (600 ore in tutto), non sono una smanettona, perche' continuo a tenermi informata e ad aggiornarmi, e ora sono un'analista programmatore, accumulando 10 anni di esperienza, che in una societa del terziario, dove non ci sono ruoli definiti, significa buttarti nella fossa dei Leoni e rimanere a galla significa molto di piu' di studiare per prendere una laurea, se poi ci fosse anche questa ben venga.
    Inoltre sei sicuro di quello che vuoi fare del tuo futuro a 19 anni uscito da poco dalle scuole superiori????
    Io no, e questo l'ho capito piu' tardi, tanto e' vero che mi sono rimessa in gioco, e quello che ho me lo sono sudato, senza favoritismi.
    non+autenticato
  • Dico solo che sei un figlio di papa' che è stato messo a lavorare in banca da grande figlio di papa' e che si è potuto permettere le zozzerie microzoz...
    Vai a fare.........'in'.....................l'avvocato...........
    I papa' contano altro se contano......




    Da Pier Silvio che avendo una passione per la TV mi sono certificato BCM berlusconi Certified Mediaset ed oggi guarda caso le reti mediaset sono le mie.....ahahahahaahhh!!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Successiva
(pagina 1/10 - 50 discussioni)