Logitech: la coda del topo danneggia tutti

L'azienda sostiene che tastiere e mouse con filo fanno perdere 150 milioni di ore di lavoro in Italia. E che un lavoratore su tre si vergogna della scrivania. L'invasione dei Desk Spaghetti

Roma - Una volta i topi avevano la coda e non c'erano alternative. Ma ora che l'ingegneria produce anche radiomouse senza cavi di collegamento e l'alternativa esiste, si iniziano a fare i conti su quale sia il topo migliore. E a tirare due cifre sulla questione ci pensa Logitech, azienda produttrice di mouse e gadget per computer interessata a spingere l'utenza a rinnovare i prodotti in uso.

Stando ad una singolare ricerca effettuata dall'azienda, negli uffici italiani ogni lavoratore perde circa 23 ore in un anno cercando di risolvere i problemi causati dal caos presente sulla propria scrivania a causa dei fili di tastiere, mouse, telefoni e altri accessori.

In totale, mouse e tastiere con i fili in Italia fanno perdere la bellezza di 150 milioni di ore di lavoro, un dato che viene calcolato moltiplicando 23 ore (pari alle ore che ogni lavoratore perde all'anno) per 6.500.000 (ossia il numero di PC utilizzati in azienda e funzionanti, in base a dati Assinform per il 2001).
Logitech ha analizzato la situazione in 16 paesi e ha scoperto che c'è anche chi con i fili ha un rapporto ancora peggiore di quello degli italiani: finlandesi, olandesi e danesi.

L'azienda definisce i cavi sulla scrivania "desk spaghetti", cioè "spaghetti da scrivania", e sostiene che la loro presenza oltre ad essere antiestetica, influenza anche in maniera negativa la produttività del lavoratore ed è causa di incidenti, come ad esempio quelli provocati rovesciando tazze di caffè o bicchieri d'acqua sui dispositivi elettronici (con il conseguente corto circuito) o da coloro che, alzandosi dalla scrivania, inciampano nei fili.

Secondo Logitech, oltre ad aumentare la produttività e ad evitare incidenti, una scrivania ordinata influenza anche il benessere e l'umore degli utenti professionali di PC. Un terzo dei lavoratori italiani addirittura si vergogna della propria scrivania, sovrastata dal caos e sente che lavorerebbe in maniera più produttiva se la propria postazione fosse meno disordinata.

Come norma, coloro che lavorano ad una scrivania ordinata, sono orgogliosi dell'ambiente che li circonda mentre coloro che sono circondati da fili, fogli e disordine si sentono inesorabilmente sovrastati dal caos, stato d'animo che si riflette sul rendimento in azienda.

Sempre in base alla ricerca Logitech, oltre la metà degli intervistati italiani vorrebbe iniziare ad utilizzare un mouse e una tastiera wireless... piuttosto che cambiare posto di lavoro!

Logitech specifica infine che ai fini della ricerca si è tenuto conto che il numero totale dei PC in Italia nel 2001 è pari a 9.200.000, cui è stato sottratto il 25% (2.900.000) di PC dedicati all'utenza consumer. Inoltre, dal numero dei PC impiegati in azienda o da utenti professionali è stata sottratta la percentuali di PC che non sono attivi o funzionanti (stimata in circa 400.000 unità).
TAG: hw
63 Commenti alla Notizia Logitech: la coda del topo danneggia tutti
Ordina

  • che stronzocazzate sono?
    mamma mia!!!!

    io ho i miei cavi dove devono stare, il disordine lo faccio io con le cartacce, non sono quattro fili certamente


    e per il resto, viva i cavi! viva lo standard!
    funzionano, non si interrompe, non servono batterie

    EVVIVA IL MOUSE NORMALE


    ma chi ha detto che si vergognano?
    ma che cazzate!!!!


    a me nessuno lo ha chiesto, a nessun mio collega qualcuno lo ha chiesto

    a nessuno che io conosca qualcuno ha chiesto niente di simile

    statisticamente, per quanto mi riguarda, questa statistica "non esiste".
    non+autenticato
  • ma dimmi tu quali filastrocche inventarsi per far cambiare i mouse.

    Tra poco ci diranno che se usiamo un monitor lcd ci sara + spazio sulla scrivania e potendoci mettere + cose si lavorera' + velocemente... poi ci diranno che avere una stampante con almeno 1200dpi fa meglio alla vista e fa lavorare meglio per cui cambiare stampante ...poi ci diranno che un processore di bassa frequenza puo' sincronizzarsi con le frequenze dei neuroni limitando le prestazioni... + alta la frequenza ..piu' si lavora meglio.
    Ma per cambiare moglie che scusa ci si puo' inventare ??Sorride
    non+autenticato
  • Io sono contento di avere un mouse con il filo, perche' sono sicuro che se non avessi il filo, potrei spostare il mouse dove voglio, con il risultato che lo metterei in posti impensabili e perderei un sacco di tempo a cercarlo (un po' come mi succede con il telefonino e i telecomandi).
    Così invece sono sicuro di non perdere tempo a cercalo.
    E poi io non ho mai dovuto mettere a posto il filo del mouse: al massimo lo tiro ogni tanto...
    E poi non ci credo che in una scrivania ordinata si lavora meglio. io se non ho casino non riesco a fare niente.
    non+autenticato
  • E se finiamo le pile ???


    altro che 23 ore perse......
    non+autenticato

  • Certo che in Logitech devono essere veramente disperati per arrivare a dichiarare simili scempiaggini.
    Capisco perfettamente che non abbiano ormai nessun profitto nel vendere mouse tradizionali a pallina che ormai costano pochi euro...

    Ma arrivare addirittura ad affermare di aver compiuto uno studio decantando i vantaggi memorabili di una tastiera e di un mouse wireless mi pare davvero triste. Si sono davvero sputtanati questa volta.

    Lor signori hanno mai considerato i soldi risparmiati tutte le volte che un mouse stava per cadere ma grazie alla coda l'abbiamo miracolosamente salvato?   Cadi oggi, cadi domani.....ti saluto mouse cordless....

    Hanno mai considerato che se mi cade un caffè 'letale' sulla tastiera con gli stessi soldi di una tastiera wireless me ne ricompro altre 10 ???

    Hanno considerato il tempo perso nel cercare il mouse wireless nascostosi chissà dove (un amico lo ritrovò dopo ore a farsi un parmigiano in cucina....) ???

    Hanno considerato quanto è appetibile un mouse e una tastiera cordless per un lesto malintenzionato occasionale (un tipo entra in un ufficio semi vuoto per un colloquio , se ne esce con le tasche piene di mouse cordless per ripicca.....) ?

    L'unica innovazione che trovo davvero utile nel mouse è l'eliminazione della pallina nei mouse ottici. Ci faccio un pensiero quando costano meno 10euro per ora pulisco la pallina, faccio questo tremendo sforzo settimanale......

    Tamerlano









    non+autenticato

  • >
    > L'unica innovazione che trovo davvero utile
    > nel mouse è l'eliminazione della pallina nei
    > mouse ottici. Ci faccio un pensiero quando
    > costano meno 10euro per ora pulisco la
    > pallina, faccio questo tremendo sforzo
    > settimanale......
    >
    > Tamerlano
    >


    che percaso sei genovese?
    cmq quoto quasi tutto quello che hai detto, eccetto il micragnamento, chi lavora con il PC le comodità fanno comodo molto più di 10euro

    non+autenticato

  • - > che percaso sei genovese?

    beh, puoi metterla sull'ambientalismo:

    non sostituire 50 o più batterie nel corso della vita del mouse wireless + la non produzione del mouse wireless + il non trasporto su gomma di batterie e nuovi mouse + mancato smaltimento del vecchio mouse in discarica = risparmio di ambiente.

    condivido quanto riguarda il mouse ottico, con il filo.
    me lo sono concesso , è un modello economico cinese, funziona benissimo

    ps: sono di Genova
    Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 27 discussioni)