Sistemi operativi/Corel Linux alla conquista dei desktop

Per Linux si stanno finalmente spalancando le porte del mondo desktop, finora meta esclusiva di Windows e MacOS, ed un grosso contributo lo si deve anche alla nuova distribuzione "consumer" di Corel

Il numero di utenti Linux sta significativamente aumentando, un boom iniziato a partire dal 1994, anno in cui ad utilizzare la Grande Rete erano circa due milioni di persone. Nel 1998, secondo IDC, il numero di utilizzatori ha superato quota dodici milioni, ed oggi gli utilizzatori coprono il 15.8% di share dei sistemi operativi di rete presenti sul mercato.

Secondo queste statistiche, è evidente come molte aziende abbiano ormai adottato Linux nel loro sistema informatico, per lo più come server Web, mail o proxy. D'altro canto, ancora oggi Linux viene visto come un sistema operativo non adatto alla fascia di utilizzatori consumer, in quanto troppo complesso e poco amichevole. La missione di Corel Corporation è stata quella di smentire questo falso mito fornendo al mondo consumer un prodotto user friendly: Corel Linux OS.

Corel Linux OS è stato sviluppato per rispondere alle esigenze degli utenti Linux del mercato desktop. Con questa versione Corel vuole offrire agli utenti del mondo Linux e agli appassionati di tecnologia un uso semplificato del sistema operativo mediante un?installazione agevolata e un?interfaccia intuitiva. Grazie al processo d'installazione in soli tre passaggi, alla semplice configurazione di rete e ai potenziamenti della GUI (Graphics User Interface) sarà possibile in brevissimo tempo avere un sistema pronto e ben configurato.
Corel Linux si basa sulla distribuzione Debian e sull?interfaccia grafica KDE e fornisce funzionalità automatiche di rilevamento e configurazione dell?hardware con bus PCI. Alla normale distribuzione sono state aggiunte nuove ed esclusive feature che rendono Corel Linux un prodotto valido. Tra le nuove caratteristiche troviamo:

- Corel Update. Un programma per l?update che consente di aggiornare le applicazioni esistenti, oppure di installarne di nuove, tramite un?interfaccia Web. E? stata aggiunta un?interfaccia grafica che permette di collegarsi al sito FTP di Corel per l?aggiornamento, di controllare eventuali update delle applicazioni installate e successivamente di scaricare ed eseguire tali aggiornamenti.

-E? stata potenziata l?interfaccia del KDE includendo Corel File Manager, un programma per la gestione dei file che consente, tramite classico drag'n'drop, di operare con i file su dischi locali, dischi di rete o siti FTP. Il File Manager consente, inoltre, di collegarsi a Internet senza utilizzare un browser.

- Il System Administrator Event Viewer è in qualche modo simile al visualizzatore di eventi che equipaggia Windows NT e server per vedere tutti i messaggi generati dal computer; risulta particolarmente utile per la risoluzione dei problemi.

- Una barra delle applicazioni integrata con il pannello del KDE. Dal pannello è possibile fare clic sul gestore di desktop virtuale, quindi di trascinare applicazioni da un desktop a un altro, riuscendo così a sfruttare al massimo lo spazio disponibile sul desktop.

L?edizione standard del prodotto si presenta in una confezione di tre CD che contengono il codice definitivo della distribuzione Linux, Corel Word Perfect 8 (versione ridotta), Netscape Communicator, Adobe Acrobat Reader, Instant Messenger (client compatibile ICQ), 20 Bitstream e caratteri Type 1.

La versione Standard e? disponibile in Italia ad un prezzo di circa 165.000 lire + IVA, ma come molti sanno Corel Linux può essere scaricato gratuitamente anche dal sito di Corel. Chi avesse intenzione di scaricare la versione gratuita, ma non è in grado di prelevare l?intero file da 350 MB, può ordinare il CD al prezzo di 4,95 dollari più le spese di spedizione.

Giuseppe Augiero