Online (in inglese) un libro italiano scomodo

Quello di Terzani ha venduto molto in Italia ma gli editori inglesi e americani lo respingono. E così arriva online la versione inglese

Roma - Dalla mezzanotte del 10 dicembre, in concomitanza con le fiaccolate per la pace organizzate da Emergency in tutta Italia, sulle pagine del sito www.tizianoterzani.com sarà messa a disposizione di tutti la versione inglese di "Lettere contro la guerra", volume che ha molto venduto in Italia ma che, a quanto pare, è stato respinto da editori americani ed inglesi.

Questa sorta di "censura" preventiva sembra dovuta tanto alle tematiche del libro (che dà voce agli Italiani che non si sono riconosciuti nelle "rabbie" del dopo 11 Settembre) quanto probabilmente alla difficoltà di fare di un testo del genere un successo commerciale in taluni paesi.

"Davanti a tale scelta, e in virtù della libertà di pensiero e di stampa - si legge in una nota - Terzani ha deciso così di utilizzare Internet come strumento innovativo per superare le barriere politiche e geografiche distribuendo gratuitamente, in edizione integrale, le lettere considerate nel mondo anglo-sassone così pericolose e destabilizzanti".
Sullo stesso sito sarà anche possibile tra pochi giorni acquistare la versione cartacea del volume, stampato a Nuova Delhi. "Questa edizione - spiega la nota - è la sola disponibile in inglese ed era sino ad oggi disponibile solo nel sub-continente indiano".
TAG: censura
21 Commenti alla Notizia Online (in inglese) un libro italiano scomodo
Ordina
  • La censura non e' giusta come principio.
    Altrimenti la liberta' non ha senso.

    Cio' nonostante non concordo con tutti queste persone
    che pensano "Poverini vengono da un paese diverso,
    di religione diversa, dobbiamo accoglierli, dobbiamo
    ADEGUARCI a loro(?!?!)...".

    State attenti ragazzi... chi vi scrive ha passato 10 anni della
    sua vita vivendo e lavorando "a contatto" con queste
    culture in paesi come L'Arabia Saudita, il Yemen, l'Egitto.

    Non staro' a raccontarvi il modo in cui vengono trattati i
    pochi cittadini di religione diversa da quella mussulmana
    presenti in questi paesi. Non staro' a raccontarvi quante
    volte IO sono stato preso e sbattuto al posto di polizia piu'
    vicino perche me ne andavo in giro in orari di preghiera o
    sulla parte sbagliata del marciapiede (quella riservata alle
    donne) anche se non c'era anima viva in giro.
    Non staro' a raccontarvi quante volte passando vicino alle
    moschee ho sentito l'Imam locale SPINGERE la gente a
    lasciare il paese ed a muoversi in Europa per
    colonizzare "...anche con la forza se Allah cosi' vuole...".
    Non staro' neanche a raccontarvi i minacciosi sermoni carichi
    di odio (verso noi e la cultura che noi rappresentiamo) che
    sento venire dalla moschee italiane negli ultimi mesi...

    Vi voglio dire solo una cosa...

    Meditate attentamente prima di aprire la porta ad un lupo
    solo perche' lo vedete bagnato, infreddolito ed assomiglia ad
    un agnello. E se poi lo fate, badate voi nel mostrarvi agnelli
    ad un lupo..... (Antico proverbio Arabo).

    Stiamo attenti ragazzi..... accoglienza si, ma alle NOSTRE
    regole e che vengano rispettate altrimenti FUORI.

    Scusate lo sfogo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Stiamo attenti ragazzi..... accoglienza si,
    > ma alle NOSTRE
    > regole e che vengano rispettate altrimenti
    > FUORI.

    Bene. Peccato che il libro non parli di problemi dell'immigrazione.
    non+autenticato
  • Concordo perfettamente! Bisogna stare mooolto attenti ai lupi travestiti da agnelli!!! Ottimo intervento, magari ce ne fossero tanti così!!!
    non+autenticato
  • Basta polemica politica su questo articolo, è in linea con tantissimi altri ed il tema è internet e libera circolazione delle informazioni.

    Come quanado si parla della censura in cina o degli artisti che mettono canzoni disponibili ecc... non mi sembra che ci sia la necesstità di ricamarci sopra.

    Invece sarebb emolto interessante se sarà letto e scaricato dal resto del mondo e in che misura.
    non+autenticato
  • Dal fare quello che già hanno fatto in USA e GB. Dovremmo imparare a metterci a ricco, come fanno gli anglosassoni: ma in senso opposto al loro. Siete per partito preso contro gli islamici? Cavoli vostri, cari Bush e Blair (e tutti quelli che la pensano come loro), ma smettete di vantarvi di rappresentare l'apice della libertà, perchè ormai è ampiamente evidente che non lo siete da un pezzo.
  • C'era bisogno di un articolo per fare pubblicita' alle tesi - intuisco - antiamericane e magari pure filoislamiche di questo compagno emerito signor nessuno? Ma per piacere, che squallore.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > C'era bisogno di un articolo per fare
    > pubblicita' alle tesi - intuisco -
    > antiamericane e magari pure filoislamiche di
    > questo compagno emerito signor nessuno? Ma
    > per piacere, che squallore.
    veramente non e' ne' antiamericano ne' filoafgano .. e'
    semplicemente un pacifista ... ti invito a leggere il suo libro
    e' molto bello e rilassante .. e una volta tanto non politico.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > C'era bisogno di un articolo per fare
    > pubblicita' alle tesi - intuisco -
    > antiamericane e magari pure filoislamiche di
    > questo compagno emerito signor nessuno? Ma
    > per piacere, che squallore.

    Certo: pacifista=terrorista.
    Inoltre presumo che tu sia uno di quei cattolici che, invece di vergognarsi delle trovate della propria religione (che neppure conosce bene!) si permette di denigrare quelle degli altri. Complimenti.
    Se vedi Babbo Natale sparagli: ha i capelli lunghi, e' un pacifista e ha il vestito rosso, e' un comunista. (ah! fortune! Sorride)

    duh!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > C'era bisogno di un articolo per fare
    > pubblicita' alle tesi - intuisco -
    > antiamericane e magari pure filoislamiche di
    > questo compagno emerito signor nessuno? Ma
    > per piacere, che squallore.

    Certo che criticare senza sapere di cosa si parla e' sintomo di intelligenza Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > C'era bisogno di un articolo per fare
    > pubblicita' alle tesi - intuisco -
    > antiamericane e magari pure filoislamiche di
    > questo compagno emerito signor nessuno? Ma
    > per piacere, che squallore.

    Forse per il fatto che il suo libro è stato censurato in USA e GB?
    Ti è sfuggito questo particolare?
    Non me ne frega niente di quale tesi sostenga l'autore, fossero tesi filo-americane, anti-americane, coministe o fasciste non ha importanza, non vanno censurate specialmente da paesi che si ritengono liberi e democratici.
    non+autenticato
  • Io mi auguro che tu non abbia più di 15-16 anni di età
    non+autenticato
  • Personalmente, trovo squallidi quelli che attribuiscono tutti i mali del mondo ai pacifisti. Purtroppo, il forum è moderato e non posso usare il termine che giudico adeguato (dire che li trovo squallidi è un eufemismo di proporzioni gigantesche).
    non+autenticato
  • Smettetela di fare polica. Siete penosi proprio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Smettetela di fare polica. Siete penosi
    > proprio.

    Anche questa tua affermazione ha uno stampo politico.

    Non far finta di nulla.
  • Non si sta parlando di politica, ma se anche fosse cosi che male ci sarebbe? Per chi denigra cosi facilmente la politica, sappia che a detta di molti, e non parlo di gente qualunque ne del giorno d'oggi, la politica è il più alto valore e la più alta carica che l'uomo può conseguire. Certo, se fatta bene, ma questo vien dopo.

    Ragionateci un momento...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Ultimostalker
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Smettetela di fare polica. Siete penosi
    > > proprio.
    >
    > Anche questa tua affermazione ha uno stampo
    > politico.
    >
    > Non far finta di nulla.

    e si può anche dire chi erano i più impolitici dei politici?
    chi minacciava di fare "bivacchi nell'aula sorda e grigia" del parlamento?
    Un nome per tutti. Un indovinello. Mu ... Mussoli... Mussolin...
    Ah già ma costui ha fatto anche cose buone: le leggi fascistissime del '26, l'autarchia negli anni Trenta (per cui si doveva bere il surrogato di caffé a base di ceci chiamato cecé (molto spiritoso e depurativo, se non bastava c'era l'olio di ricino), si doveva dire che il calcio era diporto e non sport (vile anglismo). Se si fosse ancora oggi LUI avremmo qualche problema nella traduzione dei termini informatici e per mangiare il sushi dovremo attendere la prossima crisi economica dove crudi potremo mangiare i ratti.
    Au revoir (sperando di non offendere nessuno della razza italo-padana)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Un nome per tutti. Un indovinello. Mu ...
    > Mussoli... Mussolin...

    Ha fatto anche cose buone prima di mettersi sullo stesso piano di hitler!
    Comunque, dall'altra parte della barricata (leggi:blocco comunista)non pensare che se la passassero meglio, te lo dice uno che lavora in Ungheria e che di storielle simpatiche ne ha sentite tante.
    Gli estremi sono sempre uguali, non c'e' differenza!

    Ciao
  • Non pensare che tutti i Padani siamo leghisti Triste Triste   .
    Ferbo a ragione tutte le dittature sono uguali siano di destra, sinistra o islamiche, religiose, economiche, ecc.

    Padano disubbidiente
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Smettetela di fare polica. Siete penosi
    > proprio.

    Ben venga la politica, in quanto espressione di idee che derivano dal sano funzionamento del cervello, cosa di cui nel tuo caso non si vede traccia.

    Saluti

    Giorgio
    non+autenticato
  • Ma cos'è punto informatico o punto politico?
    P E N O S I !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Smettetela di fare polica. Siete penosi
    > proprio.


    a parte il discorso del fare politica, in questo articoli si parla comunque delle potenzialita' della rete, della possibilita' tramite Internet di diffondere le proprie idee tramite una liberta' di espressione che spesso viene negata negli altri media.

    Non importa se uno dica ragu' o carbonara, spaghetti o mezze penne... importa che possa essere libero di scegliersi la pasta che vuole...

    non so se mi sono spiegato Occhiolino

    Anonimo tra gli anonimi

    PS- per la redazione: non ho la minima idea di registrarmi almeno fino a che non toglierete la registrazione obbligatoria...
    non+autenticato